Home » Società » Scuola / Lavoro » Scrivere il curriculum vitae

Scrivere il curriculum vitae

Per chi ha appena terminato gli studi, o per coloro che si apprestano a cercare un lavoro, è importante saper scrivere un curriculum vitae corretto. In poche pagine va raccontata la propria storia professionale senza però tralasciare attitudini e capacità utili per un’esperienza di lavoro. Il tutto però deve suscitare l’interesse di chi legge!

Curriculum vitae

L’importanza della forma

Per prima cosa è bene sapere che è inutile mandare i curriculum in serie, senza una sorta di logica; l’invio deve essere mirato e personalizzato, perché altrimenti si rischia una storia piatta e banale da cui non emergono elementi che richiamano l’attenzione. Non è sufficiente avere competenze professionali e di studio, se non vengono poi percepite dal destinatario come pertinenti alla posizione ricercata. Altra cosa fondamentale è scrivere il cv in prima persona con linguaggio semplice e diretto. Le informazioni vanno divise in sessioni, evidenziando l’argomento trattato di volta in volta (esperienze professionali, istruzione e formazione). Chi seleziona, apprezza poi la capacità di sintesi da parte del candidato: mai superare le due pagine di lunghezza. Bisogna poi prestare attenzione agli errori ortografici che non fanno certo fare bella figura. Infine non inviare foto o dati relativi al proprio aspetto fisico, a meno che non vengano espressamente richiesti.


Le informazioni utili

Il curriculum vitae ideale andrebbe diviso in più parti.

  • Scrivere cvLe informazioni personali, con indirizzo e numero di telefono, talvolta è utile indicare anche i tipi di patente posseduti.

  • Le esperienze professionali: queste devono essere indicate in ordine cronologico, partendo dall’ultima fino ad arrivare alla prima. Segnare anche il periodo in cui si è svolto il lavoro, il nome dell’azienda, o il tipo di progetto. Qualora non ci siano esperienze lavorative, vanno valutate le qualità e le attitudini che meglio si adattano al profilo richiesto.

  • Istruzione e formazione: fare un riepilogo degli studi compiuti e inserire i corsi di formazioni, convegni o congressi a cui si è partecipato in questa parte vanno inserite anche le lingue conosciute e le capacità informatiche.

  • Altre informazioni: una breve descrizione in cui si inseriscono notizie personali, hobby, e disponibilità lavorative (trasferte in Italia e all’estero, part-time o full time).

  • La liberatoria: alla fine del cv bisogna inserire la liberatoria al trattamento dei dati personali. È sufficiente scrivere in fondo la formula “autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003”.

Colloquio di lavoro

La sincerità

La prima regola da rispettare quando si decide di scrivere il proprio cv è essere sinceri e non esagerare quando si descrivono le proprie competenze. Bluffare non serve, perché un buon selezionatore lo capirebbe.


Assunzione lavoroLa lettera di presentazione

Nella maggior parte dei casi si consiglia di allegare al curriculum anche una lettera di presentazione. Non serve ripetere dati già scritti, ma bisogna puntare su qualcosa che completi il profilo; per esempio vanno evidenziati i punti in comune tra il percorso professionale e il posto che offre l’azienda.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami