Home » Tempo Libero » Motori » Nuova Citroën C4

Nuova Citroën C4

Ecco la nuova classe media di Citroën, che si va a collocare tra la un’utilitaria e una familiare.

Nuova Citroën C4

Nuova Citroën C4 profiloNel mondo delle auto la Citroën è uno dei marchi sicuramente riconosciuti a livello europeo, e sta puntando a ritagliarsi uno spazio sempre più definito nelle quattro ruote. Nel panorama delle linee prodotte dalla casa francese, mancava un anello di unione tra una utilitaria come la C3 e un auto familiare come la C5.
Dall’anno scorso, con la celebrazione del 90esimo anniversario e con un nuovo board a gestire l’azienda, è in essere una revisione completa del design dei nuovi modelli, come la DS3 per esempio, ed è proprio in questa cornice che si colloca la nuova C4, puntando su queste semplici caratteristiche migliorative: responsabilità, creatività, benessere, stile, spazio, servizi, personalizzazione. Ma andiamo a vedere le principali caratteristiche.

Nuova Citroën C4 design estreno

Design esterno
Partiamo forse dalla caratteristica più visibile che è il nuovo design. E’ stata abbandonata la forma notevolmente a uovo che contraddistingueva la media della classe C, per aprirsi verso un design molto più elegante e allungato, più aerodinamico e di tendenza, con il cofano bombato e sia proiettori che fari ridisegnati, più una presa d’aria di utilità, che fornisce anche un tono più aggressivo all’auto.

Design interno e abitabilità
Nuova Citroën C4 design internoAnche nel design interno sono stati fatti passi da gigante, sia per ergonomia sia per la piacevolezza estetica. I pulsanti e le informazioni di guida sono semplici, facili e molto intuitive, anche la leva del cambio è totalmente trasformata. Lo spazio è ampio anche per i passeggeri posteriori. Il tetto è in vetro, anti urto e in sicurezza per precipitazioni atmosferiche, è panoramico con delle tende parasole. Ci sono vani, scomparti e cassetti ovunque, anche nella parte posteriore.

Aiuti alla guida
Per chi non è propriamente un autista perfetto, o anche semplicemente per comodità, sono stati inseriti i sensori di parcheggio su entrambi i paraurti, la partenza assistita in pendenza e anche il limitatore di velocità, utile per rispettare i limiti e rilassarsi alla guida.

Sicurezza
Veniamo a un fattore magari poco visibile, ma essenziale e fondamentale: la sicurezza. La parte frontale è stata studiata per assorbire al meglio gli urti, le porte anteriori sono state rinforzate, così come l’abitacolo è stato reso più rigido per evitare le deformazioni. Gli airbag sono ben sei, per una migliore protezione di tutti i passeggeri: frontali, laterali e a tendina. Un nuovo sistema di frenata che, oltre all’ABS, inserisce un controllo di distribuzione di pressione sulle ruote all’atto della frenata e un’amplificazione della frenata se si agisce improvvisamente sul pedale. Se le gomme hanno una pressione sotto la media di sicurezza, entra in funzione un segnalatore sonoro e luminoso.

Rispetto dell’ambiente
Attenti all’ambiente, le emissioni di CO2 di 109 g/km per il 1.6 (si sale a 114 con ruote da 17″ o 18″) e 127 g/km per il 2.0 (salgono a 130 con ruote da 17″ o 18″) sono tra le più basse della categoria. Si può migliorare abbassando di circa 4 punti l’emissione di CO2 se si usano gomme Michelin che possono essere montate scegliendole nell’allestimento.

Consumi e prezzi
La dichiarazione dei consumi è di 4,2 l per 100 km o 4,9l rispettivamente per il 1.6 e-HDi e il 2.0 HDi che aumentano di uno 0,1 se si usano ruote da 17” o da 18”.
Si parte da 16.300€ per l’entry level 1.4 VTi Attraction da 95 CV, sino ai 24.550€ per il top di gamma, la 2.0 HDi in allestimento Exclusive da 150 CV.
La nuova e-HDi è invece disponibile in tre versioni di allestimento: Seduction, Business ed Exclusive e i prezzi sono rispettivamente a 21.750€, 22.750€ e 24.050€.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami