Home » Ricette » Secondi di Pesce » Calamari ripieni in umido alla siciliana, per portare il mare in tavola

Calamari ripieni in umido alla siciliana, per portare il mare in tavola

Un piatto di pesce siciliano che tutti apprezzano nel mondo per il suo sapore intenso e il profumo del mare in tavola. Il sugo perfetto per il pane o per preparare un delizioso piatto di pasta

Calamari ripieni in umido alla siciliana, per portare il mare in tavola

I calamari ripieni in umido sono un tipico piatto siciliano, a base di molluschi il cui corpo è stato farcito con un composto saporito e goloso, si preparano in qualunque periodo dell'anno e sono sempre apprezzati da tutti.
Questo sugo ricco e saporito grazie al pesce e arricchito da olive e capperi sotto sale, tipici prodotti della cucina siciliana, può essere impiegato anche preparare un delizioso piatto di pasta, ideale per condire dei gustosi spaghetti di grano duro ruvidi, così da portare in tavola un piatto completo e bilanciato adatto a tutta la famiglia.

Preparare i calamari ripieni in umido è molto semplice, e se non avete a disposizione i calamari potete utilizzare la stessa ricetta per preparare i totani, un mollusco dalle caratteristiche molto simili. Se non siete pratici a pulire il pesce potete chiedere al vostro pescivendolo di fiducia di pulirlo per voi, così da rendere ancora più veloce la preparazione di questo piatto. Se non trovate questi molluschi freschi potete optare per acquistare quelli surgelati, pratici e disponibili in comode vaschette in tutti i banchi dei surgelati.

Potete preparare i calamari ripieni in umido in anticipo e riscaldarli prima di sedervi a tavola, lasciando riposare il pesce nel sugo acquista maggiore sapore arricchendo ancora di più questo piatto. Potete anche affettare una buona pagnotta di pane siciliano di semola da intingere in questo magnifico sughetto di pesce.

Ingredienti per 4 persone
8 calamari piccoli
10 olive verdi
½ cipolla bionda
2 spicchi d'aglio
1 pugno di capperi sotto sale
1 latta di pomodoro pelato
6 cucchiai di pangrattato fine
2 cucchiai di formaggio parmigiano grattugiato
2 cucchiai di formaggio pecorino grattugiato
prezzemolo fresco
1 pomodoro maturo
sale
pepe nero
peperoncino rosso
olio


Preparazione
Pulite i calamari rimuovendo la testa e poi pulire l'interno: togliete le interiora, la bocca e la pelle. Prendete 4 teste e tagliate i tentacoli a pezzettini, tenete le altre 4 teste intere per il sugo. Lavate il pomodoro e tagliatelo a dadini, lavate il prezzemolo e tritatelo finemente.
In una padella capiente rosolate i tentacoli con poco olio per circa 2 minuti. Una volta cotti versateli in una scodella, unite pangrattato, i formaggi grattugiati, il sale, pepe, il pomodoro, prezzemolo, olio quanto basta a rendere il composto morbido. Farcite il corpo dei calamari con il composto ottenuto e chiudete l'estremità con uno stecchino.

Lavate i capperi sotto l'acqua corrente per rimuovere il sale, affettate le olive a rondelle.
Nella padella che avete precedentemente usato, rosolate la cipolla e l'aglio, unite il peperoncino, le olive a rondelle e i capperi, lasciate insaporire per qualche minuto e aggiungete la polpa di pomodoro pelato. Salate leggermente e appena il sugo avrà preso bollore disponete i calamari ripieni e le teste tenute da parte nel sughetto.
Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco medio i calamari per circa 20-25 minuti, il tempo di cottura varia in base alle dimensioni dei calamari, ricordandovi di punzecchiarli di tanto in tanto per evitare che la pelle restringendo li faccia scoppiare. Servite i calamari ripieni in umido caldi con il sughetto di contorno.
Ed ecco i calamari ripieni in umido impiattati e pronti per essere gustati!

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  olive   capperi  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami