Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Sanremo 2015: 12 febbraio, resoconto terza serata - Parte 1 di 2

Sanremo 2015: 12 febbraio, resoconto terza serata

Serata revival con le cover cantate dai “big”, qualche gaffes e tanti ospiti, persino dallo... spazio!

Sanremo 2015: 12 febbraio, resoconto terza serata

Tutti soddisfati in casa in Rai. Il calo di ascolti che ci si aspettava (fisiologico, dicono, per la seconda serata) si è rivelato contenuto raggiungendo oltre dieci milioni di spettatori.
Carlo Conti, tra cautela e scaramanzia, glissa la domanda di rito e continua a dire di volersi concentrare sulle puntate successive: il giro di boa è alle porte e non si può sbagliare neanche un appuntamento. È per questo che squadra che vince non si cambia e, esattamente come per la seconda serata, l'apertura della kermesse viene affidata alle Nuove Proposte: nel primo duello si sfidano Giovanni Caccamo e Serena Brancale e nel secondo Amara e Rakele. Il voto premia Caccamo e Amara. Dei quattro giovani, che hanno superato la prova durante le due serate, solo due, però, riusciranno ad essere ammessi allo scontro finale di venerdì 13 febbraio. E i big, nel frattempo, cosa hanno fatto?

Serata revival...

Sanremo ha dedicato la serata di giovedì 12 febbraio alla musica italiana con 20 cover, interpretate dai campioni in gara. Divisi in cinque gruppi, hanno cantato brani appartenenti allo storico della canzone nostrana, regalando al telespettatore un revival accattivante, talvolta emozionante. Tra gli autori pluriscelti, Ranieri e Tenco. Ecco nel dettaglio chi ha cantato e cosa.

- Raf (Rose rosse - Massimo Ranieri), Irene Grandi (Se perdo te - Patty Pravo), Moreno (Una carezza in un pugno - Adriano Celentano), Anna Tatangelo (Dio come ti amo – Modugno/Cinquetti);

- Biggio/Mandelli (E la vita e la vita - Cochi e Renato), Chiara (Il volto della vita - Caterina Caselli), Nesli (Mare mare - Luca Carboni), Nek (Se telefonando - Mina);

- Dear Jack (Io che amo solo te - Sergio Endrigo), Di Michele/Platinette (Alghero - Giuni Russo), Atzei (Ciao amore ciao - Luigi Tenco), Britti (Io mi fermo qui - Dik Dik e Donatello);

- Fragola (Una città per cantare - Ron), Il Volo (Ancora - Edoardo De Crescenzo), Annalisa (Ti sento - Matia Bazar), Lara Fabian (Almeno tu nell’universo - Mia Martini) ;

- Grignani (Vedrai vedrai - Luigi Tenco) , Zilli (Se bruciasse la città - Massimo Ranieri), Malika (Vivere - Vasco Rossi), Masini (Sarà per te - Francesco Nuti).

Al primo turno passano Moreno, Nek, Dear Jack, Il Volo ed Emma ammette di essersi pentita di non aver preso parte alla gara. Poi, sempre attraverso il televoto e il giudizio della sala stampa, ben oltre la mezzanotte, è stato eletto Nek come miglior interprete.

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami