Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » 10 Regole per tornare a frequentare i rifugi in montagna in sicurezza

10 Regole per tornare a frequentare i rifugi in montagna in sicurezza

Dopo mesi di lockdown e di restrizioni si sta piano piano tornando alla normalità delle cose ma chi sta pensando di trascorrere le vacanze in montagna tra camminate e rifugi è bene sia a conoscenza delle nuove norme

10 Regole per tornare a frequentare i rifugi in montagna in sicurezza

Dopo un tempo che ci è sembrato infinito, di brutte notizie, di restrizioni e di impedimenti a spostarci oltre i 200 metri da casa a causa del coronavirus, finalmente ci stiamo rimpossessando delle nostre vecchie abitudini.
Ormai l’estate è cominciata e sebbene non tutti potranno andare in vacanza perché dovranno lavorare o perché la situazione economica non lo consente, la montagna è una di quelle destinazioni adatte anche per delle gite in giornata o per trascorrere brevi week end.
Tuttavia qualcosa nell’era post Covid è cambiata ed è importante conoscere le regole per tornare a frequentare i rifugi in sicurezza.


Credits: Foto di @pasja1000 | Pixabay 10 Norme da rispettare
Le persone, dopo il lockdown, sentono ancora di più il desiderio di stare all'aria aperta, in mezzo alla natura e hanno necessità di muoversi per sopperire alla lunga sedentarietà. Prevedendo un afflusso maggiore in montagna è fondamentale perciò seguire alcune norme varate dal “piano rifugio sicuro” del Cai.

  1. Prenotare il pernottamento prima
    Chi intende trascorrere la notte all'interno dei rifugi deve obbligatoriamente riservare il suo posto. In questo modo si evitano gli assembramenti e non si rischia di dover dormire sotto un cielo di stelle.
  2. Assicurarsi di essere in buona salute
    Prima di iniziare le escursioni è importante conoscere il proprio stato di salute per evitare malori e situazione di eventuale diffusione del virus.
  3. Aspettare le indicazioni dei gestori
    Una volta arrivati al rifugio bisogna aspettare fuori in attesa che i gestori diano indicazioni dettagliate.
  4. Quando è possibile consumare i pasti all'esterno
    Tra le regole per frequentare i rifugi in sicurezza c'è l'indicazione, quando il meteo lo consente, di mangiare fuori all'aria aperta.
  5. L'attrezzatura va messa nelle zone indicate
    Zaini e attrezzature che si usano in montagna vanno lasciate nelle aree apposite predisposte dal proprietario del rifugio.
  6. Avere con sé dispositivi di sicurezza
    Fino a quando le regole non cambieranno tutti devono avere con sé guanti, mascherina e disinfettante da usare all'interno del rifugio o quando non si possono rispettare le distanze di sicurezza.
  7. Usare la propria biancheria
    Chi pernotta in rifugio deve avere con sé il proprio sacco a pelo, sacco lenzuolo e biancheria da bagno.
  8. L'importanza dell'igiene
    Come ormai abbiamo imparato, è fondamentale avere un'accurata igiene del corpo, e lavarsi spesso le mani asciugandosi nei propri asciugamani.
  9. Si potrebbe essere rifiutati
    I gestori hanno il diritto di misurare la febbre agli ospiti; in caso di temperatura superiore ai 37.5 possono vietare l'ingresso.
  10. Occuprsi dei propri rifiuti
    Fazzoletti, mascherine, guanti e tutti i dispositivi individuali utilizzati vanno riportati in valle e smaltiti correttamente. Non gettarli o lasciarli nei boschi e sulle montagne perché inquinano ed è un atto estremo di inciviltà.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  coronavirus  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami