Undici settimane di gravidanza

Redazione Amando  | 17 Nov 2023

Durante l’undicesima settimana di gravidanza i malesseri tendono ad attenuarsi molto e comincerai a stare meglio. Il tuo bambino è completamente formato ed è già in grado di sbadigliare, deglutire e succhiare.

Siamo nella fase finale del primo trimestre della gravidanza, e forse comincerai a sentirti meglio anche se questo vale per tutte le donne. Il tuo bimbo è completamente formato e il pericolo di aborto spontaneo è ridotto ulteriormente rispetto alle settimane precedenti. E’ una settimana importante perché effettuerai la prima ecografia che ti darà un’idea di come sta procedendo la tua gravidanza in questo primo traguardo trimestrale.

1 PER LA MAMMA: COME CAMBIA IL TUO CORPO

Durante l’undicesima settimana di gravidanza molto probabilmente comincerai a stare meglio, questo perché il tuo organismo si sta abituando piano piano al cambiamento ormonale e metabolico che hai avuto da quando sei incinta. La nausea e il vomito dovrebbero iniziare a ridursi in questo periodo, ma non ti preoccupare se questo non accade a te, infatti ogni donna ha una storia gravidica che è diversa da tutte le altre donne ed è possibile che tu continui a sentire i sintomi e i fastidi con la stessa intensità delle settimane precedenti.
Sicuramente però ti stai abituando ai cambiamenti del tuo corpo e forse riesci a sentire meno stanchezza. La tua pancia sta crescendo sempre di più e sempre più rapidamente. Il tuo utero e quindi il tuo bambino sono ingranditi, e quando sei sdraiata riesci a vedere una protuberanza dura a livello della pancia.

2 IL TUO BAMBINO A 11 SETTIMANE

Il tuo bambino pesa circa 14 grammi ed è lungo circa 7 cm. Alla fine della settimana, il corpo raddoppia in lunghezza e la testa ne copre quasi la metà. In proporzione infatti la testa è ancora piuttosto grossa ma si è raddrizzata rispetto alle settimane precedenti.
Negli occhi, sotto le palpebre unite comincia a svilupparsi l’iride, che proteggerà gli occhi dalla luce. Le orecchie, invece, non saranno complete ancora per qualche tempo. Entro la fine della settimana si sarà formato però l’orecchio interno.
Già a questo stadio il tuo bambino è in grado di sbadigliare, succhiare e deglutire.

CONTROLLI DA FARE

E’ la settimana in cui farai la prima ecografia ufficiale, in cui stabiliranno il numero dei feti, calcoleranno l’esatta epoca gestazionale e la presenza di battito cardiaco e quindi valuteranno anche il benessere fetale. In questa occasione potrai eseguire se richiesta la translucenza nucale che misura lo spessore della plica nucale del tuo bambino, si tratta della misurazione del fluido retronucale del feto, quando questo fluido aumenta può segnalare eventuali anomalie genetiche per un difetto di produzione o di riassorbimento di questo liquido.

Insieme agli esami del sangue specifici effettuati proprio in queste settimane, e all’età materna, verrà calcolato tramite un software del computer, la probabilità personale di avere un bambino con sindrome di Down o altre trisomie. Ricorda che si tratta solo di una probabilità e che questi esami non ti daranno la certezza dell’anomalia genetica. Puoi invece avere un ridultato certo sulla Sindrome di Down se esegui la villocentesi (prelievo di un piccolo frammento di placenta) entro la 12° settimana o se esegui l’amniocentesi (prelievo di piccole quantità di liquido amniotico) procedura invasiva che si esegue entro la 16° settimana di gravidanza. Essendo 2 manovre correlate ad un certo rischio di aborto è necessario che consulti il tuo ginecologo di fiducia per discutere e capire bene i benefici e i rischi di queste procedure.

DIETA E BENESSERE

Devi continuare ad assumere acido folico sia come integratore che tramite la dieta soprattutto mangiando verdure a foglia larga.
Se hai avuto una diminuzione della nausea probabilmente avrai avuto un aumento dell’appetito: cerca però di non mangiare in maniera squilibrata tutto ciò di cui hai voglia perché non è assolutamente vero che devi mangiare per 2!

Mantieni una dieta ricca in verdure, legumi, proteine della carne e del pesce, la tua dieta dovrebbe avere più o meno 300-400 kilocalorie in più rispetto alla dieta che avevi abitualmente prima di rimanere incinta. In ogni caso consulta il tuo ginecologo e al limite un nutrizionista per avere una dieta personalizzata in base alle tue esigenze. Attenta ai cibi fritti o molto zuccherati, fanno aumentare molto di peso e nutrono poco il tuo bambino.
Bevi molta acqua, anche 2 litri se ce la fai, il trucco è scrivere su una bottiglia piena di acqua il tuo nome così ti renderai conto a fine giornata quanta acqua bevi in tutto il giorno. Basta berne spesso e a piccoli sorsi se introdurre liquidi ti fa venire la nausea.

I NOSTRI CONSIGLI

Gli indumenti devono essere sempre più comodi in relazione con l’aumentare della pancia, anche il seno ha bisogno di reggiseni più comodi e magari di qualche taglia in più, ma non ti preoccupare, sarai sempre più donna e questo cambiamento corporeo non deve essere preso come mortificazione del tuo corpo, potrai trovare vestiti carini anche con qualche taglia in più.
Un consiglio: non rivolgerti solo a negozi premamam ma torna anche nei negozi in cui ti servivi prima, basta prendere le taglie più grandi rispetto a quella che avevi prima di rimanere incinta.

Dormi con doppi cuscini, questo ti faciliterà la digestione e avrai meno acidità di stomaco.

Prova la ginnastica dolce in acqua, meno stressante per il tuo fisico visto che l’acqua riduce il tuo peso corporeo e potrai muoverti con più facilità, considerando anche il fatto che migliorerà la circolazione riducendo il gonfiore delle gambe che potresti avere a fine giornata.

Redazione Amando
Redazione Amando

La redazione di Amando.it è composta da quattro persone, che si occupano di realizzare guide, contenuti e notizie legati al mondo femminile: dalla moda all'oroscopo, dalla salute alle mamme.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur