Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Race - Il colore della vittoria: la biografia dell'atleta che si oppose a Hitler

Race - Il colore della vittoria: la biografia dell'atleta che si oppose a Hitler

Race - Il colore della vittoria è un film contro il razzismo, che con un ricorso alla storia spiega quanto infondate siano certe convinzioni sull'inferiorità di alcune razze. Leggi qui la recensione del film

Race - Il colore della vittoria: la biografia dell'atleta che si oppose a Hitler

Giovedì 31 marzo arriverà nei cinema italiani Race – Il colore della vittoria, film biografico diretto da Stephen Hopkins e che porta sul grande schermo la storia di Jesse Owens, atleta di colore che riuscì a vincere le Olimpiadi davanti agli occhi esterrefatti di Adolf Hitler. Si tratta di una delle pellicole più attese tra i film in uscita a marzo 2016.

 

Trama

In Race – Il colore della vittoria viene raccontata la vera storia di Jesse Owens, un afroamericano che nel 1936 riuscì a diventare pluricampione di atletica vincendo quattro medaglie d'oro alle Olimpiadi di Berlino. Una Berlino pienamente immersa nel clima delle leggi razziali, simbolo dell'odio tutto nazista verso le minoranze ebraiche, Rom, nomadi, omosessuali, con disabilità e anche di colore.

 

Grazie all'impresa olimpica, James Cleveland “Jesse” Owens – studente universitario di umili origini le cui qualità fisiche vennero immediatamente notate dal vigile occhio del coach dell'Ohio University, Larry Snyder – divenne ben presto simbolo della lotta al razzismo hitleriano e nazista, emblema della infondatezza di tutta quell'ideologia che pensava di scorgere nella razza ariana una qualche superiorità.

Nel film biografico di Stephen Opkins vengono percorse nuovamente tutte le tappe della vicenda dell'atleta di colore, tra il desiderio di vincere le Olimpiadi ai difficili rapporti con i simboli del potere: non solo Adolf Hitler, ma anche il presidente statunitense Franklin Delano Roosevelt che, in piena campagna elettorale, aveva paura della reazione negativa che avrebbero avuto gli Stati del Sud.

 

Film

Race – Il colore della vittoria ci presenta nella sua complessità umana un personaggio che è riuscito a scardinare dalla mentalità delle persone alcuni infondati pregiudizi e a dimostrare il proprio valore. Un atleta che ha impresso la sua orma nella storia, e non solo a livello sportivo: Jesse Owens è riuscito a far aprire gli occhi a tutti coloro che erano stati convinti da anni di propaganda politica della supremazia ariana, a far ampliare i loro orizzonti e le loro vedute. Un personaggio che oggi, alla luce delle imminenti elezioni presidenziali negli Stati Uniti con il rischio della vittoria di un politico profondamente intriso di razzismo, ha ancora molto da insegnare.

 

«Lavorando su di lui – racconta Stephan James, il protagonista di Race ho scoperto che il lato più significativo di Jesse è quello umano: un padre e un marito amorevole, un atleta dallo spirito umanitario che ha cercato di ispirare le persone con la sua storia personale. Mi ha stupito come sia riuscito a sopportare il peso della situazione storica degli anni Trenta. La parte atletica è stata impegnativa, ho dovuto fare diversi sacrifici, allenandomi intensamente. Ho maturato così un infinito rispetto per chi ha fatto dell’atletica una professione. La responsabilità è stata doppia: non solo quella sportiva, ma anche per l’importanza storica della figura di Owens. Oltretutto, mi sono dovuto preparare mentre giravo Selma, allenandomi a correre tra un set e l’altro di quel film».
 

Cast

Nei panni del protagonista di Race – Il colore della vittoria troviamo il già citato Stephan James. Jason Sudeikis interpreta Larry Snyder, mentre il ruolo di Avery Brundage è affidato a Jeremy Irons. Carice van Houten veste i panni di Leni Riefenstahl, ed infine Dave Albritton e Lawson Rob sono interpretati rispettivamente da Eli Goree e Tony Curran.

Di Francesca Ferrandi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami