Home » Società » Scuola / Lavoro » Le nuove tendenze nei corsi universitari

Le nuove tendenze nei corsi universitari

Le iscrizioni ai corsi universitari di quest'anno hanno avuto flessioni ed incrementi, forse condizionati dalla attuale situazione economica e finanziaria.

Le nuove tendenze nei corsi universitari

Alle soglie dell'inizio dell'anno accademico, si stilano delle classifiche su quali sono i corsi che vengono maggiormente scelti dagli studenti italiani.
Si continuano ad 'invadere' le facoltà a numero chiuso?
Si scelgono le nuove frontiere della comunicazione?
Si scelgono le future frontiere dell'energia o della bionica?
La scelta del percorso scolastico subisce influenza sia dalle mode che dalla situazione politico economica e quest'anno ci sono stati diversi cambiamenti rispetto al passato. I dati sono stati raccolti da Il Sole 24 Ore e dalla Fondazione Agnelli.

Nuove tendenze corsi universitari
Corsi con doppio titolo
Grazie alla spinta verso l'Europa o comunque all'internazionalizzazione della conoscenza, sempre più in crescita i corsi di laurea con il doppio riconoscimento, ovvero, oltre all'Italia, molte università si sono gemellate con altre spagnole, inglesi, francesi permettendo così sia di attrarre studenti stranieri, ma anche di dare la possibilità a studenti italiani di ottenere un titolo valido anche per l'estero, facilitando così la possibilità di scegliere l'espatrio per avere un lavoro. L'incremento del numero di corsi è del 30% con altrettanto aumento di iscritti.

Corsi a numero chiuso
Pur se a numero chiuso, le facoltà di medicina, medicina veterinaria ed architettura continuano ad essere oggetto di numerose iscrizioni e rispetto all'anno scorso la richiesta per effettuare i test di ammissione è aumentata del 7,6%. Veterinaria la fa da padrona, con quasi il 20%, il calo lo ha subito architettura e medicina.
Quindi sembra che ci sia maggior desiderio di curare gli animali, di prendersi cura dei compagni più o meno pelosi che condividono con noi la loro vita. Questo, forse, grazie alla grande sensibilizzazione che si è sviluppata verso gli animali, soprattutto domestici, in questi ultimi anni.

Nuove tendenze corsi universitari
Facoltà in particolare crescita
Ma gli altri corsi? Anche agraria ha avuto un notevole incremento, parliamo del 19% questo invece lo si imputa alle nuove frontiere della gestione e lo sfruttamento del territorio. La volontà di avere colture a basso impatto ambientale e con la riduzione totale degli agenti chimici per la concimazione e disinfestazione. Per le materie legata all'analisi della persona e alla cura della sua 'mente' si ha un consistente incremento di richieste di iscrizione (psicologia +17%), attenzione quindi più per le malattie dell'anima che del fisico. Sempre legate al mondo scientifico, le facoltà di biotecnologie, nuova frontiera per lo studio della bionica applicata è tra quelle con il maggiorn incremento, più del 50%. Con i nuovi mondi con cui ci si dovrà confrontare, ecco la volontà di imparare la lingua e la cultura asiatica, che attira un +27% di iscrizioni. In quanto ad economia, tra le facoltà che per anni hanno avuto molte richieste, quest'anno ci si è orientati al management e marketing (+24%) e ai corsi di economia internazionale, certamente per una maggiore richiesta di ampie competenze di gestione aziendale ed anche per una apertura non solo locale.

Nuove tendenze corsi universitari
Facoltà in particolare decrescita
Sembra che la laurea in scienze politiche non sia più così appetibile come una volta (-27%), sarà perché non si vede un reale sbocco lavorativo? L'insegnamento porta al precariato, altre professioni possono essere meglio conquistate con lauree più specifiche. Rispetto all'anno scorso, anche le facoltà di marketing e comunicazione hanno avuto una flessione (-8%). Non che la comunicazione non sia più ambita, ma la saturazione avvenuta in questi anni e la crisi del mercato che porta come primo sintomo il taglia delle attività di marketing hanno probabilmente fatto da deterrente. Nelle facoltà di taglio economico, ce ne sono diversi che perdono di interesse: economia finanziaria, finanza e mercati ed anche economia dell'impresa. Questo è dovuto alla crisi in atto?

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami