Home » Società » Scuola / Lavoro » 6 Frasi da non usare mai al lavoro

6 Frasi da non usare mai al lavoro

Sebbene la sincerità alla lunga venga sempre apprezzata, ci sono situazioni e luoghi dove bisogna imparare a mordersi la lingua per evitare problemi. E proprio sul lavoro è importante essere diplomatici e non usare certe frasi...

6 Frasi da non usare mai al lavoro

Tutti sappiamo che mandare a quel paese il proprio superiore può avere delle conseguenze pesanti, così come siamo consapevoli che chiedere eccessivi permessi portando ogni volta delle scuse non verrà apprezzato né dal capo e nemmeno dai colleghi.
Ma oltre ad alcuni comportamenti palesemente negativi ci sono anche tutta una serie di frasi che sarebbe meglio non usare mai al lavoro se si vogliono evitare problemi e inimicizie.

Bisogna ricordarsi che qualcuno dà un grosso peso alle parole ed è sufficiente dire la cosa sbagliata nel momento sbagliato per far cambiare in poco tempo l'opinione positiva che gli altri hanno su di noi.
E poi ci sono persone che non aspettano altro che un nostro passo falso per calpestarci e sostituirci.


Quali sono perciò le cose che non bisognerebbe mai dire in ufficio?

  1. “Non è compito mio”
    È vero che molto probabilmente la posizione per la quale si è assunti è precisa, ma oggi più di un tempo, sul lavoro è fondamentale la flessibilità. Certo se si è ragionieri e viene chiesto di fare il progetto di una casa ovviamente non è una propria competenza, ma se invece serve che si facciano delle telefonate perché la segretaria è impegnata, è inutile rammentare che se ne deve occupare qualcun altro.
  2. “Fino a ieri facevamo in un altro modo”
    Anche questa è una frase da non usare mai al lavoro perché in ufficio, e soprattutto i capi, apprezzano l'apertura mentale. È importante accettare nuove idee e proposte e soprattutto cambiare strategie, soprattutto quando le vecchie non portano a buoni risultati. Una delle doti maggiormente apprezzate è proprio la flessibilità!
  3. “Non lo so”
    Ovviamente non possiamo essere tuttologi ma quando si lavora è necessario informarsi e studiare le cose che non sappiamo. Dire al capo una frase del genere non dà un'immagine positiva; meglio fare delle ipotesi e sottolineare che faremo di tutto per avere informazioni più precise.
  4. “Sono stanco, pieno di lavoro e stufo”
    Ecco tre frasi da non usare mai sul lavoro e soprattutto con il capo o con i colleghi competitivi. Capita a tutti di avere un momento no, di essere oberati di mansioni e di non farcela più: pensatelo, sfogatevi con i vostri amici e familiari, ma in ufficio evitate.
    Se vi vengono aggiunti impegni meglio semplicemente dire che si stanno seguendo altre cose e che andrete in ordine di priorità.
  5. “Posso uscire prima che non c'è nulla da fare”?
    Pronunciare questa frase può dare l'impressione che una volta terminato il vostro compito non avete più idee o iniziative. Per esempio una commessa che ha finito di sistemare tutto può sempre approfittare del momento tranquillo per ordinare la cassa o lo sgabuzzino. Insomma mai stare con le mani in mano se volete evitare rimproveri!
  6. “Perché gli altri sì e io no”?
    Purtroppo sul luogo di lavoro spesso ci sono favoritismi e ingiustizie, si sa! Ma rimarcare al capo che il tal collega ha alcuni privilegi e viene sempre scelto per fare le cose o ricevere di continuo promozioni è controproducente. Meglio piuttosto chiedere come poter migliorare e come avere possibilità di avanzamento; però non fare mai nomi e paragoni!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami