Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Sanremo 2015, i protagonisti hanno detto che....

Sanremo 2015, i protagonisti hanno detto che....

A breve si accenderanno le luci dell'Ariston. Ansie e aspettative travolgono i protagonisti, cantanti e non. Ecco cosa hanno detto alcuni di loro poco prima di iniziare le danze...

Sanremo 2015, i protagonisti hanno detto che....

L'entusiasmo è tanto, la paura di restare al palo anche. Ma, si sa, saranno share e vendite di cd a decretare il vero vincitore e non semplicemente l'assegnazione del podio, sabato 14 febbraio.
L'Ariston è una vetrina incredibile, per vincitori e vinti, ma anche per non diretti interessati. Capire come andrà l'edizione 2015 del Festival canoro più importante del nostro paese, quello che ha visto il ritorno di alcuni big che da tempo non venivano nella città dei fiori (leggi Raf, Nek, Irene Grandi e Marco Masini) e l'arrivo dei giovani talent (sempre candidati alla vittoria, come la storia insegna) e di ospiti di tutto rispetto, tra comici, cantanti e personalità di rilievo, è possibile anche dalle dichiarazioni dei diretti interessati. Leggiamone alcune.

Carlo Conti

Al suo primo Sanremo, Carlo Conti veste il ruolo da vero protagonista. «Sforare? Finiremo poco dopo mezzanotte e venti minuti, ci metto il ritmo nelle cose che faccio», ha detto senza indugio a chi ha ironizzato sulle passate edizioni ad libitum.
Presentatore e direttore artistico dell'evento più atteso e probabilmente più seguito della stagione, il mattatore toscano ha ribadito ad Albano e Romina il ruolo di ambasciatori della musica italiana nel mondo. Di loro hadetto: «È un tributo giusto, era impensabile che la loro reunion fosse solo all'estero, a Mosca. Hanno dato tanto al Festival, portando la musica italiana nel mondo. Sono ambasciatori della nostra lingua. Qui faranno un medley».

 

Arisa

«Io a Sanremo sono particolarmente legata, tutto per me è iniziato da qui, con Sanremo lab. Sono andata a mangiare una banana sul porto e mi sono ricordata quando mangiavo il panino sulla panchina. Non temo chissà cosa, mi sono prefissata di essere me stessa e contribuire a rendere questo Festival quello che la gente vuole: popolare. Di base io non ho mai fatto la valletta in vita mia. Metterò dei grandi vestiti perché tanto non devo cantare. Speriamo di ricordarci le battute e di non cadere sulle scale», parola di Rosalba Pippa.

Annalisa  

«Le prove sono andate bene, benissimo. Mi sento in fibrillazione, non vedo l'ora di essere lì, ma sono emozionata. La mia canzone parla della voglia di viversi e di condividere le cose insieme agli altri e mi aspetto di riuscire a far arrivare a tutti il grande lavoro che ho fatto in questo anno e mezzo in cui è nata anche la canzone che porto».

 

Emma

«Ognuno ha il suo ruolo, il suo momento sul palco, Siamo tre ragazze normali che parlano della loro vita, del loro passato, della loro famiglia, cose normali, insomma».

%INTERRUZIONE %

Pippo Baudo

All'alba dei suoi ottant'anni, che spera di festeggiare con la conduzione dell'edizione 2016 del Festival, Baudo ha detto: «Carlo Conti mi ha detto che si sarebbe ispirato alle mie edizioni di Sanremo: mi ha fatto molto piacere. Certo, oggi è sempre più complicato individuare la formula giusta: la gente si aspetta sempre novità e sorprese, ma è difficile trovarle. Ci sono troppi talent, troppe manifestazioni pronte a promuovere personaggi anche assolutamente non talentuosi, che 'consumano' il materiale umano a disposizione».

Rocio Munoz Morales

Gli stilisti hanno fatto a gara per proporle gli abiti, alla fine l'hanno spuntata con creazioni esclusive Armani Privé, Roberto Cavalli Atelier e Alberta Ferretti, mentre per i gioielli indosserà pezzi unici per Damiani.
La bella Morales ha detto: «Vorrei lasciare un'impronta al festival con la mia personalità, farmi apprezzare per le mie caratteristiche. Sono una persona allegra e vivace, conto di portare il mio modo di essere senza snaturarmi solo perché sono davanti ad una platea gigantesca».

 

Anna Tatangelo

«'Libera' è una canzone molto femminile, molto romantica, che parla d’amore. È bello perché mi rappresenta particolarmente in questo periodo in cui sono un po’ cambiata, ho modificato alcuni di lati del mio carattere rispetto a quando avevo quindici anni e mi sento anch’io più libera di godere quello che mi capita e di potermi esprimere in tutto ciò che voglio fare»: lo ha affermato Anna Tatangelo, vincitrice "social" insieme a Nesli e a Il Volo.

Nek

Al suo ritorno a Sanremo dopo 18 anni e un disco pronto da pubblicizzare, Nek ha dichiarato: «Sento di aver qualcosa da dire e sono qua. Morandi me lo chiese quando fu alla conduzione, ma non avevo un pezzo 'per il festival', che mi rendeva sicuro. Sono cambiato ma il festival non è cambiato molto. La sua essenza la percepisco coe deve essere, un momento importante che va rispettato, vissuto, bisogna emozionarsi...».


Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami