Home » Società » Scuola / Lavoro » Selfie: a Teramo il corso universitario dedicato

Selfie: a Teramo il corso universitario dedicato

L'Università di Teramo lancia una novità per il nuovo anno accademico: un corso monografico incentrato sui selfie per gli studenti di Scienze delle Comunicazioni

Selfie: a Teramo il corso universitario dedicato

A scuola di... selfie! L'Università di Teramo ha creato un nuovo corso per gli studenti iscritti al corso di laurea magistrale in Management e Comunicazione d'Impresa, della Facoltà di Scienze della Comunicazione, incentrato sulla pratica di scattare foto più amata e blasonata dell'anno: il selfie. L'autoritratto fatto lo smartphone, che ci permette di immortalarci nelle più disparate situazioni, diventa quindi oggetto di studio e di esame, nonché di una mostra che gli studenti dovranno allestire a fine corso con i propri scatti.

Il corso
Domani, 23 settembre, il corso verrà ufficialmente presentato nella Facoltà di Scienze della Comunicazione di Teramo e si protrarrà fino al 5 novembre. Le lezioni saranno tenute da Raffaella Morselli, docente ordinario di Storia dell'Arte Moderna per la quale la moda dell'anno rispecchia non solo «un comportamento sociale caratteristico della nostra epoca, ma è anche una pratica estetica di indiscusso valore culturale che trova le sue radici nell’autoritratto fotografico».

Effettivamente le lezioni si articoleranno in modo tale da prendere in esame le radici antiche del moderno selfie e il rapporto dell'arte contemporanea con i social network e le nuove tecnologie informatiche. Ovviamente verrà poi approfondita la pratica del selfie in tutte le sue sfumature, anche in quelle più estreme: dal “Sellotape selfie”, gli autoscatti che ritraggono volti distorti per mezzo dell'uso di un nastro adesivo trasparente, al “Rooftopping”, la moda di immortalarsi all'esterno di edifici alti e pericolosi.

Il corso però si concluderà in modo particolare: oltre al classico esame, gli studenti saranno chiamati a realizzare un proprio selfie, dopo averne appreso tutte le tecniche e i risvolti sociali che comporta. Ad essere immortalato con il proprio smartphone dovrà essere un aspetto del territorio abruzzese oltre ad, ovviamente, il proprio volto. L'operazione si rivela una vera e propria campagna di marketing: tutti gli scatti verranno infatti pubblicati su facebook ma, sopratutto, saranno l'oggetto di una mostra allestita dalla stessa università.

Selfie come arte?
La scelta dell'Università di Teramo ha in sé sicuramente qualcosa di strambo, ma anche di rivoluzionario. Il considerare il selfie come una forma d'arte ci può apparire oggi assurdo, quasi offensivo, eppure, spiega la Morselli, anche «nell'antica Grecia alcuni scettici pensavano che l'alfabetismo avrebbe compromesso la tradizione orale». Qualunque rivoluzione in campo artistico-culturale ci appare cioè una minaccia al nostro modo di pensare e di vedere il mondo, perché non riusciamo a comprenderne fino in fondo le potenzialità intrinseche.

«L’Università – spiega la professoressa - ha l’obiettivo di instaurare un dialogo sempre più ampio con gli studenti, pertanto non possono essere sottovalutati tutti quei fenomeni socioculturali che caratterizzano la società della globalizzazione. Il selfie è un fenomeno importante del nostro tempo, tanto che il neologismo è diventato, per l’ Oxford Dictionaries, la parola dell’anno 2013. È il fulcro assicurativo del nuovo nomadismo, da postare in tempo reale e condividere per un istante. Siamo nell’età ibrida e le nuove generazioni considerano le tecnologie elementi che si “fondono” con il loro corpo. Per loro – conclude la docente - è del tutto normale: noi siamo qui per creare un filtro critico , e proporlo».

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
TAG  selfie  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami