Home » Tempo Libero » Cinema / Tv » Grace di Monaco, il ritratto della defunta principessa tra realtà e finzione

Grace di Monaco, il ritratto della defunta principessa tra realtà e finzione

Arriva al cinema Grace di Monaco, il film che ricalca un breve tratto della vita di Grace Kelly, che ha destato le proteste della famiglia Grimaldi

Grace di Monaco, il ritratto della defunta principessa tra realtà e finzione

Inaugurerà il 14 maggio la sessantasettesima edizione del festival di Cannes (fuori concorso) e arriverà nelle sale italiane il giorno successivo, il 15 maggio: stiamo parlando di “Grace di Monaco”, il nuovo film di Olivier Dahan basato sulla storia di Grace Kelly, principessa del Principato di Monaco morta prematuramente a soli 52 anni in un incidente stradale avvenuto il 14 settembre 1982.


Trama
“Grace di Monaco” racconta la celeberrima – nonché tristissima – storia di una delle principesse più amate di sempre: Grace Kelly. Entrata nel mondo di Hollywood e addirittura vincitrice di un Oscar, la bella Grace fu costretta ad abbandonare il cinema per inseguire un amore più grande: quello per Ranieri, il principe di Monaco. Il film, che non tiene conto di tutta la vicenda biografica della principessa, si concentra su un arco di tempo assai limitato, che corrisponde appunto a questo momento della sua vita: i sei mesi dell'anno 1962 in cui Grace Kelly decide di sposare il bel principe e lo aiuta a difendere il Principato dagli attacchi di Charles de Gaulle, nonostante questo comporti rinunciare al suo grande sogno.



La polemica
Ai figli di Grace Kelly il film di Olivier Dahan non è andato particolarmente a genio. «Questo film non è un biopic – avevano scritto in un comunicato nel gennaio 2013 – ma racconta una pagina, riscritta e inutilmente resa glamour, della storia del Principato di Monaco e della loro famiglia, con gravi inesattezze storiche e una serie di scene di pura finzione».

La famiglia Grimaldi ha poi deciso di non presenziare all'anteprima del film, ribadendo ciò che era già stato detto nel comunicato di cui sopra, e inveendo particolarmente contro il trailer della pellicola. Hanno infatti dichiarato che questo «sembra essere una farsa e conferma la natura totalmente fittizia di questo film. Si rafforza la certezza – ha poi continuato la famiglia - maturata dopo aver letto la sceneggiatura, che questa produzione, una pagina di storia del Principato, si basi su riferimenti storici errati e dubbi. La Famiglia Principesca non vuole essere associata in alcun modo a questo film che non riflette la realtà e si rammarica che la sua storia sia stata usurpata per scopi puramente commerciali».

La risposta del regista è arrivata puntuale, ed ha tentato di chiarire il malinteso che si è creato: «Non sono né giornalista né storico – ha spiegato Dahan - e non ho fatto un film biografico, genere che odio. Il mio è il ritratto di una donna moderna che tenta di conciliare la famiglia, il marito e la carriera ma che finisce per rinunciare al cinema e inventarsi un altro ruolo e nel farlo soffre. Capisco il punto di vista dei figli, d'altronde è la loro madre e io non avevo nessuna intenzione di provocare. Tutto ciò che posso dire è che questo è il cinema».

Cast
Il regista Olivier Dahan ha deciso per il suo film di affidare il ruolo della bella principessa di Monaco a nientemeno che Nicole Kidman, attrice che non ha certo bisogno di presentazioni. Tim Roth, che ha forse raggiunto l'apice della sua bravura con la performance in “La leggenda del pianista sull'oceano”, interpreta invece il principe Ranieri. Nel ruolo di Francis Tucker troviamo invece Frank Langella, in quello di Maria Callas c'è invece Paz Vega. Madge è interpretata da Parker Posey e Rupert Allan da Milo Ventimiglia.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
TAG  cinema  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami