Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » X Factor 2016: un inizio scoppiettante per il talent di Sky - Parte 1 di 2

X Factor 2016: un inizio scoppiettante per il talent di Sky

Buona la prima: la puntata iniziale di X Factor 2016 è stata quasi impeccabile. Scopri con noi cosa è accaduto e i top e flop della serata

X Factor 2016: un inizio scoppiettante per il talent di Sky

Pronti, partenza, via! X Factor 2016 Italia è finalmente iniziato con la prima puntata di Audizioni e, almeno dalle premesse, pare proprio che ci troviamo di fronte a una delle edizioni più interessanti del talent. Ritmo incalzante, montaggio sapiente, giudici eterogenei ma complementari: oltre ad aiutarci a scovare nuovi talenti per il mercato della musica, X Factor è uno show e come tale ha il gravoso compito di intrattenerci e di divertirci e il grande merito di farlo in maniera impeccabile.

In attesa di scoprire cosa accadrà nelle prossime puntate di Audizioni, ecco il riassunto della prima serata di X Factor 2016.

 

X Factor 2016: le scoperte della serata

Al di là delle risate e del divertimento che di sicuro non sono mancate, la prima puntata di X Factor 2016 ci ha dato modo di conoscere dei talenti musicali davvero interessanti. Ecco, tra i tanti che si sono presentati, quelli che ci hanno colpito di più.

 

Soul System. I 5 ragazzi veronesi sono i primi ad esibirsi e lo fanno con una energica e ritmata versione di Empre State Of Mind di Jay Z e Alicia Keys. «Suonate come 5 ragazzi di New Orleans» gli dice Manuel Agnelli e noi non potremmo essere più d'accordo: con il suo soul un po' anni Sessanta, la band conquista i 4 sì della giuria. Se chi ben comincia è già a metà dell'opera, questa decima edizione di X Factor saprà stupirci.

 

Gaia Gozzi. Studentessa di 18 anni, è forse la concorrente che più ci ha convinti ed emozionati nel corso della prima serata. Occhi sprizzanti di gioia, rapporto unico con la madre, voce suadente e vissuta nonostante la tenera età e pure qualche apprezzamento da Alvaro Soler – come se già non dovessimo invidiarle le doti canore. Con la sua performance di House of the Rising Sun, la ragazza si porta a casa la prima standing ovation della serata e i 4 sì dei giudici.
 
 

Armando Pavone. Si presenta come un “onironauta”, un astronauta ed esploratore dei sogni. Sembra essere l'ennesimo schizzato approdato alle audizioni per ignoti motivi e invece, quando impugna il microfono e si esibisce con un suo inedito, riesce a scombussolarci il cuore. Si commuove lui e riesce a commuovere un po' anche noi, non lasciandoci altra possibilità che ammetterlo: canta davvero da sogno. 4 sì per lui.
 
Les enfants. Boy Scout, look tra il casual e il trasandato andante, Antonello Venditti come cavallo di battaglia: le premesse per essere ridicolizzati dalla giuria c'erano tutte. E invece i 4 ragazzi si presentano con una versione un po' anni Ottanta di Che fantastica storia è la vita capace di mettere a tacere anche i pregiudizi più radicati. Bravi, bravi davvero: si guadagnano i 4 sì della giuria e anche il nostro.

 

Valentina Giardullo. Madre thailandese, padre italiano, sorriso smagliante, chitarra acustica al collo e – a nostro avviso – la scelta di un ottimo brano con cui esibirsi: Candy di Paolo Nutini. Una voce delicata, pulita ma sconvolgentemente bella. 4 sì per lei, più i complimenti di Alvaro Soler, che non guastano mai.

 

Five Stories. Cinque ragazzi, cinque storie, cinque voci e un unico grande merito: quello di lasciarci a bocca aperta. Nonostante suonino insieme da poco, solo 4 mesi, nonostante non diano assoluta priorità all'impegno musicale – «Credo sia molto arrogante da parte vostra incontrarvi e suonare un paio di volte al mese», gli dirà Manuel Agnelli – la loro performance è ottima. 4 sì.

 

Andrea Biagioni. Insegnante di chitarra, si presenta davanti ai giudici strimpellando Ben Harper e sfoggiando una tecnica musicale da far invidia anche al musicista più navigato. «Sei uno di quei talenti che quando arriva mi fa sentire in difetto», gli dirà Fedez. En plein di sì anche per lui.

 

Diana e Luca. Ultima menzione per questa coppia di fidanzati espatriati a Berlino che si esibisce di fronte ai giudici con Chandelier di Sia. L'emozione si può toccare con mano, tanto che la ragazza si commuove e decide di raccontare la sua storia fatta di Testimoni di Geova, sofferenze e grandi rinunce. 4 sì anche per loro.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
TAG  x factor 2016  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami