Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Amore » Coppia » Alle donne giovani piace l'uomo maturo - Parte 1 di 2

Alle donne giovani piace l'uomo maturo

Se da un lato parecchi uomini cercano donne lolite, sembra che un numero sempre più alto di ragazze preferisca avere un partner molto più anziano, anche di 20/30 anni più vecchio. Qualcuno azzarda l'ipotesi che si tratti di ragazze alla ricerca della figura paterna, ma non sempre è così. Vediamo perché sono così gettonati gli over 50

Alle donne giovani piace l'uomo maturo

Avere una compagna più giovane è sempre stato il desiderio di molti uomini maturi e oggi questo sogno sembra destinato ad avverarsi più facilmente, visto che il 70% delle fanciulle dichiarano di preferire uomini di 20 o 30 anni più vecchi di loro, perché considerano i coetanei immaturi e infantili.

Se un tempo Freud avrebbe spiegato questo desiderio adducendolo al bisogno di una figura paterna mancante, oggi le ragazze sostengono che un uomo maturo le fa innamorare perché le corteggia, fa regali, le porta via per il week end, e ovviamente pagando sempre tutto.
Queste ragazze non apprezzano la coppia moderna ed emancipata che divide tutto fino all'ultimo centesimo (spesso anche perché i coetanei hanno stipendi bassi e molte spese), ma vogliono essere “coccolate” in tutto e per tutto.


Più sicuri?
Una grande maggioranza del genere femminile si sente attratta da uomini maturi e snobba i coetanei, che trova poco interessanti o semplicemente immaturi, o magari non in grado di dare sicurezza, anche economica.
Il fascino che un uomo più grande può esercitare è sicuramente motivo di tale scelta e molte ragazze trovano imparagonabile lo charme di un 45enne a quello di un 20enne spensierato. Solitamente gli uomini adulti hanno più esperienza di vita e quindi sono più sicuri di sé, hanno già capito che strada prendere e non sono alla costante ricerca di sé stessi. Per questo possono far sentire una donna davvero al sicuro, ispirando fiducia perché sanno come gestire le avversità quotidiane.

Connubio perfetto?
Le donne che scelgono compagni più maturi sono convinte che questi, a differenza dei coetanei, vizino la propria donna, e le diano attenzioni perché sanno di cosa ha bisogno. Non danno nulla per scontato perché dalle esperienze precedenti hanno imparato ad evitare gli errori, e inoltre sono entusiasti nel vivere una relazione con una ragazza più giovane perché li fa tornare indietro nel tempo e sentire ragazzini. E questa emozione si trasforma in euforia e passione, ingredienti essenziali per la relazione. Tutto vero, ma dopo l'inizio entusiasmante, non è sufficiente la differenza di età perché la relazione prosegua.

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
TAG  differenza età   uomo  
CONDIVIDI

22 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Tony59
     

    Dottoressa, spero che questo mio commento al suo articolo non le sembri strano o stravagante. Non sono giovanissimo neanch'io (compierò questo mese 53 anni), queste cose non mi hanno mai entusiasmato a sentirne parlare, se c'è poi qualcosa che per me costituisce un vero tabù è la differenza di età. Se una donna è più anziana di me, è semplicemente anziana, credo si capisca. Se una è molto più giovane, non vedo cosa ci sia di piacevole, in un rapporto in cui ci si possa sentire padre e figlia, in cui una certa differenza generazionale può sempre esistere. Può sembrare strano se, fin da giovane, l'idea di trovarmi, in futuro, vecchio con una partner ancora giovane, mi è sempre sembrata lugubre? Ciò chiaramente per l'amor proprio che ognuno verosimilmente può avere. Queste donne descritte non mi danno nessuna fiducia; è un luogo comune pensare che chi abbia una compagna giovane sia, più potenzialmente degli altri, un becco?
    Queste "giovani delizie" sono attratte da uomini più anziani, anche non ricchi?
    E' infondato credere che cerchino l'affetto di un compagno vecchio, ammettendo, contemporaneamente e in alternativa, qualche più dinamica soddisfazione con un altro più giovane? Certo..."si possono amare anche due persone..."...

  2. Inviato da Tony59
     

    Non capisco un'altra cosa: perché è da considerare "un eterno bambino" un uomo che non vuole invecchiare? Un tale uomo può essere benissimo uno che riesce a mantenere una buona parte di energia fisica (soprattutto con sport e ginnastica), vuole essere sempre al passo con lo svolgersi degli eventi e delle novità e, in una parola, non ha ancora alcuna voglia di pensare da vecchio; sembra strano?

  3. Inviato da alexdirimini  »  tony59
     

    Semplicemente perchè nella vita c'è un'età per tutto...se a 50 anni ti metti con una ragazza di 20 o ti ritroverai a 70 con un figlio di 20 o precludi alla ragazza di farsi una famiglia. Tutto qui

  4. Inviato da Ippofilo
     

    Quel che scrive la dottoressa è vero. Ho sposato a 24 anni Maria di 25, fino ai 40 non ho tradito anche se ero corteggiato da giovani, poi ho smesso di fare sesso con lei e ho cominciato con altre, tutte, caso strano, con 20 anni meno di me. Mia moglie è morta e io sto per risposarmi con la mia innamorata da 7 anni: lei 53 io 20 di più, stiamo benissimo assieme, non ho mai fatto così bene sesso come ora, roba seria ci vuole molta esperienza, altro motivo di scelta di donne giovani che vogliono godere in toto. Stupide quelle che dicono l'uomo vuole sentirsi giovane, un cavolo, l'uomo invecchia solo il giorno prima di morire!

  5. Inviato da melaniait
     

    Io ho quasi 30 anni e l'idea di un uomo con 20 anni in più accanto a me mi fa un pò ribrezzo. Capisco la sicurezza, ma andare in giro con una persona ( e anche a letto) con una persona che potrebbe esser tuo padre la trovo abbastanza inconcepibile. Le uniche spiegazioni che posso trovare sono due:
    1) sostentamento economico, gli uomin i più grandi per senso di responsabilità pagano tutto loro, facendole sentire corteggiate e adulae.
    2) un'effettiva carenza paterna

    Ah, io sono una delle poche donne che predilige l'uomo più giovane, li trovo decisamente più rilassanti.

  6. Inviato da alexdirimini  »  melaniait
     

    Da uomo giovane sono pienamente d'accordo con te. Meno male che ci sono ancora donne giovani intelligenti che la pensano come te!! ;)

  7. Inviato da xedoma
     

    Salve,
    Sono un uomo di 48 anni e condivido la mia vita con uan donna che ne ha 22 meno di me. Le cose vanno splendidamente e costruiamo il nostro rapporto quotidianamente in maniera profonda, completa. Credo che le donne più giovani cerchino, in un uomo più maturo, la consapevolezza dall'assolutezza di un rapporto esclusivo, cosa che un ragazzo più giovane (ossessionato dai social network, la voglia del rimorchio perenne, e la playstation)non può ancora garantire. Per una donna di 25 anni purtroppo, oggi, risulta tropo piccolo anche il classico 35 enne, troppo ragazzo per creare qualcosa di serio e profondo. La stabilità economica c'entra quindi poco; io sono benestante, ma non ricco. C'è però una ricchezza interiore nella quale una donna più giovane può sentirsi accolta come 'principessa assoluta di quel rapporto'; è una forma di protezione che comprende: intimità, amore, complicità e voglia di condividere ognu attimo della relazione, che per una ragazza 25enne è già molto importante. E a risposta di chi dice che prova ribrezzo nel finire a letto con un uomo più adulto, ricordo che in questo caso, c'è anche una consapevolezza maggiore, che allunga il tempo maschile, attendendo quello femminile. Mi capita spesso, passeggiando, di sentirmi gli occhi addosso di donne molto più giovani di me; una ragione ci sarà... è la realtà delle cose. e' un dato di fatto, che esiste da sempre, ma che oggi una donna più giovane può vivere in maniera più tranquilla e alla luce del sole.
    Grazie. Antonio. Roma

  8. Inviato da alexdirimini  »  xedoma
     

    Ciao Antonio. Io sono un ragazzo di 26 anni che vorrebbe vivere una storia d'amore con una coetanea e non ci riesce perchè la maggior parte delle ragazze della mia età cerca l'uomo più grande che non ha un'auto usata ma nuova e non la porta a mangiare la pizza ma il pesce. Devo aspettare di avere la tua età per farmi una famiglia? Come la mettiamo?
    Alex

  9. Inviato da palillo
     

    Ho letto qualcosa su questo argomento: molte banalità, superficialità, volgarità, incrollabili certezze, luoghi comuni a iosa. Io non ho certezze ma penso che molti rapporti non siano incasellabili. Io 54 anni, single, divorziato ho appena iniziato una relazione con una 23nne single. Un cammino già segnato da molte incertezze sulla natura di questa relazione, sulla sua concretezza e futuro. Insomma mi sono fatto un mucchio di domande e scupoli e lei pure. Ora quasi in punta di piedi iniziamo, senza infingimenti sulla estrema complessità e difficoltà della nostra relazione . Un saluto a tutti quelli, spero pochi, che si trovano nella nostra situazione

  10. Inviato da alexdirimini  »  palillo
     

    Senza offesa, ma sono situazioni che reputo squallide e mi fanno schifo. Mi auguri vivamente che molte donne giovani non la pensino come la tua.
    Alex

  11. Inviato da andres6308
     

    io di certo non sono uno psicologo, ma non condivido il fatto che un uomo che ha una relazione con una donna più giovane deve essere paragonato al peter pan con la paura di invecchiare, a questo punto se l'uomo e' bambino e la ragazza vuole il maturo per farsi mantenere economicamente , a questo punto la ragazza cosa sarebbe?? una meritrice?
    se un cinquantenne sta bene con una ventenne quale e' il problema, entrambe accettano la situazione e certamente si incamminano su un percorso tortuoso, ti senti dire, vergognati potrebbe essere tua figlia ecc ecc , la gente ti guarda come se fossi un orco e lei la guardano come se fosse una []. mi meraviglio che colui che ha sviolinato quel papiro sulle differenze di eta nella coppia, si sia comportato come quelli che guardano e giudicano luomo come un orco e la donna come una []lla che si fa mantenere, ma basta con questa mentalita' idiota, volevamo vivere insieme e per questi pensieri bigotti per non creargli problemi ci siamo lasciati, ammazzate più voi con quattro righe che uno con una pistola,

  12. Inviato da alexdirimini  »  andres6308
     

    Se sei intelligente te ne freghi di quello che scrivono gli altri. Detto questo, che nella maggior parte dei casi sia cosi è innegabile. Dai, guarda Briatore e la Gregoraci: se lui faceva l'idraulico e percepiva 1.200 euro al mese lei si innamorava di lui? Ma per piacere...

  13. Inviato da alexdirimini
     

    Mi dispiace dirlo, ma in questo articolo le donne di oggi non ci fanno proprio una bella figura. Preferire uno piu grande per beni materiali e sicurezze economiche è l'equivalente di essere poco di buono. Perchè significa rinunciare a mettersi in gioco con una persona di pari età e perdere l'occasione di crescere insieme ad un coetaneo. Significa mettere il proprio benessere personale davanti all'intenzione di avere una famiglia. Tutto ciò, da uomo, lo trovo disgustoso.

  14. Inviato da Enzo528
     

    L'amore è meraviglioso in tutte le sue forme .
    Vecchi o giovani ,ricchi o poveri e via ancora in altre esperienze. Quando nasce un amore tutto diventa incosciente e anche cosciente.A chi non conviene fa schifo la differenza di età a chi lo sta vivendo lo trova meraviglioso.
    La verità sta nel fatto e nello stato delle situazioni .
    Chi dice che la differenza di età gli fa schifo a me fa solo pena perché mi fa soltanto capire che dell'amore non sa niente e che non sa amare .PUNTO
    ENZO

  15. Inviato da nox.violin
     

    Sono una ragazza di 19 che ha un debole per gli uomini sui 40-50 anni; non mi interessano i soldi (ma ovviamente una cosa del genere vi sembrerà inconcepibile; forse perché è ciò che interessa a voi?) e non ho avuto carenze affettive durante la mia infanzia. Sono stufa di sentire queste sciocchezze sui rapporti con una consistente differenza di età; è vero che alcune sono in cerca di sicurezza economica o di una figura paterna (libere di fare quello che vogliono con la loro vita, non ho alcuna intenzione di esprimere un giudizio in merito), ma l'immagine che viene diffusa è uno stereotipo, una caricatura; non si può ridurre l'intero fenomeno a uno o due esempi soltanto perché sono quelli più evidenti.
    Mi sento attratta dall'uomo maturo sia da un punto di vista intellettuale, sia da un punto di vista fisico, ma questo non significa che tutti gli uomini che rientrano in quell'intervallo mi piacciano.
    Non posso scegliere ciò che mi attrae. Quando avete scelto di essere attratti dai vostri coetanei? È un po' come essere gay (e sarebbe ora che in Italia venisse accettata anche l'omosessualità). Sono così e basta. Non penso che ci sia nulla di male in un rapporto simile, purché nessuno dei due sia impegnato in un'altra relazione.
    Se la smetteste di giudicare senza sapere nulla in proposito e vi faceste gli affari vostri l'Italia e il mondo intero sarebbero un posto migliore.

  16. Inviato da lucas1  »  nox.violin
     

    brava!

  17. Inviato da AjejeBrazorf  »  lucas1
     

    No comment.

  18. Inviato da AjejeBrazorf  »  nox.violin
     

    Purtroppo ci sono anche delle "lolite" che non sanno stare al loro posto e che cercano di esercitare il loro "fascino di donna fatale" rendendosi ridicole.
    Conosco una stupidella quasi 20enne che pensa di essere bellissima, intelligentissima, furbissima ed estremamente colta, quando invece è volgarotta, tarchiata, inelegante e profondamente insicura. Purtroppo per lei, credeva di far perdere la testa a un 50enne impegnato, ma il tutto si è risolto in un paio di botte e via: lui si è semplicemente tolto lo sfizio, mentre lei si è innamorata.

    Meditate.

  19. Inviato da Michelissimo
     

    Sono un adulto (disoccupato) che ha avuto relazioni con ragazze giovanissime.
    Vi stupirà ma secondo me sono l'impegno ed i sacrifici che uno fa per far funzionare la relazione.
    Alla fine cosa interessa a molte ragazze? Qualcuno che la metta al centro dell'attenzione. Che le faccia sentire importanti.
    Sapendo di essere molto più "vecchi" ci si trova con un handicap. Lui cercherà di compensare
    sforzandosi di più, migliorandosi. E questi sforzi, se la ragazza ne è sensibile, vengono apprezzati. E li scatta un affetto reciproco. Tutto qui. Questo è il MIO caso.

  20. Inviato da kriD1973
     

    Sono un 43enne milanese che ha sempre avuto storie lunghe e fedeli (da parte mia), nonostante sia estroverso, molto socievole e generalmente apprezzato.
    Come compagna mi sono sempre piaciute le Under 30, perché mediamente più fresche, sia fisicamente che come spirito.
    Nel corso degli anni, ovviamente, si è ampliato il divario di età tra me e la mia fidanzata di turno: da 2, a 3, a 9, a 12, a 15 anni di differenza (le ultime tre anche conviventi, a casa mia)...
    Ammetto che ora, talvolta, si sente un divario a livello di dialogo, comunicazione, vissuto, ma questo viene compensato dalla passione, dall'attrazione fisica e dai sentimenti.
    Ho letto l'articolo e i commenti precedenti e mi sento di dire che ci sono tanti luoghi comuni e anche molte verità, molto soggettive, che dipendono da ogni specifica situazione.
    Anche a me, istintivamente, non piace la situazione del 50enne che si intorta le ragazze di 20 anni solo grazie alla sua malizia e ai suoi mezzi materiali (come amante intendo, non in una relazione seria).
    Ma d’altronde aborro i donnaioli e le sciacquette, come tutte le persone laide e superficiali in genere, di ogni età.
    Ci sono poi anche uomini che preferiscono donne in carriera o/e benestanti perché devono sborsare meno o addirittura se ne approfittano a loro volta, economicamente e materialmente.
    Riassumendo, se l'amore è sincero e fedele, l'amore non ha età.
    Lo stesso vale per rapporti che si basano su altro (materialistici, mercimonio, convenienza, ipocrisie, bugie): non hanno età.
    Ma il Sugar Daddy è più riconoscibile, a occhio nudo, rispetto al fighetto modaiolo figlio di papà con le coetanee.

  21. Inviato da biancafracas
     

    Buongiorno a tutti, vorrei rispondere a chi ha commentato l'articolo sottolineando che in ciò che ho scritto non c'è alcun intento a giudicare la vita di nessuno.
    Ognuno, se maggiorenne e consenziente, ha il diritto di vivere la propria esistenza come crede; nell'articolo si cercava solo di analizzare alcune motivazioni che spingono le donne più giovani a unirsi a uomini più anziani.
    Ovviamente ogni situazione è personale e tra le numerose relazioni di questo tipo ci sarà chi lo fa per un bisogno di sicurezza, chi per sentirsi importante, chi perché ricerca una figura paterna e così via, pensando che il soddisfacimento di un bisogno sia amore.

  22. Inviato da Elidisa
     

    Non crederò mai che il 70% delle giovani donne preferisce i vecchi! Anche perché io tutte queste coppie con gap di 20 anni e oltre in giro non le vedo. E se ci sono, le cose sono due: la giovane sembra molto più vecchia della sua età o il vecchio dimostra meno anni. O entrambe le cose. A me da giovane piacevano quelli di una decina di anni di più, e il motivo era che mi sentivo insicura e pensavo che la mia giovinezza mi avrebbe dato la sicurezza di non essere tradita, e infatti così è stato. A 40 anni non mi sento più attratta dai 50enni ma da quelli della mia età e di meno. Quindi, mi domando: ma quelle donne di 20 che passano un paio di decenni con uomini di 50, poi a 40 anni avranno accanto dei 60-70 anni e allora cercheranno quelli della loro età che magari a quel punto le vogliono più giovani ;) e non saranno mai state con un giovane nella loro vita ma sempre e solo con "carampani" ;) Io ho avuto fortuna perché ho trovato un quasi coetaneo al quale piacciono le mature, ma non tutte saranno così fortunate eh eh (ragazzi attempati non vi offendete)

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami