Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » I premiati alla Mostra del Cinema di Venezia 2013

I premiati alla Mostra del Cinema di Venezia 2013

Il Leone d'Oro all'Italia, ma premiati anche film greci, tedeschi e americani.

I premiati alla Mostra del Cinema di Venezia 2013

Sabato sera sono stati assegnati i premi della 70esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.
L'anno 2013 ha visto la presenza di molte star nazionali ed internazionali, in giuria diversi esponenti di spicco in diverse arti (musica, fotografia, sceneggiatura,...).
Un presidente altamente titolato come Bernardo Bertolucci ha portato a questa edizione un taglio estremamente impegnato e professionale.
I premiati, in alcuni casi sono stati criticati dai giornalisti, in altri vi è stata congruenza di scelta, come sempre, non tutti si è d'accordo.

Premi mostra cinema venezia 2013
Segnalazioni
Durante la programmazione dei film, non ci sono state particolari ovazioni a film specifici, ci sono stati solo tanti fischi per 'Under the skin', film che vede protagonista una delle attrici del momento, Scarlett Johansson, dove l'unico riconoscimento fatto alla pellicola è la generosa mostra delle forme dell'attrice, ma per il resto è sembrato un fiasco totale. Il film con Antonio Albanese come protagonista, 'L'Intrepido', ha interessato, ma non entusiasmato, ovviamente bisognerà aspettare gli esiti del botteghino, che spesso ribaltano giudizi e premiazioni degli specializzati andando a riconoscere inaspettati.

Premi mostra cinema venezia 2013
Il regista e i film premiati
Il Leone d'Oro, dopo molti anni, rientra in Italia ad un film documentario. Certamente una scelta impegnativa e difficile quella di dare il massimo riconoscimento della Mostra a 'Sacro GRA' di Gianfranco Rosi. Il film espone due anni di riprese che il regista ha fatto perdendosi nel grande raccordo anulare romano, dai mille contrasti, dai personaggi tutti reali che lo frequentano per mille motivi. Un mondo decisamente inconsueto che racconta un pezzo di Roma. I giornalisti hanno lievemente storto il naso, ma non si può negare l'originalità del film.

Il Leone d'Argento è invece andato a Alexandros Avranas, regista greco di 'Miss Violence' che svela la situazione di violenza domestica all'interno di una famiglia crega che sembra apparentemente normale e l'inspiegabile suicidio della figlia è solo l'inizio di quello che sta per accadere. Decisamente di impatto emotivo, molti giochi di luci ed ombre per esprimere gli stati d'animo dei diversi personaggi.

Il Premio della Giuria è stato assegnato al film tedesco 'The Police Officer's Wife'. Un approccio alla filmografia particolare. Sono 59 capitoli di 2 o 3 minuti ciascuno che raccontano la vita di una famiglia tedesca che include violenza e ossessione.

Il Gran Premio della Giuria è andato al film cinese 'Stray Dogs' di Tsai Ming-liang, ha perso il Leone d'Oro ma ha comunque avuto questo nuovo premio. I cani randagi del titolo sono i senza tetto che vivono alla periferia di Taipei, la loro vita per cercare di sopravvivere alle intemperie e alle mille difficoltà che accadono.

Premi mostra cinema venezia 2013
Le Coppe Volpi
La Coppa Volpi per il miglior interprete maschile è stata assegnata a Themis Panou, come interprete di Miss Violence, un ulteriore riconoscimento al cinema greco attuale.

La Coppa Volpi per la miglior interprete femminile ad una attrice italiana che recita senza dire una parola, Elena Cotta. Interprete nel film 'Via Castellana Bandiera', dove due donne intrecciano un 'duello' di resistenza in una strada stretta di Palermo con due auto. Nessuna delle due vuole cedere il passo e inizia un confronto snervante e difficile.

Gli altri premi
Il Premio Mastroianni è andato a 'Joe' di David Gordon Green, con l'interpretazione di Nicholas Cage. Molto intenso, che lo riscatta da ruoli eccessivamente leggeri, riesce a impressionare con la storia di un uomo violento che si riscatta proteggendo un ragazzo in cui vede se stesso da giovane. Certamente sarebbe piaciuto anche all'attore a cui è intitolato il premio.

Premio Osella per la sceneggiatura è andato a Steve Coogan e Jeff Pope per 'Philomena', una donna che cerca un figlio abbandonato perché concepito in modo definito 'immorale'. Una avventura che vede un giornalista aiutare Philomena in situazioni anche comiche per recuperare un passato che ormai è quasi da educande rispetto all'attualità.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami