Home » Società » Mondo » Chi sono gli hipster?

Chi sono gli hipster?

Fenomeno curioso di costume, che ha radici nel mondo del jazz nero americano degli anni '30.

Chi sono gli hipster?

Essere 'hipster' è uno dei fenomeni di costume che tra alti e bassi sta interessando tutto il mondo tecnologicamente evoluto. Sta comparendo in Italia anche se rimane ancora molto ristretto, ma chi o cosa è un hipster?
E' una persona che conosce e usa la tecnologia, quindi definibile moderno, ma che mantiene uno stile decisamente retrò.
Una apparenza che può ricordare un po' gli amish o anche l'abbigliamento dei pionieri dei primi del Novecento con tanto di baffoni sia dritti che con le estremità arricciate.
Ma chi sono veramente e cosa fanno gli hipster?

Hipster
Termine coniato negli anni Trenta in America nel mondo del jazz, ha molteplici componenti: hop nomignolo per l'oppio che era un fenomeno di quel periodo oppure hipi, storpiatura dei neri d'america per dire open eyes, apri gli occhi ma in senso metaforico. Quest'ultima era rivolta dai neri ai bianchi per indicare un uomo non di colore che si avvicinava al mondo della musica e del mood dei neri per ritrovare una propria indipendenza. Da questa spiegazione molto filosofica, oggi non è rimasto molto. E' rimasto però che l'hipster è una bersona benestante o ricca che però ama avvicinarsi a realtà più popolari, semplici, anche eccessivamente opposte.

Hipster
Un profilo indicativo?
E' soprattutto di sesso maschile, laureato, libero professionista che si veste senza 'brand' in evidenza ma con cose fatte su misura. Camicia in cotone grezzo scozzese o dai colori naturali o bianca oppure T-Shirt con disegni stencil. Pantaloni diritti o jeans a vita alta. Porta le AllStar alte oppure scarpe classicissime che si fa fare su misura. Ha i baffi estremamente curati, anche arricciati e usa profumi molto maschili (vetiver e muschio bianco), magari fatti dal profumiere. Porta occhiali dalla montatura grande ed ha i tatuaggi.

Si interessa di arte e di cultura ma anche di sesso estremo
, magari ama filmarsi mentre fa l'amore con la propria compagna. Non pianifica le vacanze ma va in aeroporto e prende il primo volo per un paese del Sud Est Asiatico per poi dormire in strada o in bettole fatiscenti. Frequenta l'aristocrazia, ma fa colazione al circolo del quartiere o al bar più brutto della zona.

Non frequenta le palestre, ma va in bicicletta e la preferisce come vero mezzo di trasporto. Ha una casa tecnologica ma ama i negozi fuori moda come il ferramenta, la drogheria o la merceria. Beve sambuca e birra e va a cena da Cracco. Si fidanza con persone famose ma non ama frequentarle, la sua vita sociale la trascorre con altri hipster che tra loro si conoscono tutti.

Ama le feste in cortile o negli spazi espositivi. Ascolta hiphop, musica classica e sa a memoria tutte le sinfonie di Beethoven.

Hipster
Dove è più facile incontrare questi personaggi?
In alcune grandi città o metropoli come Roma, Milano, Parigi, Berlino, Copenaghen, Londra, New York, San Francisco, Mosca e Tokyo. Al momento rimane un fenomeno molto piccolo, anche se, per sua natura, non è e non vuole diventare un fenomeno di massa. Ma se vi capita di vedere un uomo che vi ricorda i quadri di Vittorio Emanuele è probabile che sia un hipster.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami