Home » Società » Mondo » Barefooters

Barefooters

La moda di camminare a piedi nudi sta spopolando, perché è sana e fa bene alla salute oltre a metterci in contatto con madre Natura.

Barefooters

Camminare a piedi nudi in mezzo ad un prato, avvertire la sensazione di libertà e il piacere del contatto con la natura, questa la nuova moda e tendenza della tribù dei barefooter, ovvero i “senza scarpe”.

Si sta diffondendo sempre più questa tendenza di girare a piedi scalzi per strada o per i parchi, non solo in casa propria. Oggi la giudichiamo strana, ma a ben pensarci è una sorta di ritorno al passato, a tempi in cui i nostri avi camminavano scalzi, non certo per moda o per nuove filosofie green ma per necessità. Poi nel tempo sono state inventate le scarpe, con tutti i pro e i contro che vertono su questo discorso a detta di pediatri, podologi e medici di altro genere.

Chi sono i barefooters?
I barefooters ono coloro che amano camminare a piedi nudi, possibilmente in mezzo alla natura, o comunque in libertà, direi quasi francescana, passando dalle passeggiate eco sostenibili tra i palchi modaioli fino a quelle dei palchi delle celebrità, i cosiddetti “celebs”.
L'ultima moda è vedere qualcuno che cammina praticamente scalzo con delle sorte di sandali quasi senza suola, ricordando i nostri progenitori primitivi nei loro tentativi di evoluzione sociale.
Negli anni '60 impazzava la moda di Sandy Show, che disegnava scarpe all'epoca molto particolari, oggi seguita da moltissime modelle che, stufe dei tacchi ma soprattutto con i piedi stanchi, scendono dai “trampoli” e appena possono camminano scalze.
C'è chi poi delle estremità ne fa una vera arte o meglio nascono vere e proprie forme di feticismo dei piedi, ma qui si sconfina in altri ambiti.

Barefooters famosi
Tra i vip che seguono questa tendenza dei piedi nudi ci sono ad esempio la platinata cantante Gwen Stefani, o le colleghe Shakira e Lily Allen, oppure la modella Elle Macpherson, che si trovano spesso in giro a piede “libero”.
Tra le italiane sostenitrici di questa moda è stata spesso fotografata la showgirl Giorgia Palmas e anche l'insospettabile Antonella Clerici.
Sul web da quasi vent'anni esiste una community di piedi scalzi, il sito Nati scalzi, spiega le motivazioni di questa scelta, che apparentemente potrebbe sembrare strana ma alla fine non lo è affatto, visto che esistono dei parchi in cui i barefooters si danno appuntamento, ad esempio in Germania, a Dornstetten, dove si cammina non solo sull'erba ma anche su aghi di pino, tronchi, pigne e muschio (quest'ultimo dev'essere davvero piacevole).
Esistono quindi dei percorsi sensoriali creati apposta per i piedi, è il caso ad esempio di Vestfalia, luogo in cui, dopo aver compiuto un lungo giro intorno al lago e aver percorso il ponte tibetano, si termina con un bagno per i piedi a base di solo fango, che sicuramente darà molto sollievo.

Barefooters in Italia
In Valle d'Aosta vi è un percorso sensoriale per barefooters lungo più di 600 metri, differenziato tra pietra, legno, fango, sabbia, muschio, petali di fiori che cambiano di stagione in stagione, pigne ecc.

Come iniziare ad essere barefooters
Come sempre è bene iniziare in modo graduale e su spazi e terreni sicuri, toglietevi le scarpe e provate a camminare su un prato con l'erba appena tagliata, su un tronco sicuro appoggiato a terra, su dei ciottoli (molte nostre spiagge sono fatte da ciottoli e ghiaietta), il tutto stimola il piede e rilassa la mente. Secondo Richard Franzine sarebbe consigliabile usare la carta vetro per ammorbidire le callosità e le parti più dure delle nostre estremità.
Praticando barefooting si stimolerà la schiena per avere una postura migliore, aumenterà l'equilibrio e il relax mentale sarà assicurato, chi poi ha la fortuna di avere un proprio giardino provi a camminare al mattino quando sull'erba vi è ancora la fresca rugiada, sarà bellissima come sensazione e ne gioverà non solo la vostra mente. Dal punto di vista ortopedico molti sono concordi e favorevoli a questa sorta di nuova terapia, poiché riconnette l'uomo alla natura, libera dalle costrizioni imposte dalle scarpe spesso troppo strette, da stivali con punte improponibili e così via.
Come al solito madre natura ci offre tutte le possibilità e gli strumenti per godere appieno dei suoi doni, basta fare “un passo” verso di Lei e coglierli tutti!

Di © Riproduzione Riservata
TAG  piedi  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO



Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami