Home » Società » Gossip » Emanuele Filiberto a Ballando con le stelle

Emanuele Filiberto a Ballando con le stelle

“Approfitto” è quanto ha dichiarato il Principe in un'intervista quando è stato protagonista di un altro simil-reality, il flow “il ballo delle debuttanti”. “Ho famiglia e due figli da mantenere” ha continuato, “Lavoro per mantenermi”

Emanuele Filiberto a Ballando con le stelle

Emanuele Filiberto di Savoia nasce a Ginevra il 22 giugno del 1972 da Vittorio Emanuele di Savoia e Marina Doria.
Emanuele Filiberto di Savoia
L'esilio in cui Emanuele è stato relegato per circa trent'anni, non è stato causa di “indifferenza” verso l'Italia, anzi ha fatto di tutto per farsi conoscere, come se fosse una provocazione verso chi non gli aveva concesso il diritto di vivere nella propria nazione.
Ci ha provato con uno spot pubblicitario sulle olive, ha tentato di organizzare un partito politico, sta per partire con l'abbigliamento: una linea di moda uomo a suo nome e ora con uno show televisivo ha dato inizio alle danze!
Anche i principi hanno bisogno di andare in televisione, per guadagnare un po' di soldi, e mandare avanti la famiglia! Ha dichiarato accettando l'invito di Milly Carlucci.

Emanuele Filiberto e Natalia Titova
“Approfitto di quest'occasione che mi offre la televisione perché voglio farmi conoscere meglio dagli italiani, voglio mettermi in gioco, credo nel potere dei media, voglio che la gente sappia chi sono veramente, voglio essere giudicato per me stesso, i Savoia non c'entrano, datemi una chance”
, così ha detto in un'intervista prima di scendere in pista.

“So bene che riceverò molte critiche, ma io voglio vivere nel mio tempo, ho una famiglia da mantenere, lavoro da quando avevo 19 anni e nessuno mi ha mai regalato niente. Lo faccio per soldi”

E’ il primo membro di una famiglia  reale europea che partecipa a un reality di prime time.
Dichiara di non saper ballare ma sicuramente sarà capace di fare un giro di valzer come tutti Principi che si rispettano!
“Lasciamolo ballare” dice il giornalista Sposini che è nella giuria, “Lo preferisco quando in pista che quando rilascia interviste!”.


In effetti, il Principe assume spesso un tono arrogante e polemico: va come deve andare, “Sono un buon marito” risponde quando la stampa allude ad alcuni suoi atteggiamenti di complicità con la sua eccezionale maestra Titova!
Ma un Re e un buon marito non devono giustificarsi in pubblico.

Il Principe sfoggia un tatuaggio tribale sulla parte posteriore del braccio destro, chiaro simbolo di chi ha problemi con il padre o con il passato. Evidentemente è alla ricerca di se stesso e delle sue origini, ha bisogno di appartenere a un clan.
Ha dichiarato che si trasferirà in Italia con la famiglia ma un Re non ha bisogno di tatuarsi un simbolo per affermare la sua supremazia anzi al contrario, il tatuaggio mostra che lui è nel gregge, marchiato come una bestia.
Un suo antenato si rivolterebbe nella tomba e direbbe: “Rimani in pista, balla pure ma non hai le qualità giuste per mirare al trono”.
Emanuele Filiberto con suo padre
In un'intervista, è stata fatta un'allusione su un risarcimento danni chiesto dalla famiglia Savoia di € 260.000 allo Stato italiano, sembra quasi che il Principe prenda i soldi in un altro modo, dai contribuenti… forse a scalare sul reddito?
Gli è stata fatta una domanda durante un'intervista: “Lei ballerà da Principe o da semplice cittadino?”
“Il ballo è una cosa seria, io non sono uno di corte ma di cortile”.
“Lei partecipa per vincere?” ha incalzato il giornalista
“Ce la metterò tutta per divertirmi e per farvi divertire!”.

Di sicuro il Principe parte porta a casa un compenso minimo di € 100,000 per dieci puntate ma, i compensi non sono uguali per tutti e noi pensiamo che il suo sarà sicuramente notevole.

Il direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce e il capostruttura Paolo De Andreis, hanno sottolineato che i compensi sono ragionevoli e contenuti: “Non sono cifre iperboliche, considerano soprattutto l'arco d’impegno full-time richiesto ai concorrenti”.
De Andreis ha infine ha ammesso che il compenso non è uguale per tutti: “Ma non c'è una forte disparità”.
Allora esistono figli e figliastri? Mi vengono in mente le parole di Totò…. e io pago!
Alla conclusione della quarta puntata Emanuele Filiberto di Savoia e Natalia Titova sono ancora in gara con quattro voti ( il 5% dei voti).

Di AngeliqueMarchiseauxAgnes © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami