Home » Società » Sport » 25^ giornata di serie a: il ritorno di Trezeguet

25^ giornata di serie a: il ritorno di Trezeguet

Dopo 8 mesi di digiuno di gol ed oltre sei mesi di assenza dai campi per l’operazione alle ginocchia, ritorna il bomber bianconero a modo suo. Per il resto giornata priva di sorprese, ma con spettacolo.

In questo turno di campionato abbiamo assistito a ben tre anticipi di sabato dato che la settimana prossima ritorna la Champions League e le tre squadre italiane che ancora vi partecipano hanno sfruttato la possibilità di poter giocare il giorno prima.
Balotelli Inte
La prima a giocare è l’Inter impegnata a Bologna in una partita agevole per i nerazzurri che nel primo tempo potevano segnare in ogni momento. Ma un Bologna avversario accorto in difesa glielo ha impedito.
Diversa la ripresa, forse per via del fatto che gli uomini di Mourinho cominciavano già a pensare alla delicata partita di coppa o per degli accorgimenti tattici dell’allenatore degli emiliani, si è assistito ad una partita più aperta, in cui il Bologna ha cercato di mettere in difficoltà gli avversari. Ii divario tecnico però era troppo a favore della capolista che alla fine vince meritatamente. Ritorno in campo, e al gol, di Balotelli.
Trezeguet Juventus
La partita di Palermo - Juventus si può sintetizzare in pochissime parole: Palermo che fa la partita e la Juventus che fa i gol!
I padroni di casa sono immediatamente partiti molto forte e nel giro di pochissimi minuti, prima colpiscono la traversa e subito dopo Buffon si esibisce in una parata delle sue. I rosanero, arrivati a questa partita dopo cinque risultati utili consecutivi, volevano sfruttare il momento non particolarmente felice degli avversari perché questi avevano già la mente rivolta al Chelsea. Speravano di poter far punti, ma non hanno fatto i conti con i campioni presenti fra i bianconeri. Così Nedved, Buffon, Trezeguet ed Amauri hanno fatto la differenza. Con un gol per tempo, la Juve continua ad inseguire i rivali interisti a 9 punti.

Nonostante l’ottima disposizione tattica, la poca voglia di emergere dei giallo rossi e gli infortuni durante la gara, la Roma è riuscita a vincere contro il Siena una partita certamente non facile. Comunque questi tre punti consentono alla squadra di Spalletti di rimanere vicina al traguardo minimo che si era prefissato, cioè il quarto posto.

Sicuramente il risultato che più ha sorpreso, è quello della vittoria del Torino ai danni dell’Udinese. Dopo cinque pareggi consecutivi per i granata, sono giunti tre punti molto pesanti, che danno morale e forza per le prossime gare. Partita per nulla esaltante, sia da un punto di vista tecnico che da un punto di vista emotivo. Udinese per nulla incisiva e poco volitiva.
Jankovic
Due punti in sette gare, alias due pareggi e cinque sconfitte nelle ultime sette gare. E’ questo il deludente score di un Napoli parente lontano di quella squadra ammirata fino a qualche settimana fa.
Evidentemente la squadra sta pagando la preparazione fatta con grande anticipo per l’Intertoto. Domenica ha di nuovo perso contro un Genoa molto determinato, soprattutto nel secondo tempo, giocando un buon calcio e costruendo occasioni su occasioni. I partenopei devono ringraziare il proprio portiere se il passivo è stato limitato.
 Al termine della gara i tifosi locali hanno contestato i loro beniamini ed il pullman della squadra è stato preso d’assalto all’uscita dello stadio.
Fiorentina
Anche la Fiorentina riesce a vincere quasi a fuori tempo massimo una partita non certamente esaltante contro il Chievo. Anche per i toscani, vale lo stesso discorso della Juve, devono ringraziare i propri campioni, Gilardino e Mutu, che da soli sono riusciti a risolvere una partita che si stava mettendo male per tutta la squadra.
Seedorf Milan
Con diversi titolari non disponibili, il Milan è riuscito a piegare un coriaceo e combattivo Cagliari che sicuramente non meritava la sconfitta. Il migliore dei milanisti è stato Abbiati e nell’azione che ha portato al gol Seedorf; non si è invece capto bene se Indaghi abbia volontariamente o meno, spinto un avversario contro il proprio portiere favorendo il suo compagno che ha segnato a porta vuota. 
Sampdoria
Quarto gol in quattro partite per Pazzini. In Sampdoria - Atalanta decide la ditta “Cassano & Pazzini” contro un’Atalanta che non riesce ad emulare le grandi prove che propone in casa, anche se in questa circostanza ha cercato di proporsi in qualche maniera.

Ritorno alla vittoria per la Lazio ai danni di un Lecce sfortunato. Durante l’arco della gara i salentini hanno colpito ben tre pali, il primo dopo 20 secondi dall’inizio, ma nel resto della partita non hanno costruito più nulla, lasciando totalmente l’iniziativa agli avversari.

Dopo due mesi ritorna alla vittoria pure per Walter Zenga ed il suo Catania contro una Reggina sempre più sola ultima in classifica ed incapace di reggere l’inferiorità tecnica fra le due contendenti.

RISULTATI   

- Bologna - Inter 1 - 2
57° Cambiasso (I), 79° Britos (B), 82° Balotelli (I)
- Catania - Reggina 2 - 0
35° Capuano ( C), 74° Potenza ( C)
- Fiorentina - Chievo 2 - 1
13° Morero ( C), 73° Gilardino (F), 94° Mutu (F)
- Lecce - Lazio 0 - 2
10° Foggia (LA), 50° Kolarov (LA)
- Milan - Cagliari 1 - 0
65° Seedorf (M)
- Napoli - Genoa 0 - 1
69° Jankovic (G)
- Palermo - Juventus 0 - 2
27° Sissoko (J), 79° Trezeguet (J)
- Roma - Siena 1 - 0
63° Taddei ( R)
- Sampdoria - Atalanta 1 - 0
61° Pazzini (S)
- Torino - Udinese 1 - 0
80° Della fiore (T)

CLASSIFICA

Inter 59
Juventus 50
Milan 48
Fiorentina 45
Genoa 44
Roma 43
Cagliari 37
Atalanta e Palermo 36
Lazio e Napoli 35
Udinese 31
Catania 30
Sampdoria 29
Siena 27
Bologna e Torino 23
Lecce 22
Chievo 20
Reggina 17

PROSSIMO TURNO - 26^ GIORNATA - 01/03/2009

- Atalanta - Chievo
- Cagliari - Torino
- Inter - Roma (domenica, ore 20.30)
- Juventus - Napoli (sabato, ore 20.30)
- Lazio - Bologna (sabato, ore 18.00)
- Palermo - Catania
- Reggina - Fiorentina
- Sampdoria - Milan
- Siena - Genoa
- Udinese - Lecce

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami