Home » Tempo Libero » Musica » I REM si sono sciolti

I REM si sono sciolti

Uno dei gruppi rock alternativo più famoso al mondo ha deciso di sciogliersi, da amici, faranno altro?

I REM si sono sciolti

Ha lasciato di sorpresa i loro fan, ma anche tutto il mondo della musica l'annuncio sul loro sito ufficiale, apparso il 21 Settembre, della scelta dei componenti del gruppo di dichiarare finita la loro esperienza in comune come R.E.M. Nel breve comunicato la band ringrazia chiunque abbia avuto qualcosa dalla loro musica, chiunque li abbia amati e non solo, ognuno dei tre esprime la volontà di lasciarsi come amici che hanno fatto un percorso insieme e che insieme hanno preferito 'chiudere' questo percorso. Dopo 31 anni di attività è stata messa la parola fine ad uno dei gruppi rock alternativi più importanti nel mondo musicale, e a pensarci bene non sembra neppure che siano passati così tanti anni.

Costituiti nel 1980 iniziarono a chiamarsi Twisted Kitesd, ma quasi immediatamente presero il nome di R.E.M. che deriva dalla classificazione 'rapid eye movement' della fase del sonno in cui si sogna e non è mai stato chiarito se scelto per caso o per un simbolismo di 'sognatori'. La formazione iniziale era composta da quattro elementi: Mike Stipe voce, Peter Buck alla chitarra, al basso Mike Mills e Bill Berry alla batteria. Varcarono i confini della Georgia e pubblicarono il loro primo singolo l'anno successivo Radio Free Europe giudicato dalla rivista Village Voice di New York come il Best Single Indipendent. Lentamente, anche se sempre visti all'inizio come una 'college band' (derivata dalla loro costituzione nell'ambiente universitario), iniziarono a farsi conoscere pubblicando dal 1982 al 1988 un albun l'anno, nel 1987 ne pubblicarono addirittura due (uno era una raccolta), grazie alle loro sonorità con chitarre e basso molto presenti e con influenze di vario tipo, dal punk, al country folk e anche ai testi spesso incomprensibili di Stipes. Sempre nel 1988 cambiano casa discografica andando con la Warner Bros Record che inizia con Green a spingere il gruppo nel mondo dei grandi della musica, questo è il loro disco della svolta, che li prepara al grande successo mondiale. Questo disco esce il giorno delle presidenziali rivelando una forte contestazione verso la politica di Regan dell'epoca.

Il salto definitivo è del 1991 con Out of Time, album epocale che raggiunge in brevissimo i primi posti di tutte le classifiche. Losing my Religion è la canzone traino, dove si parla di 'perdere la pazienza'. Nel 1992 esce un altro grande successo che bisserà e supererà il precedente per numero di copie vendute (18 milioni contro 15), Automatic for the People, pur essendo un album molto intenso, legato al concetto della morte e di tutto quello che ruota attorno (dolore, dubbi, sofferenza, speranza, solidarietà) e anche di omosessualità. Grande successo ebbe Everybody Hurts, in cui si esorta a tenere duro contro le avversità. Questo disco è stato dedicato a River Phoenix e Kurt Cobain, morti prematuramente.Segue Monster nel 1994 e poi New Adventures in Hi-Fi nel 1996, ultimo disco con il batterista Bill Berry che si suppone si sia ritirato in seguito all'aneurisma che lo aveva colpito.

Il nuovo disco del 1998, Up, mancante di Berry ha una sonorità molto diversa e si avvicina molto alla musica elettronica, lasciando comunque pezzi come Daysleeper, una canzone molto legata alla metropoli e Lotus (personalmente uno dei pezzi che preferisco).In quel periodo, anche se mai rivelato, si è iniziata a diffondere la voce che Stipe avesse l'AIDS, essendo dichiaratamente omosessuale, soprattutto per il suo aspetto fisicamente provato mostrato nei video dell'epoca.

Nel 2001 è l'anno di Reval, di Imitation of Life e nel 2004 di Around the Sun con Living in New York, poi nel 2008 Accelerate con il loro ultimo tour con date in Italia, a questi si intervallano raccolte e tour mondiali. L'ultimo disco è Collapse into Now di quest'anno con Uberlin sempre legato alla città.
Certamente hanno lasciato della grande musica.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami