Home » Società » Gossip » Matrimonio Canalis e Perri: «Niente regali, donate all'Unicef»

Matrimonio Canalis e Perri: «Niente regali, donate all'Unicef»

Nozze tradizionali, ma anche benefiche: la cerimonia in Sardegna sarà anche un modo, per l'ex velina, per onorare il suo impegno come ambasciatrice Unicef

Matrimonio Canalis e Perri: «Niente regali, donate all'Unicef»

Elisabetta Canalis e Brian Perry, gran cuore. La coppia, che prepara in questi giorni il matrimonio in Sardegna, ha deciso di rinunciare a regali e assegni di parenti e amici e di chiedere, in cambio, donazioni per Unicef. Sugli inviti alla cerimonia, avrebbero infatti scritto qualche parola sul bisogno dei bambini siriani rifugiati in Libia di cure e istruzione: «Vogliamo condividere la nostra gioia portando speranza».

L’idea dev’essere stata di Elisabetta che, nominata ambasciatrice Unicef, ha visitato i centri dell’associazione nel paese nordafricano. L’aveva definita «Una delle esperienze più stimolanti della mia vita», e aveva raccontato che da tempo desiderava aiutare concretamente i più piccoli. Conclusa la “spedizione” dello scorso giugno, ha continuato a darsi da fare: la Canalis e Perri da mesi si stanno prendendo cura a livello economico di un piccolo bisognoso malato di tifo.


Elisabetta Canalis era partita con una delegazione Unicef per visitare cinque villaggi di profughi siriani nel sud del Libano. Per due giorni era stata a contatto con i bambini che vivono nelle baraccopoli, bisognosi di vaccini, istruzione e cure. In tre anni dall’inizio del conflitto, sono circa 5,7 milioni i bambini che hanno dovuto cambiare radicalmente vita. Un milione e mezzo di questi sono oggi rifugiati nei paesi vicini: 8mila sono arrivati soli, senza genitori, 37mila sono nati come profughi.
La presentatrice era stata anche protagonista dello spot in cui chiedeva fondi per estendere i vaccini di base , garantiti nei paesi più ricchi, ai bambini dei paesi sfortunati. Il piccolo che hanno preso a cuore è proprio uno di questi. A causa delle scarse condizioni igieniche, ha contratto il tifo.

Oltre che tradizionale (la sposa in bianco, il sì in chiesa), sarà anche un matrimonio solidale. Intanto, sono emersi anche nuovi dettagli sulla festa. Si terrà nella tenuta “Stella e mosca”, un vigneto di Alghero.

Di Caterina Michelotti © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami