Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » Mantova e dintorni per il week end della zucca

Mantova e dintorni per il week end della zucca

La zucca non solo è un ortaggio autunnale dalle mille virtù, sano e leggero, ma è anche il simbolo di festività come quella di Halloween, un tempo tipica festa americana che oggi ha preso piede anche da noi.

Mantova e dintorni per il week end della zucca

Dolce, colorata e divertente, la zucca è uno dei frutti più tipici di Halloween e della stagione autunnale; la zona del Mantovano le dedica, ormai da 17 anni, una vera e propria rassegna dal nome Di Zucca in Zucca, che si svolge dall'8 settembre all'8 dicembre.
Si tratta di un itinerario gastronomico, che ha come regina della tavola proprio la zucca, e nei numerosi agriturismi che aderiscono all'iniziativa si possono gustare i piatti della tradizione mantovana a base di questo ortaggio, oltre che partecipare a corsi di cucina, di intaglio e mercatini.

Credits: Foto di @uello | PixabayInoltre il 27 ottobre si tiene la Festa delle Lumere, manifestazione in cui il centro di Mantova si illuminerà di arancione con la luce fioca delle lanterne di zucca.
Vediamo insieme di cosa si tratta e come trascorrere un week end insolito nella città di Virgilio e dei Gonzaga.

Un giro per Mantova
La festa può essere l'occasione perfetta per visitare la meravigliosa città di Mantova, partendo dal panoramico ponte di San Giorgio, che conduce all'omonimo castello delimitato dalle tre strade che costeggiano i tre laghi di Mantova. Si tratta di una costruzione risalente alla fine del 1400, dotato di 4 torri, e in quella di Nord Ovest si trova la famosa Camera degli Sposi, dipinta dal Mantegna.
Da vedere anche Piazza Sordello, chiusa sulla sinistra dal Palazzo Ducale, residenza dei Gonzaga e oggi scrigno di tesori quali quadri, arazzi e statue. Nelle vicinanze c'è anche il Teatro Bibiena, gioiello del '700 progettato per Maria Teresa D'Austria.

Credits: Foto di @alex1965 | PixabayI dintorni mantovani
Se il clima lo consente potete affittare una bicicletta e percorrere la pista ciclabile lungo il fiume Mincio e raggiungere alcuni borghi davvero caratteristici, in alternativa gli stessi sono comunque raggiungibili in auto.
Tra questi Castellaro Lagusello, un piccolo centro abbarbicato su un'altura che domina un lago a forma di cuore; l'attuale castello deve la sua origine agli Scaligeri, anche se poi divenne nel corso degli anni dei Visconti, dei Gonzaga e della Serenissima Repubblica di Venezia.
Poco lontano si trova Valeggio sul Mincio, città d'arte che offre non solo cultura ma natura e gastronomia; anche qui si può ammirare il Castello Scaligero e, scendendo verso il fiume Mincio, attraverso un ponte Visconteo lungo 650 mt e largo 25, si raggiunge Borghetto. Qui si respira un'atmosfera medievale, sottolineata dai merli ghibellini, dal campanile della piccola chiesa di San Marco e dalle ruote dei mulini.

Credits: Foto di @federicoghedini | PixabayDove dormire
Per rimanere in tema di zucca, chi deciderà di trascorrere il week end a Mantova potrebbe recarsi al B&B La Zucca, in pieno centro storico, con camere ricavate al quarto piano di un edificio del 500 (non ha l'ascensore), ma ristrutturate secondo le regole di rinnovo, riutilizzo e riciclaggio. Se invece preferite stare fuori dalla città, a pochi minuti da Mantova potete soggiornare al Forte Urbano, un edificio rurale con stanze a disposizione.

© Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami