Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » Torino, prima capitale d'Italia

Torino, prima capitale d'Italia

Torino, capoluogo del Piemonte e bella città da scoprire, piena di storia, arte e architettura.

Torino, prima capitale d'Italia

Quanti di voi hanno detto o pensato che Torino è una città grigia, in cui non accade nulla, dove piove sempre?
Sarà perché sono nata e vivo in questa bellissima città, dove fervono i preparativi per la calebrazione dei 150 anni d’Italia, sarà perché come sempre i fatti danno ragione alle tante parole, spesso campate in aria e pronunciate senza conoscere la realtà delle cose, sarà perché sono apologista (e forse di questo ve ne eravate accorti!), ma di sentire dir cose non vere sulla prima Capitale d’Italia proprio mi riesce difficile e vi spiego perché.


Credits: Foto di @giannidiciavrie | PixabayTorino è salita alla ribalta a livello mondiale con le Olimpiadi invernali 2006, che l’hanno vista al centro del mondo in un’interminabile kermesse di sport e di atleti a contendersi il podio; così si è iniziato a parlare in modo nuovo di questa antica ed elegante città, e sono dell’idea che se da una parte le Olimpiadi sono state utili, non avremmo dovuto aspettare quest’occasione per diventare famosi, in una storia di secoli di guerre, Re e Regine, arte, pittura, architettura, musei ecc.
Torino è la città della Fiat, quella che nel boom economico si veste di sud, di uomini e donne che arrivano con treni lunghi e lenti, portandosi le loro poche cose all’interno di scatoloni di cartone legati con lo spago, con le mani ancora sporche di terra, ma già pronte ad entrare da “mamma Fiat”, per far vivere e crescere la città industriale per eccellenza.
Torino è la città con un centro storico da fare invidia alle più grandi capitali europee, senza nulla togliere a Parigi e alla sua bellissima Senna, ma provate a fare una passeggiata lungo il Po e a fermarvi in Piazza Vittorio, lasciandovi alle spalle la bellissima via Po, l’università a Palazzo Nuovo, la superba Mole Antonelliana, e guardando in tutto il suo splendore la collina torinese presieduta dall’esoterica Gran Madre!

Credits: Foto di @pinzino | PixabayTorino non è grigia, ma piena di verde, basti pensare agli immensi e sconfinati parchi al suo interno: il Valentino, con il suo bellissimo borgo medioevale, il Parco fluviale del Po, parco Colonnetti, parco Ruffini, la Mandria e così via. Una vastità di verde che lascia colpito, chi come i milanesi, arriva da città davvero grigie. Senza contare la collina e le montagne che ci fanno da cornice tutto intorno e tutti i viali alberati che in autunno dipingono la città come un quadro neoromantico.

A Torino è nato il cinema, molto bello e intrigante il Museo del Cinema in cui si rivive la storia, dal passato fino ad oggi, con cimeli, abiti e oggetti che fanno perdere al testa a chi ama le pellicole; e come non ricordare il Festival del Cinema!
Sempre a Torino sono nate la radio, la televisione (trasferite  poi a Roma) e la moda (quest’ultima poi portata a Milano) il Salone del Libro (anche questo volevano portacelo via, ma per fortuna almeno per ora abbiamo tenuto duro e ce lo siamo tenuti!).

Credits: Foto di @diabosik | PixabayQui è nata Carla Bruni che è volata poi a Parigi, beh questa è stata forse la perdita minore…!
Qui è nato il il famoso tramezzino, provate a gustarlo in Piazza Castello al famoso caffè Mulassano, luogo d’incontro che è una bellezza per gli occhi grazie all’abbondanza del Liberty (presente in molti punti architettonici della città, affiancato dal Barocco), che si evidenzia nell’arredamento, negli specchi e ovunque si guardi con stupore.
Amate la storia? Via libera allora al Museo Egizio, il secondo per grandezza e importanza dopo quello del Cairo, il museo del Risorgimento, quello di Pietro Micca, il Museo di Scienze Naturali ecc.

I turisti sono i benvenuti, forse da questo punto di vista noi torinesi non siamo ancora molto abituati a questa “fauna”, come invece accade in tante altre città del nostro stivale, ma quando vi è un turista questo è normalmente ben trattato e riverito e ora non dite però “torinesi falsi e cortesi”, perché se è vero che i proverbi e i detti hanno sempre un fondo di verità, in questo caso la cortesia è vera!

Di © Riproduzione Riservata
TAG  torino  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami