Cosa significa avere un bambino del segno del Leone

Adriano Bocci  | 26 Feb 2024
Donna che tiene il proprio bambino

Il bambino Leone, nato sotto l’egida del Sole, brilla di una luce propria fin dai primi respiri. Governato dal fuoco, dal 23 luglio al 22 agosto, manifesta una personalità ardente, intrisa di una vitalità contagiosa e di un’affettuosità senza pari. Questo piccolo sovrano del zodiaco predilige il palcoscenico della vita, dove il suo spirito protagonista e la sua innata sicurezza lo rendono indimenticabile agli occhi di chi lo circonda. Orgoglioso e vivace, il bambino Leone incarna la forza dinamica e volitiva del Sole, offrendo calore, protezione e luce a chi entra nel suo regno. Con un cuore generoso e una mente aperta all’esplorazione, è destinato a lasciare un’impronta solare nel mondo che lo attende.

1 Il bambino leone

Il piccolo Leone, distintosi sin dai primordi per un carattere marcato e inconfondibile, rivela presto la propria essenza. Dotato di un cuore grande, mostra una tenerezza straordinaria e un’obbedienza tutta sua.

Questo piccolo astro del zodiaco, sin da tenera età, brama la ribalta, anelando a divenire il centro di ogni sguardo e conversazione. La sua natura, intrisa di un desiderio ardente di protagonismo, lo spinge a eccellere e a catturare l’ammirazione altrui, trovando grande gioia nei complimenti e nelle lodi per le sue gesta. I suoi occhi vivaci celano e celeranno un guizzo di malizia, rendendolo davvero affascinante.

Sereno e contento, il bambino Leone gode di un sonno tranquillo e di un appetito sano, mostrando poco interesse per le fisime alimentari. Con il passare dei mesi, la sua indole focosa prende il sopravvento, guidandolo verso avventure sempre più audaci e curiose, sebbene mantenga un istinto di autoconservazione che lo allontana dai pericoli.

Nei rapporti coi coetanei la sua personalità oscilla fra timidezza e una certa prepotenza, dipendendo molto dall’influenza astrologica e dall’abilità dei genitori nell’integrarlo socialmente. Il Leone, per natura, si erge a leader fin dalla culla, sebbene non sempre consapevole della propria regalità innata; talvolta, il piccolo re si rivela un dolce gattino piuttosto che un maestoso felino.

Dotato di un acuto senso di giustizia e di una determinazione ferrea, il bambino Leone sfida le imposizioni che percepisce ingiuste, esigendo motivazioni valide per ogni richiesta di obbedienza. Particolarmente sensibile alle critiche, richiede un nutrimento costante della propria autostima, equilibrando accuratamente il riconoscimento dei suoi successi senza eccedere in lodi che potrebbero ingigantire un già solido orgoglio. La sua energia oscilla tra momenti di fervente attività e fasi di disinteresse, mostrandosi incline alla pigrizia a meno che non sia stimolato da passioni genuine, che lo portano a inseguire i propri interessi con fervore e dedizione.

2 L’adolescente Leone

Adolescente su sfondo viola

L’adolescente Leone si distingue per una vanità non proprio timida, fondata sulla consapevolezza del proprio appeal e sul carisma che splende già nei primi anni dell’adolescenza. La naturale eleganza, esaltata da una cura meticolosa del proprio look e la scelta di abbigliamento e accessori di marca, riflettono il suo gusto raffinato e l’attenzione al dettaglio. Questa attenzione all’estetica si accompagna a una precoce attrazione per l’altro sesso, con la promessa di fedeltà che caratterizza i suoi amori giovanili.

Nel campo sportivo e accademico, il giovane Leone si impegna con ardore, mosso da un orgoglio che lo spinge a eccellere, benché talvolta la sua inclinazione alla pigrizia possa sfociare in una moderata assenza di interesse, che gestisce mantenendosi comunque al passo con i pari. Accogliere consigli si rivela una sfida, poiché predomina un forte senso di indipendenza e una precoce chiarezza di visione riguardo al proprio futuro, che lo orienta verso scelte personali forti e determinate.

Questa fase della vita segna il risveglio della sua creatività, che può tradursi in un interesse per le arti o per il mondo dello spettacolo. Non è raro che l’adolescente Leone si ritrovi protagonista nei palcoscenici scolastici, assumendo ruoli di rilievo, testimoniando così la sua naturale inclinazione verso l’espressione artistica e la leadership.

3 Salute del Leone e consigli per i genitori

La salute del Leone presenta come punto debole il cuore, ma durante l’infanzia, le preoccupazioni si concentrano sui comuni disturbi pediatrici e sugli effetti di un’alimentazione non equilibrata.

Per i genitori, è cruciale ricordare l’immensa stima che il Leone riserva alla famiglia e, in particolare, alla figura paterna. Pertanto, il loro primo compito è quello di dosare con saggezza i propri interventi, fornendo consigli equi e giusti. Fondamentale è anche riconoscere il bisogno di rassicurazione affettiva e di riconoscimento personale del Leone: la sua autostima si alimenta della valutazione altrui, e un trattamento ingiusto può scuotere profondamente la sua sicurezza. Leggi di più qui sulla mamma Leone.

Data la sua inclinazione all’orgoglio, che spesso nasconde insicurezze, l’educazione dovrebbe mirare a una gestione accurata delle sue capacità, infondendo fiducia e consapevolezza dei propri limiti. Il Leone deve capire che il desiderio di distinguersi deve essere sostenuto da veri talenti e conquistato con il merito.

Nell’orientamento verso il futuro, considerando le sue prestazioni scolastiche e le inclinazioni personali, è opportuno che i genitori lo guidino con discrezione, supportandolo nelle scelte di vita in modo che non siano dettate solo dall’impulso del momento, ma da una consapevole valutazione delle proprie passioni e capacità.

Adriano Bocci
Adriano Bocci


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur