Home » Società » Scuola / Lavoro » Come comportarsi a lavoro

Come comportarsi a lavoro

Un saluto, un grazie detto al momento giusto, niente pettegolezzi e musi lunghi: le regole per creare buoni rapporti in ufficio sono molto semplici. E se poi nascono delle vere amicizie, tanto meglio. Con questo articolo cercheremo di proporvi una guida per evitare gli errori più comuni sul lavoro.

Come comportarsi a lavoro

Come comportarsi in ufficioSul posto di lavoro passiamo circa un terzo della nostra giornata, se non di più, e questo significa che in questo ambiente si instaurano inevitabilmente relazioni complesse e prolungate con colleghi e superiori. Alcuni rapporti rimangono delle semplici conoscenze, mentre altri diventano più significativi e importanti. È quindi importante capire come creare delle buone relazioni con i colleghi e quali sono gli elementi e le circostanze che le rendono interessanti e le mantengono in vita.

Cordialità e professionalità

  • Il saluto è un buon inizio: può sembrare banale, ma non sempre è scontato, perché se ci si pensa bene non tutti lo fanno. Tuttavia per instaurare delle buone relazioni è fondamentale un sorriso, un cenno di capo, un ciao seguito dal nome delle persone che salutiamo.
  • Un grazie seguito ad un compito eseguito, ad una consegna o ad un favore sono dei giusti riconoscimenti che mettono l’altro di umore migliore.
  • Come comportarsi in ufficioLe relazioni sul lavoro sono molto delicate e ciò non significa muoversi con calcolo e strategia, ma con cura. È importante mantenere chiari dentro di sé quali sono i ruoli e i livelli: il capo non è il vostro miglior amico e, per quanto sia possibile un certo grado di confidenza, forse è meglio definirla cordialità. Quindi è sempre bene mantenere le giuste distanze.
  • I colleghi non sono dei confidenti e il fatto che condividiate gli stessi metri quadrati non costringe nessuno a diventare amico intimo. Quindi sarebbe meglio non dover obbligare nessuno ad ascoltare per ore e ore cosa vi accade al di fuori dell’ufficio, e la stessa cosa vale per voi.
  • Le pause sono dei momenti importanti per staccare la spina e rigenerarsi, ma in questo momento non avete nessun obbligo ed è importante scegliere in modo spontaneo le persone con cui condividere questo tempo. E ogni tanto, quando ne sentite la necessità, isolatevi un po’.
  • Non trasformatevi in Pr organizzando di continuo cene, aperitivi e serate coinvolgendo i colleghi. Non siete a priori né un gruppo di amici né una famiglia, quindi riservate le occasioni di incontro in momenti particolari e soprattutto quando ne avete voglia, non per rimanere al centro dell’attenzione.

Come comportarsi in ufficioSe nascono delle amicizie
Può capitare di avere l’occasione di lavorare con una persona con la quale poi si condivide anche un’amicizia esterna. In questo caso è meglio non creare una coppia stretta, appartandosi o continuando a fare allusioni a eventi di cui gli altri non sono a conoscenza. Meglio invece stare con tutti e riservare momenti più intimi quando si è fuori dall’ufficio.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  lavoro   colleghi  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami