Home » Società » Mondo » È utile fare l'assicurazione al cane?

È utile fare l'assicurazione al cane?

I proprietari di cani dovrebbero stipulare una assicurazione? In quali casi è consigliabile? Cosa bisogna sapere prima di farla? Ecco alcune informazioni che potranno esservi utili!

È utile fare l'assicurazione al cane?

Polizze sulla casa, sui viaggi, sulla macchina: alcune obbligatorie, altre utili e tra queste rientra anche l'assicurazione per il cane, che ormai è a tutti gli effetti un componente famigliare.
Ma gli amanti e i proprietari di questi animali cosa dovrebbero sapere prima di stipulare un contratto assicurativo? Quando è utile? Quali sono i costi e qual è la polizza più conveniente?
Innanzitutto vi anticipiamo che i padroni di alcune razze canine sono obbligati a farla. Leggendo il nostro articolo troverete tutte le informazioni utili e potrete decidere quale contratto è più adatto alle vostre esigenze.

Legge del 2009 sulle polizze animali
Nel 2009 è stata abrogata la legge secondo la quale i proprietari di animali che hanno manifestato aggressività e sono stati dichiarati pericolosi dal veterinario, dovrebbero fare l'assicurazione al proprio cane, a prescindere dalla razza di provenienza.
Invece chi possiede cani da caccia è obbligato a stipulare una polizza con costi e garanzie differenti a seconda delle compagnie.



Per danni a cose e persone
Tuttavia, anche laddove non è obbligatorio, fare un contratto assicurativo può essere utile sia per proteggere il proprio amico a quattro zampe, sia per evitare spiacevoli costi in caso di incidenti provocati dall'animale.
A seconda della tipologia di razza che si sceglie ci sono assicurazioni per il cane di tipo Rc, che coprono i danni causati dal cucciolo sia a persone che a oggetti che ad altri animali.
Con queste si possono pagare le cose che il pet rompe e distrugge o le ferite che può provocare sia a famigliari che a estranei.
Chi possiede una Rc capofamiglia, prima di aprire un altro contratto, dovrebbe controllare che questa non includa già uno o due animali domestici, dal momento che molte compagnie la prevedono già.


Spese dal veterinario
Così come per le persone, anche per gli animali, esistono polizze di malattia che servono per rimborsare le spese medico veterinarie e farmaceutiche che i proprietari devono sostenere quando il proprio cane si ammala o ha un incidente.
In questi casi è importante controllare la franchigia (la parte del rimborso a carico del padrone non coperta dalla polizza) che non dovrebbe superare i 200/300 €, in caso contrario non è conveniente; altra voce a cui prestare attenzione sono i massimali, ovvero il tetto massimo di copertura, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2-3 mila €.
Solitamente però questi contratti non comprendono le visite di routine, le vaccinazioni e la sterilizzazione e prima di stipularli viene richiesto un certificato di buona salute e la dotazione del microchip.

Costi e consigli
Coloro che intendono fare un'assicurazione per il proprio cane devono sapere che la spesa media per la sola Rc è di circa 15-20 € all'anno, mentre se si intende fare un pacchetto che comprende Rc e malattie il costo è tra i 70 e i 100 €.
Infine chi viaggia con il proprio animale e decide di andare fuori dall'Italia, deve accertarsi che la polizza sia valida anche all'estero.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami