Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone

Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone

Comicità e attualità, per l'acuto osservatore e impareggiabile caricaturista Carlo Verdone, acclamato dal pubblico per questo suo ultimo film.

Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone

Un Carlo Verdone regista e attore per il film Posti in piedi in Paradiso, che torna dopo alcune pellicole non del tutto azzeccate.
Con questo film le risate sono garantite, alla maniera agrodolce del classico Verdone che tutti conosciamo. Ci fa ridere delle disgrazie che viviamo, per alleggerirci il peso o farci pensare, ancora non è chiaro.

Ad affiancarlo un sempre egregio Pierfrancesco Favino, che dimostra la sua bravura anche in un ruolo comico come questo, vestendo i panni davvero di uno di noi. Conferma il fatto di essere uno dei migliori attori del panorama italiano attuale.
Troviamo a completare il trio anche Marco Giallini, caricatura divertente di grandi miti del passato e, come immancabile figura femminile, la bella e brava Micaela Ramazzotti, forse un po' in ombra in questo ruolo rispetto agli altri.


Tre uomini, una malmessa casa in affitto a Roma per dividere le spese, perché i soldi non bastano ad arrivare a fine mese: questo è quello che si trovano a vivere Ulisse (Carlo Verdone), Fulvio (Pierfrancesco Favino) e Domenico (Marco Giallini).
Ulisse faceva il produttore discografico, ma ora ha un negozietto di dischi in vinile e vende memorabilia online per raccimolare qualche spicciolo, da inviare alla ex moglie cantate e alla figlia che vivono a Parigi.
Fulvio era un promettente critico cinematografico che scriveva per una rivista, ma il suo matrimonio e il suo lavoro sono naufragati a causa del suo tradimento con la moglie del suo capo redattore: ora scrive di gossip e rimpiange la moglie e la piccola figlia che l'hanno lasciato solo.
Domenico era un noto imprenditore, discretamente ricco, che ha subito il tracollo e ora ha due famiglie sue da mantenere: sia l'ex moglie con i due figli che l'ex amante con la figlioletta. Ora gestisce malamente un'agenzia immobiliare e arrotonda facendo il gigolò per signore.
Infine c'è Gloria, strana cardiologa bella ma disastrata sentimentalmente.
Le vicende degli strampalati personaggi si intrecciano dando vita ad un caos allegro e divertente, anche se non del tutto superficiale.

Caricature dei personaggi del mondo moderno che sembra siano sotto le luci di molti: i padri separati con una famiglia da mantenere e pochi spiccioli per loro, in una società dove il lavoro non abbonda e la crisi si fa sentire.Come al solito, Verdone nelle sue commedie ci mette delle vere e proprie tragedie sociali, regalandoci interpretazioni mai banali delle nevrosi e dei sentimenti dell'uomo, facendoci ridere anche delle disgrazie.
Se questa nostra società è al completo, tanto da avere lasciato solo “posti in piedi in paradiso”, lo sappiamo bene tutti, tanto vale forse riderci su.

Di Ilaria © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami