Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » X Factor 9: una puntata di Audizioni tutta da ridere con i The Van Houtens e gli Iron Mais - Parte 1 di 3

X Factor 9: una puntata di Audizioni tutta da ridere con i The Van Houtens e gli Iron Mais

Con la puntata di ieri sera, X Factor 9 conclude l'ultima puntata di Audizioni per passare, giovedì prossimo, ai BootCamp. Scopriamo insieme chi sono stati gli ultimi talenti ad ottenere il sì della giuria

X Factor 9: una puntata di Audizioni tutta da ridere con i The Van Houtens e gli Iron Mais

«Oggi è l'ultimo giorno di Audizioni, l'ultima chance per trovare nuovi talenti». Con questa frase Skin dà il via alla terza ed ultima puntata dedicata alle Audizioni di X Factor 9, in cui nuovi aspiranti cantanti, decisi ad ottenere il via libera per le prossime fasi del talent, si sono cimentati di fronte ai giudici in quella che potrebbe essere l'occasione della loro vita. Scopriamoli insieme!

La puntata
I primi a presentarsi sul palco sono i Moseek, una band composta da tre giovani ragazzi dal fondo musicale elettro-rock. La loro è una performance molto efficace, anche dal punto di vista scenico, capace di incuriosire i quattro giudici, tutti convinti a dare il loro sì.

 

Marco Gori, 23 anni, proveniente dall'Isola d'Elba, è il secondo aspirante talento a salire sul palco di fronte ai giudici. Il pezzo che ha deciso di portare è Grace Kelly di Mika, un brano particolarmente ostico e rischioso e la cui scelta infonde da subito nel pubblico e nella giuria un profondo scetticismo. Partito un po' in controtempo – Skin lo definirà poi un “diesel” - Marco riesce a riprendersi egregiamente durante il corso della canzone, stupendo il pubblico e lo stesso Mika. «Sono un po' stronzo a dirlo: non volevo mi piacesse la tua performance, però mi è piaciuta», ammette il cantante, piacevolmente sorpreso. E se piace all'autore della canzone, perché non dovrebbe piacere anche agli altri giudici? Per lui sono 4 sì.

È poi il turno di Enrica Tara, una studentessa di soli 16 anni che decide di cimentarsi in uno dei brani più conosciuti di Marco Mengoni, In un giorno qualunque. Dalla sua profondissima voce riesce ad uscire una grinta pazzesca, desueta per una ragazza così giovane. La standing ovation e l'en plein di sì sono assicurati.

 

«Come mai sei a X Factor oggi?». «Per vincere». Con questa sicurezza, mista ad un pizzico di spocchia, il ventenne Giuseppe Forchia si presenta di fronte ai giudici. Il suo atteggiamento fa subito storcere il naso a Mika e la sua scelta di esibirsi con Bring me to life degli Evanescence risulta poco saggia, trattandosi di un pezzo non nelle sue corde. L'unica a rimanere affascinata dal ragazzo è Skin, ma un solo sì non basta: Giuseppe non riesce ad accedere alle successive fasi del talent.

È poi il turno di una vecchia conoscenza di X Factor, l'eccentrica Federica Moricono, già presentatasi lo scorso anno; ma anche questa volta la sua performance non riesce a stupire la giuria. «Dimagrisco e ritorno», dichiara ai microfoni. E suona quasi come una minaccia.

Uno dei personaggi più particolari ed enigmatici della serata è senza dubbio Andrea Prestianni: vestiario opinabile e passione per le battute mediocri, l'impatto su pubblico e giuria non è di certo dei migliori. Ma, come si dice, l'abito non fa il monaco e la sua performance si dimostra al di sopra di ogni aspettativa. Lo stupore dei giudici è veramente alle stelle: sono 3 i sì per lui. Si oppone al suo ingresso solo Mika, titubante circa questo abisso tra la voce pazzesca e la mediocre apparenza.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 3
TAG  x factor 9  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami