Home » Società » Sport » Carolina Kostner e la sua gara più bella: è bronzo

Carolina Kostner e la sua gara più bella: è bronzo

Carolina Kostner, la più grande pattinatrice italiana di sempre, corona la sua carriera con la sua prima medaglia olimpica.

Carolina Kostner e la sua gara più bella: è bronzo

Quella di ieri è stata una giornata speciale per la nazionale italiana a Sochi, in particolar modo per una delle sue punte di diamante, la bella pattinatrice Carolina Kostner che, con la sua splendida esecuzione, è riuscita a portare nel medagliere italiano l'ennesima medaglia di bronzo.

Meravigliosa vittoria della Kostner
«Sono esaurita, su questo ghiaccio ho lasciato tutta me stessa». Sono queste le prime parole pronunciate a caldo da Carolina Kostner dopo la sua meravigliosa esecuzione sui pattini. È visibilmente emozionata e, a ragione, molto speranzosa. Nella mente le scorrono le immagini delle gioie (Carolina è stata cinque volte campionessa europea e campionessa del mondo nel 2012), ma sopratutto dei momenti difficili, quelli che, vuoi per paura, agitazione o emozione, non le hanno mai permesso di raggiungere il premio più ambito: il podio olimpico.
Nelle favole è sempre così: per raggiungere la felicità bisogna sempre passare in mezzo alle difficoltà. Non è stato diverso per Carolina Kostner, la cui favola non poteva che concludersi con un lieto fine: la medaglia di bronzo. Poco importa che non sia d'oro o d'argento perché lei sa di aver dato il meglio di sé, di aver battuto ogni suo record e di essere entrata tra le regine del pattinaggio sul ghiaccio di sempre. Lo ha fatto alla fine, alla sua ultima olimpiade, per coronare nel modo migliore possibile la sua splendida carriera sui pattini.

«Sono contentissima – ha dichiarato - è stata una gara magica per me. Tutto il cammino verso questa medaglia, dalla preparazione a oggi, è stato magico, questa è solo la ciliegina sulla torta. Devo ringraziare tutta la gente che mi è stata vicina, per i tanti sacrifici. Dediche? Ancora non ho deciso. Avevo sassolini da togliermi? No: sono entrata in pista concentrata solo per fare del mio meglio. È vero, ho pensato anche di smettere; ma chi mi circonda mi ha sostenuto tanto e mi ha convinto a continuare. Il team alle mie spalle mi ha protetto e mi ha coccolato parecchio».

La polemica sulla gara
Mentre la bella Carolina si godeva il suo sogno diventato realtà, qualcosa intorno a lei è andato storto. Si tratta della contesa per il primo posto, raggiunto dalla russa Adelina Sotnikova forse con qualche aiutino di troppo. Già, perché guardando la gara non si potevano avere dubbi: a vincere doveva essere la campionessa in carica, la sudcoreana Yuna Kim, autrice di una prestazione veramente impeccabile e senza alcuna sbavatura e piazzatasi seconda. La Sotnikova sì, è sicuramente riuscita in un'ottima esecuzione, ma forse il punteggio datole dalla giuria (224.59) è stato un pochino troppo generoso; generosità dovuta probabilmente alla nazionalità della Sotnikova, che giocando in casa ha ricevuto...un aiutino.
Nonostante ciò Yuna Kim ha cercato di far tacere qualsiasi polemica. «Io sono solo contenta della medaglia – ha dichiarato schiettamente ai microfoni - chiudo qui, questa è la mia ultima competizione. Non giudico il lavoro della giuria».

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami