Home » Società » Scuola / Lavoro » Yoga nelle scuole italiane: la nuova proposta del presidente Gentiloni

Yoga nelle scuole italiane: la nuova proposta del presidente Gentiloni

Seppure un'idea interessante, la proposta del presidente del consiglio italiano di inserire la disciplina indiana nell'ora di educazione fisica ha destato anche qualche polemica

 Yoga nelle scuole italiane: la nuova proposta del presidente Gentiloni

In seguito al suo viaggio in India e all'incontro con il primo ministro Modi, il Presidente del Consiglio di Stato Italiano, Paolo Gentiloni, dopo essersi congratulato per l'iniziativa della giornata internazionale dello Yoga che viene celebrata in tutto il mondo il 21 giugno di ogni anno, ha anche comunicato l'intenzione di inserire l'insegnamento di questa disciplina negli istituti didattici del nostro Paese.
Ovviamente viste le condizioni in cui riserva l'istruzione italiana non sono mancate le polemiche da parte di diversi schieramenti politici, in primis quelle di Simona Valente, capogruppo del M5s.
Sebbene ci siano ovviamente problemi ben più gravi da affrontare, l'idea di inserire lo yoga nelle scuole, però, non è affatto una cattiva, anche se ovviamente il progetto va studiato prima di essere avviato.


Riduzione dello stress e aumento delle capacità di apprendimento
I benefici di questa disciplina indiana di origini antichissime sono ormai noti in tutto il mondo tanto che la pratica è diffusa ovunque anche nei paesi occidentali perché può essere praticata a qualunque età e da qualunque persona, dai bambini piccoli agli anziani!
L'idea del Capo del Consiglio di introdurre lo yoga nelle scuole si fonda sui diversi studi pubblicati su riviste scientifiche che confermano quanto questa attività oltre a ridurre lo stress, aumenti la concentrazione e potenzi l'apprendimento.
Siccome bambini e ragazzi sono sempre più distratti dai troppi stimoli elettronici e dai numerosi impegni che la società impone, ecco che avere la possibilità di imparare posizioni yogiche e una corretta respirazione li aiuterebbe ad essere meno stressati e ansiosi, ma soprattutto poter apprendere tutto questo in un ambito scolastico avrebbe ancora più vantaggi.

Non sarebbe proprio una novità
La proposta di inserire lo yoga nelle scuole nelle ore di educazione fisica non sarebbe però proprio una novità perché tra il 1998 e il 2015 lo Stato italiano ha firmato 5 protocolli di intesa con la Federazione Yoga che prevedevano l'avvio di questa attività, considerata ideale per lo sviluppo armonico della personalità e delle potenzialità delle persone.
Quindi gli istituti potrebbero già dare il via a questa disciplina, tuttavia sono necessari insegnanti di yoga iscritti all'albo con una maturata formazione ed esperienza che ovviamente vanno stipendiati.
Tutti però conoscono la carenza di fondi che ha colpito il sistema scolastico italiano, pertanto questi protocolli, insieme alla proposta di Paolo Gentiloni, sono di difficile attuazione e allo stato attuale sono pochissime le scuole che hanno potuto introdurre tale attività.

Chissà che dopo aver stanziato finanziamenti per mettere in sicurezza gli istituti, dato denaro per fornire materiali di prima necessità e soldi per pagare adeguatamente il personale, si trovino anche le risorse per stipendiare insegnanti di yoga certificati da inserire nelle scuole.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami