Home » Società » Scuola / Lavoro » Micro lavoro

Micro lavoro

In Italia un ragazzo su tre è disoccupato, questi i nuovi dati allarmanti e preoccupanti poiché purtroppo veritieri. Esistono però dei settori che non risentirebbero della crisi: ecco le nuove speranze che arrivano dagli USA.

Micro lavoro

In Italia la disoccupazione è salita al 29% secondo gli ultimi dati del dicembre 2010 forniti dall’Istat; si tratta di una situazione critica per chi, terminati gli studi, tenta di entrare nel mondo del lavoro e di districarsi in una giungla in cui solo pochi riescono ad accaparrarsi l’ambito posto di lavoro, magari però con un contratto a tempo determinato di pochi mesi.
Il mondo del lavoro ci fa pervenire segnali spesso poco rassicuranti, secondo i quali ad esempio la stessa Unioncamere nel 2010 ha sentenziato che su 175.000 nuovi lavoratori più di 150.000 posti sono rimasti vuoti a causa di mancanza di persone adeguatamente formate o specializzate. La formazione, soprattutto in questo settore legato ai nuovi cosidetti micro lavori, è assolutamente necessaria, spesso infatti l’assenza di una corretta formazione fa sì che una posizione richiesta resti paradossalmente vuota.
I micro lavoratori hanno in linea generale delle assunzioni per periodi mediobrevi, sono ricercati moltissimo anche tramite web per lavorare intensamente a diversi progetti e magari essere pagati anche fino a 200 euro l’ora. Sono persone in grado di produrre in poco tempo un sito adatto per lanciare un nuovissimo prodotto, oppure testare un nuovo software, scrivere e occuparsi di un blog di un personaggio famoso, ecc. Questa potrebbe essere una soluzione alla dilagante disoccupazione giovanile.

Dove cercare un impiego?
Nuovi lavoriCi sono ambiti lavorativi in cui la crisi sembra non aver inciso eccessivamente; accanto a mansioni classiche come gli agenti in possesso di partita iva o le segretarie in vari settori, emergono nuove figure lavorative.
Tra i posti più difficili da occupare, nonostante la richiesta sia alta e ben pagata, si hanno le figure di ingegneri e operai capaci e formati nell’ambito dei trasporti, nello specifico legato alle autostrade, alle rete ferroviaria e agli aeroporti. Oppure ancora in ambito energetico, per chi ama il settore delle energie alternative ecco l’energy manager, esperto in tutti quei processi di certificazione energetica in cui vi è assoluto bisogno di chi s’intende di queste cose, spesso molto complicate e caratterizzate da leggi e decreti attuativi sempre nuovi, non solo a livello italiano ma europeo. Spesso purtroppo personale qualificato di questo tipo si deve cercare all’estero.
In questo momento di crisi anche il venditore rimane una figura molto richiesta. Per occupare questa posizione a volte non è necessario essere plurilaureati, bensì avere doti e qualità naturali innate di bravura relazionale e di capacità di convincimento tali da riuscire a “vendere il ghiaccio agli eschimesi”.
Nuovi lavoriAltre figure più nuove, ma altrettanto ricercate sono i tecnici di computer e creativi del web, soprattutto quando si parla di web 2.0, quindi figure che si occupino di gestire la comunicazione aziendale, i social media, così come tutto ciò che è inerente all’elettronica applicata al consumo via web, al commercio elettronico. Ecco allora emergere il community development manager, il web marketing specialist e, oggi più che mai viste le nuove tendenze, il mobile developer, ossia colui specializzato anzi nella creazione di applicativi sia per cellulari normali sia per smartphone.
Spostandosi nel mondo della moda, è molto richiesto il cool hunter, ovvero il cacciatore di tendenze in tutto ciò che è fashion e trendy. Senza contare poi il footwear designer, figura specializzata nella creazione di nuovi design esclusivamente per le calzature. Lavori "strani", fuori dagli schemi comuni, ma decisamente attuali.

Nuovi lavori

Per riassumere, per riuscire a trovare un impiego al giorno d’oggi le parole d’ordine sembrerebbero quindi: fantasia, creatività, adattabilità, impegno, studio perenne, alle quali aggiungere capacità di cogliere le buone opportunità e la pazienza nel cercarle.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  lavoro giovani  
CONDIVIDI

2 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Rosinha
     

    Mi sono innamorata di un ragazzo italiano, che vuole che vengo a lavorare in Italia x poterci stare insieme...lui é anche venuto in Brasile a casa dei miei genitori..io lavoro e guadagno circa 1500 euro al mese qua in Brasile...il problema é che lui vuole che vengo in Italia x lavorare al bar, ma già nn c'e lavoro per voi italiani in Italia, figurati per me ke sono brasiliana...inssoma, lui mi dice che nn vuole piu aspettarmi...che sta soffrendo...xò (non é per i soldi) ma nn penso sia giusto x me questa cosa...anche xké so giá stata a casa sua a Roma ma nn é il tipo di vita che voglio x me...cioé magari lui potessi venire in Brasile..xó mi dice che nn c'e soldi x vivere qui...ed io li ho proposto magari lavorare per 1 anno ed starci lontani...e dopo qdo avremo piu soldi nostri...apriamo qualche ativitá qua in Brasile..visto ke le tasse sono di meno...e la burocracia pure...nn so che fare...xké io lo amo...e lui mi manca da morire...ma secondo voi...sarebbe giusto lasciare tutto ora x venire li da lui subito...?

  2. Inviato da caygri
     

    tutti i ilavori citati sono tutti lavori per persone laureate.
    ommunity development manager, il web marketing specialist e il mobile developer sono programmatori! e i programmatori non nascono sugli alberi! ci vuole esperienza e passione...

    Rosinha ma vuoi mettere in paragone la vita italiana con quella brasiliana? L'Assistenza sanitaria e lo stile di vita? Vieni in italia...tanti tuoi connazionali fanno carte false x venire qui!

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami