Home » Società » Gossip » George Clooney, il solitario al Festival di Venezia

George Clooney, il solitario al Festival di Venezia

Protagonista, con Sandra Bullock, del film d’apertura della Mostra, il fuori concorso “Gravity”, George Clooney ha sfilato sul red carpet per la prima volta dopo parecchi anni, da single

George Clooney, il solitario al Festival di Venezia

George Clooney è stato tra i primi vip ad approdare in Laguna, dispensando mille sorrisi e dimostrandosi disponibilissimo alle richieste di prassi da parte dei numerosi fan. L'attore statunitense, sul red carpet della serata inaugurale della 70ma edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, ha sfilato “in solitaria” per la prima volta dopo qualche annetto. Archiviata definitivamente la storia d'amore con l'ex wrestler Stacy Keibler (fonti vicine all'ormai ex coppia sostengono fermamente che «appena le cose si fanno serie con una donna, lui scappa») e messa a tacere (da lei) un'improbabile liaison con Eva Longoria, al suo fianco, “solo” il cast compagno d'avventura, tra cui spicca la bellissima e in formissima Sandra Bullock (ma niente gossip: con lei c'è solo una splendida amicizia professionale nata nel 2011, ai tempi delle prime riprese di "Gravity").

Clooney a Venezia

Campione di levità e sorrisi da copertina, autografi sparsi generosamente a destra e manca, Clooney nei giorni scorsi era a Laglio, nella sua villa sul Lago di Como, da dove è partito per una gita in sella all’amata motocicletta «fino in cima al Monte Bianco» (ha detto in conferenza stampa), con uno dei suoi migliori amici. «Se la gente mi lascia in pace? Macché, mi si affiancano. Vai a 160 chilometri all’ora e ti si mettono davanti, ti filmano, urlano: una follia». Nonostante questo, Clooney continua a non indossare il casco integrale, che oltre alla sicurezza, ne garantirebbe la privacy: «Non è vanità. Non mi piace, fa male al collo, sudi. E non senti il vento in faccia». Casse di tequila Casamigos (prodotta con l'amico e marito di Cindy Crawford Rande Gerber) e soggiorno presso lo splendido Cipriani, il bel George è ormai un habitué del Lido.

Clooney a Venezia

La sua prima volta risale al 2005 quando presenta “Good Night, and Good Luck” (suo secondo film da regista) portandosi a casa il Premio Osella per la migliore sceneggiatura e la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile (andata a David Strathairn). Due anni dopo lo rivediamo in “Michael Clayton” di Tony Gilroy, mentre nel 2008 è la volta di “Burn After Reading” dei fratelli Coen e nel 2009 (è l'anno in cui Clooney sorprende tutti arrivando a Venezia con Elisabetta Canalis al suo fianco) de “L'uomo che fissa le capre” di Grant Heslov. Nel 2011 apre la 68a Mostra (in Concorso) con “Le Idi di Marzo”, da lui diretto e interpretato. Oggi è la volta del fuori concorso “Gravity”, nel quale George veste i panni di Matt Kowalsky, astronauta impegnato nella sua ultima missione a bordo dello Space Shuttle insieme alla dottoressa Ryan Stone. Quest'ultima (interpretata da Sandra Bullock) è un ingegnere medico alla sua prima esperienza nello spazio. Nel corso di una passeggiata fuori dallo Shuttle i due vengono colpiti da una pioggia di meteoriti che finisce per distruggere la navicella spaziale, lasciandoli soli alla deriva. Un film di fantascienza, ma anche di estrema suspance, ricco di effetti speciali esaltati dal 3D.

Clooney a Venezia

Quindi tanti impegni professionali e svago ridotto ai minimi storici per George che, però, i soliti beninformati sostengono abbia già messo in agenda la festa per ventesimo anniversario del serial tv “E.R. - Medici in prima linea”, la nota (e seguitissima) medical fiction ambientata nel pronto soccorso del policlinico universitario di Chicago che aprì i battenti nel 1994. Nonostante il riserbo sull'evento, si sa che ad aspettarlo potrebbe esserci Julianna Margulies (ora acclamata protagonista di “The Good Wife”) che vestiva i panni dell'infermiera Carol Hathaway e con la quale il dottor Doug Ross (il pediatra interpretato da Clooney) aveva un certo feeling e non solo sul set...

Di © Riproduzione Riservata
TAG  george clooney  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami