Home » Società » Sport » 27^ giornata di serie a: male per Fiorentina e Roma

27^ giornata di serie a: male per Fiorentina e Roma

Inter, Juve e Roma hanno anticipato a sabato le loro gare di campionato per prepararsi nel turno decisivo di Champions League di martedì e mercoledì prossimi.

27^ giornata di serie a: male per Fiorentina e Roma

La prossima sarà una settimana importante e decisiva per il calcio italiano in Europa, e le tre squadre ancora coinvolte in coppa hanno anticipato a sabato.
Juventus
Mourinho ripresenta la squadra titolare dopo la figuraccia rimediata in settimana in Coppa Italia, e gli effetti si sono subito fatti vedere.
Dopo appena due minuti di gioco Ibrahimovic ha messo a segno la prima rete per i nerazzurri e nella ripresa ha raddoppiato Balotelli.
Rete contestata dai genoani perché c’era il dubbio che la palla non avesse attraversato del tutto la linea di porta. Comunque per i liguri è la prima sconfitta in questo campionato subita a Marassi. Per loro partita giocata bene, con alcune clamorose occasioni che uno Julio Cesar sempre più bravo e sempre più determinante per la propria squadra ha sventato. Allarme infortuni per la difesa dell’Inter. Si sono fatti male Materazzi e Burdisso e per mercoledì il tecnico portoghese dovrà trovare una soluzione per i sostituti.

Juventus in campo senza Del Piero, Trezeguet e mezza squadra tenuai a riposo in vista della delicatissima gara col Chelsea in coppa. Partita risolta a nove minuti dalla fine grazie ad un’incornata di Chiellini, su punizione di Nedved, che piega un buon Torino che ha fatto la gara e che, tutto sommato, avrebbe meritato il pareggio.
In ogni caso i bianconeri sono stati anche sfortunati in almeno tre circostanze dove il portiere avversario è riuscito a parare l’impossibile e dove non c’è arrivato lui, c’ha pensato il palo. I granata non vincono il derby dal 1995 e la classifica ricomincia a scottare.
Roma
Partita molto movimentata e nervosa con alcuni casi dubbi. Questi sono stati gli ingredienti di Roma - Udinese. Bianconeri friulani che hanno fatto la partita ed infuriati con l’arbitro, reo di non aver visto una “mano” in area romanista evidente ma avvantaggiati dall’espulsione di De Rossi.
Di tutto questo ne ha risentito il gioco ed, infatti, la gara non è stata entusiasmante. Per mercoledì in Champions problemi per Spalletti per l’infortunio a Pizzarro ed alla squalifica di De Rossi.

Un Milan decisamente sottotono deve assolutamente ringraziare Filippo Inzaghi che, praticamente da solo, ha sconfitto una buona Atalanta. Bergamaschi decisamente meglio per oltre un’ora di gioco, poi due reti in rapida successione del bomber rossonero hanno tagliato le gambe agli avversari. Con questa vittoria i milanisti mettono quasi al sicuro il terzo posto in classifica, visto anche quello che hanno fatto le altre. Nella mattinata per il team di Ancelotti è giunta la bella notizia che Beckham resterà fino al termine della stagione.
Milan
Continua senza soste la crisi del Napoli, giunti alla terza sconfitta consecutiva. Ora per i partenopei comincia ad essere difficoltoso porre rimedio a tutto questo. Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa il napoli sembra che abbia lasciato qualcosa nello spogliatoio e la Lazio ne approfitta:  in otto minuti Rocchi firma una doppietta che per i laziali vuol dire terzo successo consecutivo.

Crollo improvviso della Fiorentina a favore di un Palermo che si vendica della rete segnata con la mano da Gilardino nella gara d’andata. A prescindere da questo, i viola hanno disputato una gara decisamente brutta, forse la peggiore della stagione, nonostante un discreto avvio di partita. Siciliani ben guidati in regia da Liverani che nella ripresa fanno propria la gara segnando due reti che hanno prodotto agli avversari tramortimento. Unica nota lieta per Prandelli è il mantenimento del quarto posto in classifica.

Dopo un mese e mezzo in cui ha raccolto solo due punti il Bologna sconfigge la Sampdoria con una scia di sei risultati utili consecutivi. Tre punti preziosi per la classifica degli emiliani che ad inizio gara hanno visto gli avversari farsi pericolosi in avanti, grazie ad un ispirato Cassano. Ma a fare i gol è stato Di Vaio che non da scampo. Partita tutto sommato equilibrata e abbastanza gradevole.
Di Vaio
Si chiude a reti inviolate la sfida salvezza tra Lecce e Reggina. Pareggio che non serve a nulla per la classifica di entrambe le squadre, ma i calabresi possono recriminare soprattutto la mancata convalida di una rete in cui si è avuto l’impressione che la sfera avesse oltrepassato la linea di porta. Questo episodio a parte, è stata la Reggina a voler cercare di più la vittoria. Panchina salentina per Barretta a serio rischio.

Siena corsaro a Catania dove i siciliani sono apparsi sottotono iniziando la gara subito in salita a causa di una rete dei bianconeri toscani che vincono meritatamente la partita senza che gli avversari potessero metterla in discussione.

Chievo e Cagliari sono stati protagonisti di una piacevole partita che si risolve con un pareggio. Primo tempo favorevole ai sardi che trovano la rete del vantaggio con Jeda e ripresa a favore dei veronesi che riescono a trovare la via del pari. Match che premia il buon calcio espresso da entrambe le contendenti.

RISULTATI

- Bologna - Sampdoria 3 - 0
46°, 86° e 92° Di Vaio (B)
- Catania - Siena 0 - 3
9° Maccarone (S), 70° Ghezzal (S), 90° Jarolim (S).
- Chievo - Cagliari 1 - 1
28° Jeda (CA), 56° Makinwa (CH)
- Fiorentina - Palermo 0 - 2
48° Simplicio (P), 56° Miccoli (P)
- Genoa - Inter 0 - 2
2° Ibrahimovic, 60° Balotelli (I)
- Lecce - Reggina 0 - 0
- Milan - Atalanta 3 - 0
7°, 71° e 75° F. Inzaghi (M)
 - Napoli - Lazio 0 - 2
60° e 65° Rocchi (L)
- Roma - Udinese 1 - 1
54° Felipe (U), 60° Vucinic ( R)
- Torino - Juventus 0 - 1
81° Ghibellini (J)

CLASSIFICA

Inter 63
Juventus 56
Milan 51
Fiorentina 46
Genoa e Roma 45
Lazio 41
Cagliari e Palermo 39
Atalanta 36
Napoli e Udinese 35
Catania 33
Sampdoria 32
Siena 31
Bologna 26
Chievo e Torino 24
Lecce 23
Reggina 19

PROSSIMO TURNO, 28^ GIORNATA, 15/03/2009

- Atalanta - Torino
- Cagliari - Genoa (sabato, ore 18.00)
- Inter - Fiorentina (domenica, ore 20.30)
- Juventus - Bologna (sabato, ore 20.30)
- Lazio - Chievo
- Palermo - Lecce
- Reggina - Napoli
- Sampdoria - Roma
- Siena - Milan
- Udinese - Catania

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami