Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » Viaggiare rende felici: una ricerca lo conferma

Viaggiare rende felici: una ricerca lo conferma

Secondo alcune ricerche spendere i soldi in viaggi è più gratificante rispetto a comprare beni materiali. Altri studi, poi, sosterrebbero che chi va alla scoperta del mondo è anche più soddisfatto di chi ha una famiglia e dei figli

Viaggiare rende felici: una ricerca lo conferma

Studiare un itinerario, fare le valigie, e partire significa lasciare le proprie certezze per andare incontro alle novità.
Quando si fa un viaggio si vivono momenti unici, ci si mette in discussione, si conoscono persone e culture differenti e tutto ciò aiuta a ridimensionare i problemi e le preoccupazioni. Viaggiare rende felici, perché fa sentire vivi!
Lo conferma anche una ricerca americana pubblicata sul Journal of Consumer Psychology: se spendere soldi in beni materiali (vestiti, auto, borse, gioielli) regala una soddisfazione immediata, ciò che la scoperta di un nuovo Paese ci lascia è qualcosa che resta nella memoria e nel tempo.

Lo studio
Lo studio
"A wonderful life:experiential consumption and the pursuit of happiness" sostiene che il viaggio è qualcosa che va a formare l'identità delle persone. Quando si scopre il mondo, si ampliano le proprie conoscenze, si conoscono le proprie risorse e si ha una maggior consapevolezza della vita: in fondo il viaggio è una terapia per il corpo e la mente. A differenza di un bene materiale, poi, viaggiare non porta a confronti cosa che invece accade spesso quando si compra un oggetto.
Dalla ricerca è anche emerso che il viaggio, seppur stancante, dona una maggiore energia e carica fisica e per qualcuno viaggiare rende più felici che amare o sposarsi.
Nell'indagine che ha coinvolto 17.000 persone provenienti da 17 paesi, infatti, molti hanno paragonato il viaggio all'esperienza matrimoniale e per molte di queste persone la libertà che si prova a girare il mondo non si può provare con una famiglia (anche se qualcuno è riuscito a non rinunciare a nessuna delle due esperienze).

5 Motivi per cui il viaggio aiuta ad essere sereni
Ma perché viaggiare rendere felici? Ecco 5 spiegazioni.

  1. Si provano emozioni incredibili
    Le sensazioni che si provano non solo durante il viaggio, ma anche mentre lo si prepara e quando si ritorna, aiutano ad affrontare meglio le difficoltà quotidiane.

    Inoltre quando si scoprono cose nuove si stacca la spina dalla quotidianità e ci si alleggerisce dello stress.
  2. Aiuta a credere in se stessi
    Può capitare che durante un viaggio si debbano affrontare ostacoli o imprevisti e ciò costringe a cambiamenti dell'ultimo momento sviluppando così la capacità di problem solving. Tutto ciò aiuta ad aumentare la fiducia in se stessi anche quando si è a casa.
  3. Regali ricordi
    Viaggiare rende felici e aumenta i ricordi belli nella nostra memoria; quando si torna a casa il bagaglio di aneddoti e conoscenze aumenta e potremo portarlo con noi per tutta la vita.
  4. Aiuta la fantasia
    Pianificare un itinerario ed immaginare cosa accadrà aiuta a stimolare la fantasia; si diventa più creativi e come diceva Einstein "La logica vi porterà da A a B. L'immaginazione vi porterà dappertutto".
  5. Consente di apprezzare di più ciò che si ha
    Infine viaggiare rende felici perché aiuta a vedere in modo più obiettivo la propria vita senza considerare ciò che manca ma imparando ad apprezzare ciò che si ha.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami