Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Ricette » Alimenti » Latte di avena: proprietà, usi e controindicazioni

Latte di avena: proprietà, usi e controindicazioni

Il latte di avena è apprezzato sia da chi ha deciso di escludere il latte animale dalla propria vita, sia da chi decide di consumarlo occasionalmente

Latte di avena: proprietà, usi e controindicazioni

Meno famoso del latte di soia e di quello di mandorle , il latte di avena sta acquisendo con il passare del tempo sempre una maggior popolarità. Il termine "latte" è improprio quando ci rivolgiamo a queste bevande di origine animale, ma ormai è diventato di uso comune ed è normale parlare di latti vegetali 

La bevanda di avena viene ottenuta dall'omonimo cereale. Rinomato per essere ricco di acido folico, piò essere utile per le donne in dolce attesa in via preventiva. L'assenza o una carenza di questo importante acido infatti può causare difetti al tubo neurale. L'avena contiene anche proteine, carboidrati complessi, vitamina E e potassio.


Perché scegliere il latte di avena

I benefici dell'avena sono piuttosto noti a chi s'interessa di alimentazione sana. La bevanda che ne deriva viene scelta spesso da coloro che hanno deciso di seguire un'alimentazione vegana oppure, da chi ha serie intolleranze al lattosio e desidera comunque mantenere le sue abitudini alimentari.

Il latte di avena può infatti sostituire quello vaccino non solo a colazione, ma anche per la preparazione di moltissimi piatti. C'è chi sceglie poi di utilizzarlo per motivi di salute. Basta pensare che è privo di colesterolo ed assumerlo aiuta a ridurre l'LDL, come la maggior parte della frutta e della verdura.

 

Benefici del latte di avena

Il primo dei benefici del latte di avena che salta all'occhio è il suo essere senza colesterolo. Non è consigliato però solo a chi deve ridurre l'LDL ma anche a chi ha bisogno di assimulare meno grassi e ridurre l'assunzione giornaliera di calorie. La discreta quantità di fibre aiuta la motilità intestinale, ha un leggerro effetto lassativo e rende le feci più morbide. Può essere di aiuto per chi soffre di stitichezza. L'elevata presenza di vitamina B9 la rende ideale anche per prevenire alcune forme di anemia.

 

Ci sono controindicazioni?

Il latte di avena non ha controindicazioni particolari ma, abusandone possono esserci comunque degli effetti collaterali quali mal di pancia, nausea e disturbi intestinali. Non deve essere assunto da chi è intollerante o allegico all'avena e dai celiaci. Al suo interno infatti è presente il glutine.

Facilmente reperibile al supermercato, spesso contiene zucchero per migliorarne il sapore. L'ideale quindi è prepararlo in casa così da risparmiare oppure, acquistarlo nei negozi bio.

Per molti una "controindicazione" è il sapore stesso del latte di avena. Non possiamo dire se è buono o cattivo, semplicemente perché i gusti sono soggettivi. Chiaramente si deve tener di conto che essendo un sapore nuovo all'inizio può risultare insolito ma con l'abitudine questa sensazione tende a passare.

 

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami