Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » Escursioni in montagna: cosa metto nello zaino?

Escursioni in montagna: cosa metto nello zaino?

Durante le escursioni in alta quota lo zaino prende il posto della borsa. E diventa custode di tutte le nostre necessità
Escursioni in montagna: cosa metto nello zaino?

Chi ha in programma una vacanza o un viaggio in alta quota lo sa bene: più o meno quotidianamente il tempo sarà in parte impiegato in trekking ed escursioni alla ricerca delle numerose sorprese che la Natura ci riserva. D'estate poi è un tripudio di colori e suoni, impossibile resistervi e lasciarsi sopraffare dalla pigrizia! L'outifit, casual e “pratico”, avrà un accessorio d'obbligo, lo zaino, da indossare rigorosamente sulle spalle prima di partire per la conquista della cima! È dunque di fondamentale importanza sapere come riempirlo...

 

Riempirlo sì, ma... senza esagerare!

Va bene pensare anche ai piccoli imprevisti, ma una cosa è certa: vietato mettere nello zaino il superfluo che finirebbe letteralmente per pesare sulle nostre spalle. Camminare in montagna è già faticoso di per sé, inutile peggiorare la situazione. Prima di muoverci, quindi, verifichiamo per quanto tempo saremo realmente fuori casa e da lì via con la lista di cose davvero importanti da portare con sé.

 

Cosa è davvero indispensabile

Poche cose ma realmente utili. Da che iniziare? Ad esempio dal prodotto solare: anche se il nostro corpo non è esposto per intero, indossiamo cappello e occhiali, non lasciamo a casa la fotoprotezione per braccia, gambe e parti del viso. In montagna i raggi solari “picchiano” forte e la pelle va schermata adeguatamente. Sempre per fronteggiare le temperature che salgono, è fondamentale avere con sé almeno una bottiglietta di acqua e, per tenere a bada eventuali colpi di calore o semplicemente per una coccola rinfrescante, una bomboletta di acqua termale da vaporizzare sul viso con generosità.

 

Fame e piccoli imprevisti

Anche se si starà fuori casa per un paio di ore al massimo, lo sforzo richiesto della camminata in pendenza esige un aiuto in termini di energia: da stuzzicare al momento della merenda, ben vengano, dunque, biscottini preparati in casa o più semplicemente acquistati. Durante una “gita” in montagna vanno messi in conto, ahinoi, anche piccoli imprevisti quali il morso di un insetto, lo sfregamento di una pianta urticante o, nella peggiore delle ipotesi una caduta. Quindi, nello zaino, devono trovare posto presidi medici in grado di tenere la situazione sotto controllo quantomeno fino all'arrivo di un intervento più idoneo. Ultima ma non meno importante... la pioggia. In alta quota sono frequenti repentini sbalzi di temperatura con improvvisi acquazzoni: un impermeabile leggero ma “tecnico”, occuperà poco spazio ma sarà alleato prezioso in caso di necessità.

 

Sfogliate la nostra gallery per scoprire cosa, secondo noi, deve contenere lo zaino “perfetto” da portare con sé in alta quota!


  • Escursioni in montagna: cosa metto nello zaino?
  • Eau Termale Avene - Acqua Termale Spray
  • Acqua Sant'Anna 750 sport
  • Colussi - Biscolussi
  • Dolorelax Med
  • Yamamay Beauty - Stick Solare Viso e Labbra PSF 50
  • Quechua - Giacca Montagna Raincut
  • Meliconi - Portabottiglia
  • Kleenex Balsam
  • Zanzarella
PAGINA 1 DI 10
PLAY
CONDIVIDI
Di © Riproduzione Riservata

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami