Home » Tempo Libero » Tecnologia » WhatsApp, chiamate vocali in arrivo?

WhatsApp, chiamate vocali in arrivo?

In test in India delle telefonate usando il programma di messaggistica istantane, ma al momento nulla di ufficiale, quando accadrà?

WhatsApp, chiamate vocali in arrivo?

Forse ci siamo, oltre ai messaggi istantanei a breve si potrà anche telefonare con Whatsapp.
Già se ne era parlato tempo fa, poi a seguito dell'acquisizione della scorso anno da parte di Facebook dell'azienda si sono accavallate altre notizie, sulla sicurezza dei dati, sul mantenimento delle condizioni di utilizzo e molto altro.
Ma ora da indiscrezioni di alcuni blog indiani, sono in corso dei test.
Skype e Viber devono preoccuparsi?
E' tutto vero o è solo una bufala?


Attendibilità
Sembra che sia sfuggito a qualcuno, come sempre, l'immagine ed il commento di una telefonata fatta usando l'account di WhatsApp e un'immagine postata è finita in rete...come dice la teoria del battito d'ali della farfalla che può creare uno tsunami, è invece accaduto in senso mediatico. Dall'India, sino in Europa e soprattutto negli USA, è immediatamente circolato il rumors in questione. Sul sito dell'azienda di messagistica istantanea e tanto meno su quello di Facebook non vi è nessun accenno, quindi nessuna conferma.


Funzionalità
Anche per questo tipo di informazioni si sa veramente poco, la chiamata va ad utilizzare il numero di telefono inserito all'atto della registrazione, effettuando quindi una chiamata vocale al destinatario e questo apparentemente senza costi, come avviene con Skype o Viber. Nulla più si sa, neppure chi è stato scelto per queste prove e perché, forse già essere in India è servito per mantenere un certo riserbo su questa attività, ma, essendo ormai un mondo globale, qualcosa è sfuggito... o l'hanno fatto sfuggire.


Cosa può accadere
Per molti potrebbe sembrare una notizia di poca importanza, ma pensate a chi vende servizi di telefonia? Se le comunicazioni vocali venissero veicolate unicamente da WhatsApp avrebbero una perdita di introiti e di contratti non indifferente. Ovviamente si deve avere un contratto dati, ma al momento si parla anche di costo anche per il traffico voce. Certamente per ora i colossi della fonia stanno a guardare gli sviluppi.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami