Home » Società » Scuola / Lavoro » Come avere un buon rapporto con il capo: 6 comportamenti infallibili

Come avere un buon rapporto con il capo: 6 comportamenti infallibili

Affinché la propria vita lavorativa non diventi un incubo è fondamentale stabilire buoni rapporti con i colleghi e soprattutto con i superiori. Ecco quali sono gli atteggiamenti vincenti

Come avere un buon rapporto con il capo: 6 comportamenti infallibili

Trascorriamo più della metà della vita al lavoro, per questo motivo è importante, oltre a fare qualcosa che appaghi e piaccia, avere relazioni soddisfacenti. L'ideale è stringere legami di fiducia e stima, non solo con i colleghi, ma soprattutto con il proprio superiore perché solo in questo modo viene riconosciuto il proprio valore professionale, si viene rispettati ed ammirati.
A.Roger Merrill, consulente del lavoro e scrittore, nel suo libro Talent Unleashed suggerisce una serie di comportamenti infallibili per avere un buon rapporto con il proprio capo.


Suggerimenti da adottare in ufficio
Chiunque voglia vivere una vita serena sul luogo di lavoro deve imparare a comportarsi correttamente per sopravvivere ai colleghi competitivi ed essere apprezzati dai superiori.
Oltre a non dover usare determinate frasi, è però importante seguire alcuni stratagemmi che garantiscono la perfetta sinergia dipendente-capo.
Se non si vuole avere vita difficile in ambito lavorativo ecco 6 consigli da seguire.

  1. Focalizzare i propri compiti
    La prima regola per avere un buon rapporto con il capo è sapere concretamente cosa lui o l'azienda si aspettano. È fondamentale avere ben chiari i propri compiti e competenze ed evitare di scoprirli con il tempo.
  2. Avere obiettivi raggiungibili
    Un altro comportamento infallibile, che farà apparire degni collaboratori agli occhi del superiore, è discutere con lui degli obiettivi da realizzare. Inutile puntare eccessivamente in alto se non si è sicuri, meglio propositi raggiungibili step by step!
  3. Valutare limiti e punti di forza
    Per essere stimati da un capo è importante ammettere i propri errori e le proprie incapacità. Inutile incolpare gli altri perché con il tempo si perderebbe la fiducia di chi lavora con noi.
    Allo stesso tempo bisogna cercare di sottolineare le proprie capacità e i traguardi raggiunti.
  4. Non chiedere immediatamente aiuto
    Chiedere aiuto è umano e sinonimo di intelligenza, ma prima di farlo bisogna aver valutato tutte le soluzioni possibili, essersi informati ed aver studiato strategie e alternative.
  5. Osservare ed ascoltare gli altri
    Per avere un buon rapporto con il capo è importante imparare ad osservarlo: come parla? Come si muove? Come agisce? Sono tutti indizi importanti perché aiutano a capire in che modo ragiona e solo così si riesce a parlare la stessa lingua! Inoltre non bisogna distrarsi quando parla ma cercare di ascoltarlo mantenendo un contatto visivo.
  6. Condividere l'andamento dei progetti
    Infine è fondamentale aggiornare il proprio superiore dell'andamento di un progetto ogni qual volta si superano o meno degli step. Solo così si evitano incomprensioni e false aspettative, ma soprattutto in questo modo sarà possibile conquistarsi la stima del proprio capo.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami