Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » The Grand Budapest Hotel, al cinema il film di Wes Anderson

The Grand Budapest Hotel, al cinema il film di Wes Anderson

The Grand Budapest Hotel è il nuovo film di Wes Anderson che si sviluppa su tre tempi cronologici differenti creando un vero e proprio capolavoro

The Grand Budapest Hotel, al cinema il film di Wes Anderson

Arriva oggi giovedì 10 aprile al cinema il nuovo film di Wes Anderson, "The Grand Budapest Hotel", piccolo capolavoro nel campo cinematografico. Vediamo insieme di cosa si tratta. 

Trama
Una storia nella storia. Che ancora narra un'altra storia. È questo lo schema narrativo del nuovo film di Wes Anderson, un po' complesso all'apparenza ma che si apre sotto gli occhi dello spettatore con lineare naturalezza minuto dopo minuto. Tutto comincia quando una bambina trova un libro in cui viene raccontata la storia di un albergo, il Grand Budapest Hotel, scritto da un romanziere ormai anziano che decide di svelarne l'origine. A raccontargli la storia che aveva poi narrato nel suo romanzo era stato, molti anni prima, il signor Moustafa, proprietario dell'albergo ormai destinato alla decadenza ma che poteva vantare un glorioso passato nella ristorazione alberghiera. Nel periodo più glorioso della repubblica, a Praga era stato Monsieur Gustave ad assumere Moustafa come fattorino, instaurando con lui un rapporto speciale e indissolubile e affrontando al suo fianco l'imminente guerra e tutte le conseguenze che avrebbe portato con sé.

Film
Anderson, regista del film, non si smentisce neanche stavolta, confezionando un vero e proprio capolavoro cinematografico, una bomboniera sopratutto per ciò che riguarda colori, ambientazione, vestiti e colonna sonora, caratteristiche che è riuscito a gestire abilmente pur lavorando su tre spazi narrativi e cronologici distanti tra loro.
Il film, ha spiegato il regista, si ispira a un grande scrittore degli anni Venti, Stefan Zweig, il quale, di un'ideologia fortemente pacifista, vide i suoi capolavori venire bruciati dalle truppe naziste: è dalle sue opere che il regista ha dichiarato di aver preso le mosse per questo suo nuovo, meraviglioso film.

Cast
Il ruolo da protagonista di Monsieur Gustave è stato affidato a Ralph Fiennes, famosissimo – ma forse irriconoscibile, dati i particolari ritocchi fisici realizzati mediante computer che che il film esigeva – per il suo ruolo nella saga di "Harry Potter", nella quale lo vediamo nei panni del terribile Lord Voldemort. Nei panni del suo più fedele amico, il fattorino Zero Moustafa, troviamo invece F. Murray Abraham, celebre per il suo ruolo in “Scarface”.
Il giovane Dimitri è invece interpretato da Adrien Brody, vincitore nel 2002 per il premio Oscar come migliore attore protagonista nel film “Il pianista”. Mathieu Almaric interpreta Serge, mentre Joplin è interpretato da Williem Dafoe. Ma il cast di “The grand Budapest hotel” è ricco di attori di talento - alcuni dei quali coprono dei ruoli non centrali nel film – che vale la pena nominare: Jude Law, Owen Wilson, Edward Norton e Léa Seydoux.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
TAG  cinema  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami