Home » Società » Scuola / Lavoro » Come si fa un curriculum perfetto? Le 5 cose che non devono mancare

Come si fa un curriculum perfetto? Le 5 cose che non devono mancare

Un biglietto da visita per tutti coloro che cercano un posto di lavoro, per questo il curriculum vitae deve essere chiaro, dettagliato e descrivere nella forma più corretta le nostre conoscenze ed esperienze. Ci sono poi almeno 5 cose che non dovrebbero assolutamente mancare

Come si fa un curriculum perfetto? Le 5 cose che non devono mancare

Quando ci si appresta a scrivere un curriculum spesso si viene assaliti da mille dubbi perché si vorrebbe poter dare l'immagine migliore a chi valuterà la candidatura. Ovviamente esperienze, titoli accademici e quant'altro sono spesso fondamentali, ma ci sono anche alcune cose che non devono mancare. Come si fa un curriculum perfetto?
Ecco 5 cose che susciteranno la curiosità del selezionatore per avere più chance di essere chiamati per un colloquio di lavoro!


  1. Intestazione
    Il curriculum e la lettera di presentazione andrebbero sempre intestate all'azienda a cui vi state rivolgendo. Se avete il contatto preciso del referente o del responsabile dell'ufficio personale, meglio ancora, in caso contrario mettete i nominativi in vostro possesso. L'importante è comunque non lasciare mai lo spazio dell'intestazione vuota.
  2. Spedirlo via e-mail o per posta?
    Oramai quasi tutti gli annunci di lavoro chiedono che il cv venga inviato per e-mail; se però è specificata la posta ordinaria attendetevi alle indicazioni. Nel caso di posta elettronica, comunque, ricordatevi assolutamente di indicare nell'oggetto ciò di cui si tratta, scrivete anche due righe nel foglio e non mandate mai allegati senza aver scritto perché state inviando la vostra candidatura.
  3. Lettera di presentazione
    Un curriculum completo è sempre accompagnato dalla lettera di presentazione che ha lo scopo di personalizzare e spiegare perché ci stiamo proponendo per quella specifica posizione o azienda. Non dovrebbe mai essere troppo lunga, ma il suo scopo è quello di incuriosire il selezionatore e invogliarlo a prendere in considerazione il curriculum allegato. 
  4. Forma corretta, precisione e umiltà
    Come si fa un curriculum perfetto? La cosa fondamentale è che venga scritto correttamente in italiano, se poi volete mandarlo anche in un altra lingua e non siete proprio esperti, evitate! Rileggetelo più volte, controllando la grammatica e la forma espositiva. Le informazioni che date di voi devono essere precise, indicare data di inizio e fine collaborazione, attività svolta, ruolo e nome dell'azienda. È importante anche che siate umili ma decisi.
  5. Personalizzarlo in base alla candidatura
    Soprattutto in momenti di crisi economica come quello che stiamo attraversando, le persone che cercano lavoro sono disposte a ricoprire ruoli diversi, anche non propriamente consoni alla formazione scolastica o all'esperienza. È inutile però mandare curriculum troppo lunghi per elencare le vostre numerose capacità, meglio concentrarsi su quelle informazioni che sono più attinenti alla posizione ricercata. Se poi volete aggiungere anche altre esperienze va bene, ma senza dilungarvi troppo.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami