Home » Società » Scuola / Lavoro » Superare i piccoli ostacoli che impediscono di lavorare bene

Superare i piccoli ostacoli che impediscono di lavorare bene

Come scegliere il lavoro e viverlo con piacere

Superare i piccoli ostacoli che impediscono di lavorare bene

Lavorare bene non è una chimera o qualcosa di difficile da mettere in pratica, purtroppo in molti casi però piccoli o grandi ostacoli non permettono il corretto fluire delle cose ed ecco che il contesto lavorativo diventa ostico e non si vede l'ora di tornare a casa.
Come superare questi problemi?


Il mondo del lavoro oggi
Visto il periodo di crisi che stiamo ormai vivendo da diverso tempo, avere un lavoro è davvero importante e, se fino a tanti anni anni ci si poteva permettere il lusso di scegliere noi cosa fare, dove lavorare e in quale società, perché le condizioni economiche erano particolarmente favorevoli, oggi tutto ciò è impossibile.
E' necessario avere una grande capacità di adattamento, pazienza e soprattutto voglia di fare, cosa che spesso manca, paradossalmente, ai più giovani! Il primo ostacolo quindi da superare è forse, anche se parrebbe davvero assurdo, quello di trovare la voglia di fare, avere il desiderio di impegnarsi in un'attività , affrontare i primi incarichi con umiltà anche se lontani da ciò per cui si è studiato, pena la disoccupazione a vita! C'è chi ad esempio “scappa” dalla città e si dedica all'agricoltura, seguendo quello che è il nuovo trend della generazione T!
Molti giovani devono superare questo ostacolo: vivono in una sorta di ovatta che la famiglia ha loro creato intorno e non riescono a mettere fuori la testa da quel territorio protetto per guardare cosa c'è oltre! Coraggio, spesso si trova un lavoro che non corrisponde minimamente a quello per cui si ha studiato e non si accetta motivando la scelta “non ho studiato per poi lavorare in un call center!”. Questo può essere un errore, perché come insegnano i nostri nonni, qualsiasi lavoro va bene purché sia onesto!
Essere umili e guardare comunque sempre intorno, perché sicuramente se si ha la volontà e l'impegno il lavoro, quello desiderato, prima o poi arriverà, non bisogna abbattersi e demotivarsi.

Lavoro e viaggi
In alcuni lavori è richiesta la disponibilità a muoversi sul territorio e viaggiare da una regione all'altra o da un paese all'altro. Per alcune persone questo è un vincolo e un ostacolo molto grosso, addirittura c'è chi non accetta per la paura di prendere aerei! Se il vostro lavoro ha questa caratteristica, cercate di valutare tutti gli aspetti positivi e solo dopo quelli negativi, non bloccatevi all'ostacolo rappresentato dal dover viaggiare.
Spostarsi significa quasi sempre avere un ritorno e un riconoscimento economico notevole, conoscere nuove persone, ampliare al rete di conoscenze che sempre possono tornare utili, sia sotto il profilo professionale che sotto il profilo umano e relazionale. Si impara ad avere a che fare con culture diverse e, perché no, anche nuove cucine!
Insomma, gli aspetti positivi sono molti, certo che esiste anche il lato negativo della medaglia, ovvero meno tempo con la propria famiglia e i figli. Bisognerà allora vivere questa scelta senza sensi di colpa: si sta lavorando per il bene della famiglia! Gli eventuali conflitti familiari a questo livello andranno gestiti nel migliore dei modi.


Cambiare lavoro
Se si riceve un'offerta di lavoro che sotto molti aspetti è particolarmente allettante e interessante, la valutazione sull'eventuale cambiamento è da fare a mente libera e aperta, serenamente. A volte l'ostacolo da superare è rappresentato dai legami di amicizia che nel frattempo si sono venuti a creare negli anni con i vecchi colleghi e questo, soprattutto per noi donne, rappresenta un ostacolo del cuore, diciamo sentimentale e affettivo molto forte. Valutiamo bene tutto, quali sarebbero le nuove condizioni economiche, la vicinanza o la lontananza della nuova sede lavorativa dall'abitazione, gli orari di lavoro e gli eventuali turni? Insomma, ci sarà da tirare fuori la bilancia e mettere su i due piatti il tutto.
La cosa da non fare è sicuramente quella di bloccarsi: i cambiamenti vanno affrontati e non devono rappresentare un freno, ma un trampolino di lancio!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami