Home » Società » Scuola / Lavoro » Smart Working: cos'è e perché funziona

Smart Working: cos'è e perché funziona

Lo smart working è una forma moderna di interpretare la definizione più classica del lavoro. Prevede un'organizzazione della professione a casa propria con vantaggi e svantaggi del caso. Vediamoli insieme

Smart Working: cos'è e perché funziona

Il lavoro è uno dei valori primari dell’uomo, dà la possibilità di avere una vita dignitosa, è un mezzo non solo per un’entrata economica che trasmette sicurezza, ma anche un canale per stare collegato con il resto del mondo, un elemento di socializzazione, un potenziale trampolino per liberare la propria creatività e la libertà di espressione.

Ha però anche connotazioni negative, spesso può essere un luogo di tensione, di stress, di dissapori tra colleghi, di gerarchie troppo rigide che non lasciano spazio al libero modo di essere e di pensare.
Il lavoro è una medaglia dalle due facce, spesso molto legate tra loro e comunque per ciascuno di noi, ha un valore e una valenza diversa, ma c’è anche chi ha deciso di cambiare, di affrontare il lavoro in modo nuovo e diverso, sganciandosi dai soliti canoni, dalle solite regole, dal traffico delle 7.00 del mattino e delle 18.00, da pomeriggi di riunioni interminabili e noiose, c’è chi ha deciso di portarsi il lavoro a casa e di gestire tutto dalla propria scrivania con tempi e regole sue, in modo libero e personale.

Credits: Foto di Andrea Piacquadio | Pexels

La scelta dello smart working è innovativa, e se vogliamo sotto certi aspetti controcorrente rispetto a chi vede il lavoro da svolgersi solo e unicamente presso un classico ufficio.
Se si sceglie di lavorare a casa, si deve strutturare la propria giornata in modo diverso, c’è sempre bisogno comunque di una buona organizzazione, nulla va lasciato al caso, poiché vi saranno delle scadenze da rispettare, dei termini da non dimenticare.

Vantaggi dello smart working
I vantaggi sono diversi, ad esempio:

  • risparmio del carburante/abbonamento mezzi pubblici: non recandosi in ufficio si risparmia carburante impattando meno sull'ambientee o sull’abbonamento al pullman o alla metropolitana, non s’inquina, insomma è una scelta davvero molto ecologica, al limite si prenderà la bici per la classica riunione con i colleghi una volta la settimana.
  • si combatte lo smog: il traffico delle ore di punta, il pendolarismo, ma anche lo stress e l’influenza di quest’ultimo sul mostro sistema nervoso, spesso troppo sotto pressione anche per questi elementi;
  • si può scegliere dove lavorare: da casa, in un caffè, in un coworking, non ci sono limiti, basta una connessione ad internet;
  • si può scegliere quando lavorare: non avere orari fissi consente di organizzare meglio tutti gli impegni, questo non significa avere meno responsabilità, anzi si deve essere più concentrati sul risultato;



Credits: Foto di Andrea Piacquadio | Pexels
Svantaggi dello smart working

Il telelavoro deve avere però delle caratteristiche che lo rendano comunque un lavoro a tutti gli  effetti, senza cadere in una sorta d’isola, sganciata dal resto del mondo, dove il pericolo è magari quello di sentirsi soli e senza legami sociali. Si devono quindi mantenere i contatti con l'azienda: organizzate allora un contatto con il vostro datore almeno una volta la settimana, ad esempio se scrivete per un giornale, partecipate alle riunioni, se siete architetti curate il rapporto con i vostri clienti, se siete creatori di siti o pagine web tenete anche contatti “umani” non solo virtuali


A chi è consigliato lo smart working?
Il telelavoro, contrariamente a quello che si pensa, ha un impatto positivo sulla produttività e un notevole risparmio sui costi però è necessario avere una visione completamente diversa dalla leadership di qualche decennio fa. Tutto si basa sulla collaborazione, scelte responsabili, uso di nuove tecnologie e software di connettività e organizzazione che consentono di portare a più persone di portare avanti lo stesso progetto lavorando a distanza.
Per le aziende quindiè necessaria una nuova cultura manageriale che offra flessibilità e autonomia e che possa contare sulla responsabilizzazione dei collaboratori. I vecchi modelli di postazione fissa in ufficio e orari prestabiliti ormai non funzionano più nell'epoca della digitalizzazione.

© Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da stefany338
     

    ottimo direi!!!!!!!!!!
    ma come fare per avere il telelavoro?
    chi contattare?
    stefany338

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami