Home » Tempo Libero » Tecnologia » Snapchat: tutto quello che devi sapere

Snapchat: tutto quello che devi sapere

Snapchat è senza dubbio l'applicazione più in voga del momento: scopriamo insieme cos'è e come funziona

Snapchat: tutto quello che devi sapere

Messaggi che si autodistruggono, filtri di geolocalizzazione, foto con riconoscimento facciale. No, non stiamo parlando di sofisticate tecnologie di investigazione, ma di alcune delle caratteristiche di Snapchat, l'app di messaggistica social più amata dalle giovani generazioni.
Se Facebook resta al primo posto tra i Social Network – e nulla fa presagire che possa arrivare qualcuno o qualcosa a privare Zuckerberg di questo primato – ad aver fatto breccia nel cuore dei più giovani, i cosiddetti Millenials (coloro nati tra la fine degli anni Ottanta e i primi anni del Duemila) è infatti l'app col fantasmino giallo.
Intuitiva, divertente, sicura: Snapchat strizza l'occhio ai teenagers e se ne accaparra facilmente il download su smartphone. Occhio però a non sentirsi esclusi da questa nuova tendenza: il giovanissimo social network è pronto a conquistare anche i cuori di coloro che la maggiore età l'hanno già raggiunta da un pezzo.


Cos'è Snapchat, l'app che fa impazzire i Millenials
Partiamo dalle basi e rispondiamo alla prima delle domande che istintivamente viene da porsi: cos'è Snapchat? Snapchat è un servizio di messaggistica istantanea – alla stregua di Whatsapp e Telegram, per intenderci – ma dalle spiccate caratteristiche social. Fondata nel 2011 da Bobby Murphy ed Evan Spiegel, l'app può essere scaricata su smartphone e tablet e permette agli utenti di inviare messaggi di testo, foto e video.

Fin qui nulla di nuovo, se non fosse per una caratteristica che rende Snapchat unico nel suo genere: i contenuti inviati possono essere visualizzati solo per un certo numero di secondi (da 1 a 10, a scelta del mittente) per due volte, dopodiché si dissolvono nel nulla. «Che ci vuole? Basta fare uno screenshot al contenuto ricevuto». Non esattamente: Snapchat è pronto ad inviarti una notifica ogni qualvolta un tuo amico deciderà di salvare la foto o il messaggio da te inviato.


Snapchat e il suo lato social
Da qualche tempo, Snapchat ha però deciso di abbandonare lo status di semplice applicazione di messaggistica e adottare un profilo più social. Ecco quindi che, oltre a mandare messaggi in privato agli amici, si possono condividere contenuti sulla propria storia, una specie di bacheca che contiene tutti gli snap della giornata. Esatto, solo della giornata, perché – pur potendo essere visualizzati infinite volte – i contenuti si autodistruggono dopo 24 ore. E, anche in questo caso, vale la regola aurea: se fai lo screenshot, lo verrò a sapere.

Si può decidere se rendere visibile la propria storia solo agli amici – coloro che ti seguono – o all'intero pubblico di Snapchat. Un'ulteriore caratteristica capace di completare il quadro di sicurezza – non totale, intendiamoci – dell'applicazione.

Snapchat: come funziona
«No, non mi interessa sapere come funziona Snapchat: tanto non lo scaricherò mai». Lo abbiamo detto tutti, ma poi tutti abbiamo ceduto alla curiosità e siamo rimasti impietriti a fissare l'interfaccia dell'applicazione per diversi secondi senza capirne il funzionamento.
Concepita per i giovanissimi, l'applicazione col fantasmino giallo non risulta così immediata a chi è abituato agli altri social. Solo apparenza: basta prendere un minimo di dimestichezza per comprendere che su Snapchat è tutto a portata di...pollice.


Appena si apre l'applicazione, ci si ritrova di fronte alla fotocamera. In alto si trovano tre icone: a sinistra quella per attivare e disattivare il flash, a destra quella per girare la fotocamera, e al centro il fantasmino che ci condurrà nella pagina dalla quale aggiungere amici e accedere alle impostazioni.
Due icone si trovano anche in basso: a sinistra quella che riporta ai messaggi privati con gli amici, a destra alla pagina contenente le storie di coloro che segui.
Basta scattare foto o girare un video, personalizzare il contenuto con scritte, emoticons e filtri già contenuti nell'app, e poi condividere il tutto sulla propria storia, o privatamente con qualche amico. Et-voilà, il gioco è fatto.


Ti sei convinto? Qui puoi eseguire il download di Snapchat per iOS e per Android senza correre il rischio di sentirti un dinosauro che non sa di essere estinto.

Di Francesca Ferrandi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami