Home » Società » Gossip » Ecco perché Archie Harrison Mountbatten-Windsor cambierà la Corona

Ecco perché Archie Harrison Mountbatten-Windsor cambierà la Corona

Annunciato il nome del baby Sussex accompagnato dalla sua prima apparizione "pubblica". E la foto postata sul profilo social della coppia reale fa capire che la Corona non sarà più la stessa...

Ecco perché Archie Harrison Mountbatten-Windsor cambierà la Corona

Quattro generazioni si incontrano in una foto che entra nella storia. Queen Elizabeth versione incredibilmente nature, sorride al neonato pronipote. Mamma Meghan lo porge al suo sguardo con, alle spalle, la neononna Doria. Siamo distanti anni luce dalle foto ufficiali in pompa magna a cui siano stati abituati dalla Corona. Niente sorrisi da flash fuori dalla Clinica, niente outfit tradizionali e capelli freschi di parrucchiere a poche ore dal parto. Niente processione di parenti emozionati e pronti a lasciare dichiarazioni. E, soprattutto, niente lunghe attese per conoscere il nome del neonato.

Il royal baby viene presentato al mondo nel suo terzo giorno di vita attraverso le telecamere della Bbc. Poco dopo, in privato, lo vede anche la regina Elisabetta, per la quale è l'ottavo pronipote, oltre che il settimo in linea per il suo trono. Il momento viene immortalato e subito postato sui profili ufficiali della coppia e di Palazzo.

 

La presentazione di Archie

Lui in giacca e cravatta con in braccio il pargolo appena nato, lei al suo fianco in un abito bianco di Grace Wales Bonner che non nasconde la normale pancetta post parto: «Ho i due ragazzi più belli del mondo, perciò sono così felice» ha tetto la neo mamma Meghan. E come darle torto? La nascita del piccolo Sussex che ha già un nome, Archie Harrison Mountbatten-Windsor, è stata vissuta nel più completo rispetto della privacy dei neogenitori, lontano dai flash e nell'intimità. Insomma, tutta un'altra storia rispetto al passato a cui hanno ceduto anche Kate e William.

La prima uscita di Baby Sussex, ieri, è stata organizzata in una sala di palazzo reale. Nonostante l'importanza della location e la sua ovvia regalità, l'atmosfera era calda e familiare.

«Ha un temperamento dolcissimo», dice Meghan del neonato, avvolto in una coperta leggera color panna, cuffietta in testa. «È davvero molto calmo. Un vero sogno». «Non so da chi abbia preso», le fa eco Harry. E scoppiano entrambi a ridere. Zio William, il 6 maggio, giorno dell'arrivo del piccolo, aveva dato il benvenuto al fratello in un fantomatico "club della privazione del sonno", ma a quanto pare il problema per la coppia non si è ancora manifestato.

 

Genitori al settimo cielo

«È qualcosa di magico, di incredibile», sottolinea la duchessa di Sussex, sorridente. A chi somiglia? «Ancora non lo sappiamo», risponde il marito. «Un bambino cambia di continuo nei primi giorni e settimane. Vedremo». Poi gli dà un'occhiatina e osserva: «Ha già qualche peluzzo in volto, meraviglioso» immaginandolo, forse, già con la barba rossa come la sua.

La breve udienza per i media termina con i ringraziamenti di rito. Ancora qualche foto della neofamiglia e poi la coppia fa retrofront. E mentre lui tiene stretto il piccolo, lei gli cinge il braccio intorno alla vita, allontanandosi alla vista dei flash. Ancora un segnale che qualcosa è cambiato e che le formalità "da Palazzo" sono superate. Niente manifestazione di sentimenti in pubblico, tuonerebbe l'etichetta, ma niente, Meghan tira dritto e segue il suo cuore.


Un maggio da festeggiare

All'alba della festa della mamma, maggio per i Duchi di Sussex sarà per sempre un mese importante da festeggiare. L'anniversario di nozze e l'arrivo del primogenito: due momenti importantissimi nella vita della coppia a cui, siamo certi, si aggiungeranno altre date importanti e "da ricordare".

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami