Home » Società » Sport » 30^ giornata serie a: Chievo superstar

30^ giornata serie a: Chievo superstar

Nel turno di campionato “spezzatino”, il Chievo si rende protagonista di un’ottima gara a Torino e spegne le ultime speranze della Juventus allo scudetto.

30^ giornata serie a: Chievo superstar

Gol, spettacolo, emozioni e bel gioco sono stati gli ingredienti di Juventus - Chievo in cui gli ospiti per tutto il primo tempo si sono dimostrati superiori, giocando meglio dei blasonati avversari.
Chievo Verona
Si va al riposo sul 2 a 1 per i veneti e iniziata la ripresa i bianconeri dimostrano di voler raddrizzare la partita giocando decisamente meglio. Trezeguet prende il posto di un Del Piero poco ispirato ed assieme ad un Camoranesi particolarmente ispirato cambiano il volto della Juve che dopo aver raggiunto il pareggio, va pure in vantaggio.
Pellissier
Proprio mentre i tifosi juventini stanno pregustando la vittoria, al 90° Pellissier rovina la festa realizzando la sua prima tripletta in carriera. Salvezza più vicina per i veneti e addio sogni di gloria per i bianconeri.
Inter
Sogni sfumati grazie anche ad un’autorete che ha determinato la sconfitta dell’Udinese a vantaggio dell’Inter. I bianconeri friulani sono stati i protagonisti per tutto il primo tempo e gran parte della ripresa, dove hanno giocato decisamente meglio. Ma il calcio, si sa, è fatto anche di episodi più o meno fortunati e l’Inter ne ha approfittato.
Azione dubbia in area interista per un presunto contatto del portiere in uscita su Quagliarella. Numerose le occasioni per l’Udinese per passare in vantaggio, ma un mezzo pasticcio nella propria area di Isla regala la vittoria ai nerazzurri.

Nella partita giocata all’ora di pranzo fra Atalanta e Fiorentina, i toscani rifilano due bocconi amari ai padroni di casa, che erano andati per primi in vantaggio. Partita in cui entrambe le squadre vogliono vincere. Durante il primo tempo è l’Atalanta ad avere una sterile supremazia, che nella ripresa, grazie all’ingresso in campo di Plasmati, va in vantaggio col nuovo entrato. Immediata la reazione dei toscani che prima si vedono annullare ingiustamente una rete,e raggiungendo poi il pareggio con Jovetic su rigore ed avversari in dieci per l’espulsione di Peluso, reo del fallo da rigore. Quasi al termine della gara Gilardino realizza la seconda rete viola.
Filippo Inzaghi
Il Milan ha avuto la meglio su un buon Lecce ben disposto in campo solo nei minuti di recupero della gara. Copione della partita scontato con i padroni di casa che dominano il primo tempo senza rendersi particolarmente pericolosi, nella ripersa sono più spregiudicati, anche se riescono a buttarla dentro a tempo quasi scaduto. Ora il terzo posto è rafforzato.

Continua anche per il Genoa la corsa verso l’Europa che conta, vincendo contro un’avversaria ormai quasi rassegnata alla retrocessione, la Reggina. Inizialmente i liguri sentono la mancanza di Milito e la partita nella prima parte non è molto entusiasmante con il gioco bloccato a centrocampo e difese blindate.
Per la ripresa l’allenatore del Genoa porta degli accorgimenti tattici ed inserisce Thiago Motta. E’ proprio il brasiliano appena entrato a segnare la rete decisiva.

Umore completamente opposto per quanto riguarda la Sampdoria che due volte in vantaggio, si fa raggiungere in entrambe le occasioni. L’allenatore dei blucerchiati, Mazzarri è particolarmente arrabbiato con l’arbitro per alcune sue decisioni secondo lui molto discutibili.
Partita non molto bella, solamente la ripresa si salva grazie ad un Napoli più determinato che lascia pochi spazi agli avversari. Goal a parte, comunque la partita non ha offerto spunti di cronaca degni di nota.

Ritorno alla vittoria per la Roma che batte il Bologna grazie alla doppietta, su rigore, di Totti. Partenza di gara a livelli elevati per i padroni di casa appena saputo del successo della Fiorentina, diretta concorrente per il quarto posto.
I rigori decisivi sono stati assegnati uno nel primo tempo e l’altro nel secondo tempo. Il Bologna, comunque, non è stato a guardare ed ha venduto cara la pelle, lottando fino all’ultimo momento nella speranza di poter raggiungere il pareggio che sarebbe potuto arrivare se il palo non avesse negato la gioia del gol a Di Vaio.
Palermo
E’ sufficiente una rete di Cavani al Palermo per sconfiggere il Torino. Camolese, al ritorno sulla panchina granata, non è riuscito a cambiare le sorti della squadra piemontese, sempre più inguaiata in fondo alla classifica. Di contro un Palermo che porta a casa tre punti preziosi che lo proietta in “zona Uefa”. Partita brutta e noiosa nel primo tempo. Nella ripresa va decisamente meglio dove i padroni di casa subito in vantaggio. Brivido finale del Torino per aver colpito un palo.

Il Cagliari sconfigge il Catania in una gara avara di emozioni e dai ritmi blandi. Per i sardi ritorno alla vittoria casalinga attesa da due mesi.

Siena operaio e concreto, Lazio spuntata e priva di idee. Si può sintetizzare così la partita in cui la prima parte risulta essere piuttosto noiosa, noia interrotta dalla prima rete dei toscani. Nella ripresa il mister biancoazzurro manda in campo Foggia e Pandev alla ricerca del pareggio, senza però raggiungerlo.

RISULTATI

- Atalanta - Fiorentina 1 - 2
 49° Plasmati (A), 59° Jovetic (rigore,F),89° Gilardino (F)
- Cagliari - Catania 1 - 0
80° Matri ( C)
- Juventus - Chievo 3 - 3
25°,44°e 91° Pellissier ( C),34° Ghibellini (J),53° Pepe (autorete pro J),79° Iaquinta (J)
- Milan - Lecce 2 - 0
91° Ronaldinho (M),93° F. Inzaghi (M)
- Palermo - Torino 1 - 0
51° Cavani (P)
- Reggina - Genoa 0 - 1
78° Thiago Motta (G)
- Roma - Bologna 2 - 1
12° e 58° Totti (rigori,R),26° Marazzina (B)
- Sampdoria - Napoli 2 - 2
28°e 63° Palombo (S),44° Zalayeta (N),92° Denis (N)
- Siena - Lazio 2 - 0
25° Calaiò (S),85° Maccarone (S)
- Udinese - Inter 0 - 1
77° Isla (autorete pro I)

CLASSIFICA

Inter 72
Juventus 63
Milan 58
Genoa 54
Fiorentina 52
Roma 49
Cagliari e Palermo 45
Lazio 41
Atalanta 40
Napoli 38
Catania e Sampdoria 37
Udinese 36
Siena 34
Chievo 31
Bologna 26
Lecce e Torino 24
Reggina 20

PROSSIMO TURNO, 31^ GIONATA, 11 - 04 - 2009

- Bologna - Siena
- Chievo - Milan
- Fiorentina - Cagliari
- Genoa - Juventus (ore 20.30)
- Inter - Palermo
- Lazio - Roma
- Lecce - Sampdoria
- Napoli - Atalanta
- Reggina - Udinese (ore 16.00)
- Torino - Catania

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami