Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » In viaggio coi bambini

In viaggio coi bambini

Tutto quello che c'è da ricordare per partire in vacanza sereni con i più piccoli.

In viaggio coi bambini

Partire per un viaggio con i bambini è una bellissima avventura, indipendentemente dalla meta. Di sicuro però è assolutamente necessario organizzarsi alla perfezione, avere grande attenzione a non dimenticare cose, oggetti, medicine utili e necessarie e avere sempre con sé una bella dose di positività, spirito di adattamento, capacità di ascolto e assolutamente tanta pazienza!

Quale meta scegliere? Questa è la prima domanda che tutte le famiglie con pargoli a seguito si pongono. Mare, montagna, campagna o lago? La riposta viene da sé, poiché si cerca sempre e comunque di assecondare le esigenze della prole, i gusti dei bambini hanno una rilevanza maggiore rispetto alla nostra: se noi amiamo la montagna ma loro amano il mare, è sicuro al 99% che si opterà per spiagge con tanto di ombrelloni, secchiello, palette e braccioli.

Credits: Foto di @Cotrim | PixabayEsistono i temerari o avventurieri, quei nuclei familiari che, nonostante anche la tenera età dei bambini, per nulla al mondo rinuncerebbero a spiagge esotiche e viaggi in posti all’altro capo del mondo, sono quelli che ti inviano la cartolina dall’Indonesia, o con il bambino abbracciato a una giraffa nel cuore dell’Africa.
Poi ci sono le famiglie tradizionali, quelle che oltre Cattolica o Riccione non vanno, per mille motivi: la comodità, le spiagge lunghe e il mare sempre a 30 cm di profondità e dunque sicuro per i piccoli nuotatori, per la baby dance serale organizzata sulla spiaggia e per il baby parking offerto dall’hotel.

Al di là della meta, è importante prima di tutto preparare i vestiti per il viaggio, oltre la classica valigia. Se i bimbi sono molto piccoli sarà necessario organizzare almeno un cambio, dei pannolini in più e acqua in abbondanza, soprattutto i chilometri da fare in auto sono tanti. Bisogna sempre pensare agli intoppi, alle eventi file chilometriche e alle tante soste.

Credits: Foto di @EME | PixabayAh dimenticavo, portate un cambio anche per voi, non si sa mai, se i piccoli soffrono l’auto e il loro pancino non regge alle curve…
Se il viaggio è lungo diverse ore pensate anche a come intrattenere i bambini, a volte piccole cose elementari e semplici come matite, pennarelli e fogli di carta fanno passare meglio il tempo, che per loro è noioso. Poi non dimenticate la musica: da Il coccodrillo come fa alle Tagliatelle di nonna Pina, via libera all’allegria. Ho rispolverato da poco una bella raccolta di canzoni di quando ero piccola io (sigle tv dell’Uomo Ragno, l’Uomo Tigre, Goldrake, l’Ape Maia, Super Gulp, Super Car Gattiger, ecc) e ho notato con gioia che sono molto apprezzate anche dai miei piccoli.

Volete organizzare un viaggio all’estero? Non dimenticate allora i documenti: nell’Unione Europea i minori di 15 anni di età hanno bisogno della Carta Bianca, mentre dal 25 novembre 2009 per tutti i minori di 18 anni nei  Paesi extraeuropei è necessario avere un passaporto individuale.


Credits: Foto di @PIRO4D | PixabayCosa mettere assolutamente nella valigia:

  • l’animaletto o oggetto preferito di vostro figlio
  • medicine che normalmente utilizziamo ed eventualmente l’elenco dei principi attivi in esse contenute. Tra le più importanti: l’immancabile Tachipirina, le gocce per otite, un collirio generico magari in monodose, cerotti, antidiarroici, termometro, macchinetta per aerosol (in commercio ne esistono anche di ultrapiatte)
  • detersivo in tubetto
  • phon
  • latte in polvere
  • chiavetta Usb con copia dei documenti d’identità di tutto il nucleo familiare
  • capi passepartout o magliette e felpe double-face che potrete abbinare un sacco di volte, giacca antivento e pile
  • un libro molto divertente: Sono andata in vacanza con i figli e sono tornata viva, di Carlotta Jesi, Terre di Mezzo 2010.

Se il vostro viaggio è in aereo è bene sapere che:

  • un bambino fino a 2 anni  paga il 10% del biglietto, non ha diritto al posto prenotato.
  • per i bambini dai 2 agli 11 anni il prezzo del volo varia: ad esempio in Europa c’è uno sconto del 33% rispetto al biglietto dell’adulto, sulle compagnie low cost la tariffa è piena.
  • fino al 29 aprile 2011 Lufthansa dà la possibilità di prenotare un volo da 19 euro (solo andata) da 39  euro andata/ritorno per i bambini sotto i 12 anni.

Se decidete di viaggiare in treno:

  • con Trenitalia i bambini di età inferiore ai 4 anni viaggiano gratis( in prima che in seconda classe) ma non hanno diritto al posto a sedere.
  • i ragazzi di età inferiore ai 12 anni possono occupare un posto, viaggiando con una riduzione del 50%
  • dal 1° luglio al 31 agosto 2010, grazie all’offerta Familia Estate, sui treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca, i bambini fino a 12 anni viaggiano gratis, mentre i genitori usufruiscono di uno sconto del 20%. Unica condizione è viaggiare in gruppo, da 3 a 5 persone.

Avete in mente una crociera? Con MSC e Costa Crociere i bambini e i ragazzi fino a 18 anni, in cabina con i genitori, viaggiano gratis tutto l’anno (escluse tasse portuali). Tutto ciò grazie alla tariffa “Insieme” di Msc e alla “Uno & mezzo” di Costa, un adulto e un ragazzo minore di 18 anni viaggiano nella stessa cabina a tariffe scontate.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami