Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Sanremo 2019, quarta serata

Sanremo 2019, quarta serata

Mentre cresce l'attesa per la finalissima del Festival, i big si sono cimentati in duetti proponendo nuove sfumature dei loro brani in concorso. E all'Ariston sfilano 56 artisti...

Sanremo 2019, quarta serata

Con lo sguardo alla finale, per Sanremo 2019, venerdì 8 febbraio è stata la serata dei duetti. Claudio Baglioni introduce il penultimo appuntamento, protagonisti ben 56 artisti - i 24 in gara più i 32 ospiti ad affiancare i cantanti. Acqua dalla luna è il brano scelto da Direttore Artistico per aprire le danze che, data la lunga maratona musicale, ha portato all'Ariston solo un supersopite, Ligabue, e Anastasio, il vincitore dell'ultima edizione di X Factor. Viene presentata la Giuria d'onore, chiamata a riconoscere il miglior duetto: con Mauro Pagani (presidente), ci sono il regista Ferzan Ozpetek, la conduttrice Camila Raznovich, le attrici Claudia Pandolfi e Elena Sofia Ricci, il giornalista Beppe Severgnini, la conduttrice tv Serena Dandini e lo chef Joe Bastianich. Che, a fine serata, a una manciata di minuti prima dell'una, proclameranno vincitori Motta con Nada e  Dov'è l'Italia. Fischi in sala ma tant'è.

Nel frattempo come è andata? Scopriamolo insieme.

 

 

Ligabue con superchitarra
Ligabue arriva all'Ariston da superospite. E si presta al gioco un po' caciarone del festival e di Bisio, che lo presenta sul palco. Prima l'ingresso dalle quinte, poi vuole ri-entrare dalla scala, poi dalla scala con una chitarra enorme, infine si fa condurre sul palco seduto su un grande trono, con tanto di mantello bordato d'ermellino, come Freddie Mercury al concerto di Wembley, anno 1986. Canta prima Luci d'America, il nuovo singolo che anticipa Start, l'album in uscita l'8 marzo, poi Urlando contro il cielo. Infine l'annunciato duetto con Baglioni, un omaggio a Guccini con Dio è morto.

 

Di nuovo ovazione per la Bertè

Conferma calorosi consensi la performance di Loredana Bertè, terza volta sul palco con Cosa ti aspetti da me, accompagnata da Irene Grandi. Per lei look griffato Gianluca Saitto, con gambe in (bella) mostra, lunghi capelli blu degradè e labbra rosso fiamma. Sa distinguersi, in tutti i sensi. Prima di lei Ex-Otago con Jack Savoretti (Solo una canzone), Enrico Nigiotti (Nonno Hollywood) con Paolo Jannacci e Massimo Ottoni, poi Daniele Silvestri e Rancore per Argentovivo con Manuel Agnelli.


Momento talent

Anche quest'anno il talent di Maria de Filippi è protagonista. Ieri, con la presenza tra gli ospiti, di Alessandra Amoroso, oggi con l'esibizione di Einar, uno dei due vincitori di Sanremo Giovani (e allievo della scuola di Amici della passata edizione), che per la sua Parole nuove si fa accompagnare da due "colleghi": Sergio Sylvestre e Biondo. Le teenager sono impazzite, fioccano i tweet.

A seguire, però, è la platea a infiammarsi per l'esibizione di Simone Cristicchi con la sua Abbi cura di me, per la quale come compagno sceglie Ermal Meta (ex prof di Amici). Altro duetto tra i più attesi, quello di Ultimo con I tuoi particolari: al suo fianco, Fabrizio Moro (altro ex prof di Amici e, proprio con Meta vincitore di Sanremo 2018), le voci si fondo alla perfezione, la vetta sembra essere davvero a un passo.

 

Non rimane che aspettare la finale di questa sera. Telecomandi puntati su Rai1, con pronostici alla mano e tanta voglia di fare le ore piccole.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami