Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Nebraska, le contraddizioni di un genitore

Nebraska, le contraddizioni di un genitore

Un lungo viaggio per conoscere in tutte le sue sfaccettature un genitore anziano e illuso dalla vita.

Nebraska, le contraddizioni di un genitore

In sala dal 16 gennaio e distribuito da Lucky Red, “Nebraska” (candidato a 6 premi oscar) è l’ultima impresa del regista Alexander Payne, vincitore nel 2003 del Golden Globe Awards per la sceneggiatura del film "A proposito di Schmidt" e nel 2005 per "Sideways".

La trama
“Nebraska” racconta la storia di Woody (Bruce Dern), un uomo anziano, solo, introverso e testardo, convintosi, a causa di una pubblicità, di essere il vincitore di un lauto premio da milione di dollari. Si tratta, in realtà, di un ingannevole stratagemma promozionale, una pubblicità-truffa che, lungi dal donare soldi, vuole fare profitti giocando sull'ingenuità altrui. Ma Woody, illudendosi che sia tutto vero, si convince che questa vincita potrebbe cambiare la sua vita e decide di intraprendere un lungo viaggio da Hawtorne, la cittadina nella quale vive, verso Lincoln, nel Nebraska, per riscuoterla.
Preoccupati per il suo stato mentale, i familiari varano l'ipotesi di internare Woody in una casa di cura, fino a quando il figlio David (Will Forte), consapevole del fatto che l’anziano genitore è incapace di affrontare da solo così tante miglia, decide di accompagnarlo e di assecondare questa sua illusione. Sarà un lungo viaggio in cui David scoprirà le molteplici sfaccettature di un genitore grande e, allo stesso tempo, miserevole, di un padre follemente ostinato ad ingannare se stesso.

Il film
Peculiarità di “Nebraska”, che lo rende subito un film interessante, è l'essere girato totalmente in bianco e nero. I colori lasciano il loro posto a numerose sfumature di grigio, come grigi sono i rapporti umani, la vita ed i luoghi nei quali è ambientato il film. Dalla trama, tutt’altro che contorta, il film si apre in una serie di quadretti esistenziali e armonizza commedia e dramma, affrontando vecchie questioni di famiglia nelle quali coesistono delusione e dignità di un malato uomo consapevole del suo avvicinarsi della fine.

Gli attori
Il film “Nebraska” presenta un cast di tutto rispetto il cui ruolo del protagonista, l'ottantenne Woody Grant, è affidato allo statunitense Bruce Dern, il quale, grazie proprio alla performance messa in atto con questo film, si è aggiudicato il premio come migliore attore alla 66ª edizione del Festival di Cannes, lo scorso 26 maggio.
Nel ruolo del figlio David troviamo Will Forte, già noto negli Stati Uniti per la sua partecipazione al “Saturday Night Live” e alcune serie tv .
A completare il cast troviamo infine Bob Odenkirk, Stacy Keach, Devin Ratray, June Squibb, Rance Howard e Missy Doty.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
TAG  oscar 2014  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami