Home » Tempo Libero » Viaggi / Vacanze » Barcellona, la città dalle mille passioni

Barcellona, la città dalle mille passioni

Se volete visitare una città meravigliosa sotto molti aspetti non vi resta che fare le valigie e andare a Barcellona. Qui troverete molti monumenti spettacolari, enormi piazze, locali notturni, ristoranti e molta cordialità da parte dei residenti

Barcellona, la città dalle mille passioni

Barcellona, città dalle mille risorse, offre ai suoi visitatori un’intensa vita sia di giorno con i suoi molti monumenti e musei, che di notte con ristoranti e locali da ballo. Ma andiamo per gradi analizzando i vari aspetti di questa sensuale città.

Seconda città della Spagna ma primo centro della Catalogna, Barcellona è una metropoli che si affaccia sul mare. È una città culturalmente vivace e protagonista di un vertiginoso progresso economico. Si può definire una città antica e moderna allo stesso tempo, infatti da un lato troviamo le maggiori rappresentazioni del gotico catalano e dall’altro lato le spettacolari espressioni del Modernismo.

Il viaggio a Barcellona non può iniziare che dalla Rambla, il cuore della città. La Rambla, anzi Les Rambles sono sempre state il fulcro della città. Il nome deriva dal termine arabo ramla che significa arenile. Anche se tutti la chiamano Rambla, al singolare, in realtà questo lungo viale, che inizia vicino a piazza di Catalunya e finisce ai piedi del monumento di Cristoforo Colombo, comprende sei diverse ramblas, ognuna con un proprio nome.

La prima ramblas è quella di Canaletes, nome popolare che gli è stato dato dalla fontana di Pagaie, situata lì sin dai tempi antichi; secondo un detto popolare chi beve in questa fontana tornerà almeno una volta a Barcellona. L’ultima ramblas è quella di Santa Monica, l’entrata del porto in cui si alza la parrocchia che le dà il nome e che fu, anticamente, convento degli Agostiniani Scalzi.

Il viaggio continua con il porto di Barcellona uno dei più grandi d’Europa, la zona più famosa è la moderna passerella pedonale che collega la rambla con il centro commerciale Maremagnum. Nella zona del porto merita una visita, la pittoresca Barceloneta, vecchio quartiere dei pescatori, e la Vila Olimpica, zona riqualificata in occasione delle Olimpiadi del 1992 con il recupero della spiaggia e la nascita di alberghi, ristoranti e bar.

Uno dei simboli di Barcellona è poi senz’altro la gigantesca Sagrada Familia, l’edificio fu iniziato nel 1882 e non è stato ancora concluso, raccoglie le spoglie dell’artista, e si staglia nel panorama della città con altissime torri gugliate.


Per quanto riguarda la cucina, il cibo è ottimo con prezzi accessibili, e poi Barcellona è una città all’avanguardia mondiale per la gastronomia. Il segreto della cucina della Catalogna è la doppia natura, marina e terrestre, che ha fatto nascere una cucina originale e variegata che i catalani definiscono mar y montana. Il mescolarsi di paesaggi e climi diversi ha reso la cucina catalana un incrocio di odori, sapori, e profumi.

Non dimentichiamoci, e mi rivolgo soprattutto alle donne, dello shopping, essenziale per ogni vacanza che si rispetti. Nel centro della città c’è una grande concentrazione di negozi; e per chi volesse qualcosa di davvero tipico, non deve lasciarsi sfuggire le botteghe, tante tra le ramblas e la Via Lavetana, che vendono oggetti in pelle, i cappelli e le famose espadrillas.

Per finire non dimenticate di andare nei vari locali della città dove si balla oltre il flamenco anche la sardana, un ballo tipico catalano, e dove s’incontra tanta gente cordiale e allegra.

Quindi non mi resta che augurarvi una buona permanenza a Barcellona!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami