Home » Società » Mondo » Nuove forme di famiglia: una foto commuove il mondo

Nuove forme di famiglia: una foto commuove il mondo

Milo nasce nel giorno del World Pride. I suoi due padri sono lì e una fotografa immortala il momento in cui lo prendono in braccio la prima volta. La foto fa il giro del mondo

Nuove forme di famiglia: una foto commuove il mondo

Un bambino nato da pochi secondi e i suoi due padri che, commossi, lo stringono per la prima volta. È una fotografia scattata dall’artista Lindsay Foster, destinata a diventare l’immagine-simbolo delle nuove forme di famiglia. L’immagine, che ha già fatto il giro del mondo, riprende uno dei momenti più teneri del rapporto tra genitori e bambino, quello del primo contatto fisico.

Il bambino, di nome Milo, è nato da una madre surrogata. Con lei non ha alcun legame genetico, non ha infatti dovuto contribuire alla fecondazione con i suoi ovuli. Il neonato, ora, è affidato ai due papà, Bj Barone e Frankie Nelson.

L’immagine
La Foster ha realizzato tre scatti in ospedale, ma il più commovente (per lei e per gli utenti) è il primo, quello in cui ci sono sia la madre surrogata, sia i due papà. Nell’immagine uno dei due uomini è in lacrime, emozionato di ricevere per la prima volta il suo bambino. Sulla pagina sua pagina Facebook, l’autrice dello scatto ha chiarito: «I due padri non sono nudi, ma a petto nudo, perché si pensa che il contatto con la pelle crei un legame con il bimbo che vi si appoggia».


Il commento dei papà su Facebook
«Grazie a tutti quelli che hanno speso un attimo di tempo per dire “Mi piace”, commentare e condividere la nostra immagine. È stato davvero un momento incredibile delle nostre vite che ci resterà per sempre grazie alla gentile Lindsay Foster. Siamo molto fortunati di aver avuto un bimbo bello e sano. Rispettiamo tutti i commenti, anche se non siamo necessariamente d’accordo con quelli positivi. Ma quelli positivi valgono molto di più. Tutti hanno il diritto di esprimersi.»

«Questo è un momento di amore puro e accettazione. Milo è circondato da amore incondizionato e crescerà imparando a conoscere i diversi tipi di famiglia e accettando tutti (incluse le persone intolleranti). Milo è nato durante il World (gay) Pride. Questa foto rappresenta tutto quello che è. Amore senza colore, genere o preferenza sessuale. L’amore è incondizionato. Grazie di nuovo dal profondo del cuore!».

Di Caterina Michelotti © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da matteonate
     

    Io non ho alcun dubbio che questo bambino sarà amato profondamente dai suoi papà. E D'altra parte Milo amerà profondamente i suoi due papà. Tutti i bambini hanno un estremo bisogno dei loro genitori, anche i bambini che subiscono violenza in famiglia amano i loro aguzzini, al massimo incolpano se stessi per le violenze subite da chi li avrebbe dovuti amare. Dunque, due papà o un papà e una mamma sufficientemente buoni se la caveranno come tutti facciamo. Gli esseri umani sono speciali perché si adattano a tutto e modificano la realtà con la loro intelligenza e libertà. Quello che mi addolora profondamente è che non sono solo due adulti che faticano per ottenere ciò che vogliono, c'è un bambino messo al mondo con pratiche complesse e molto rischiose che vede lesi i suoi diritti alla incolumità fisica ( la fecondazione assistita si conclude con una percentuale bassissima di successo, cioè su 100 figli prodotti in provetta, solo 2, 3, 5 bambini nasceranno e solo 20 donne avranno un figlio dopo alcuni tentativi da ripetere: cioè quasi tutti gli embrioni che chi vuole un figlio chiama figlio da quando lo vede nella provetta muoiono lungo il cammino) e al suo diritto a una identità certa ( convenzione internazionale dei diritti dal bambino, gli uomini l'hanno scritta e gli stati ratificata dopo il 1987' tanto c'è volo tu per scrivere che i bambini non sono proprietà dei genitori). Nonché, oltre ad affrontare i normali problemi legati alla crescita, deve contribuire alla causa omosessuale senza averlo scelto, ci si trova non perché gli sia capitata una disgrazia(tipo perdere un genitore e dover rielaborare la situazione) ma perché 2 adulti volevano un figlio.
    Comunque non preoccupatevi. Milo è un bambino. E' speciale come tutti i bambini. Gli adulti non sono così: due adulti non hanno saputo accettare il problema della infertilità fisica connaturato alla loro relazione e fanno finta di partorire biologicamente un altro essere umano. Milo si adatterà a tutto pur di amare ed essere amato, si adatterà anche a risolvere i problemi che gli hanno causato i suoi genitore 1 e genitore 2 ( perché loro sono papà e io rischio di non potere più essere definita mamma?).

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami